Fiorentina - Juventus: la sfida della vita… per loro | JMania

Fiorentina – Juventus: la sfida della vita… per loro

Fiorentina – Juventus: la sfida della vita… per loro

(Di Enrico Savese) Da sempre, la rivalità tra le tifoserie di Juventus e Fiorentina esiste, e probabilmente sempre esisterà, dapprima dei tempi in cui la Juventus acquistò quel Roberto Baggio, stella di quella squadra ed idolo della tifoseria, fino ad oggi, quando il mancato arrivo a Firenze dell’attaccante Bulgaro Dimitar Berbatov è saltato “a causa” …

(Di Enrico Savese) Da sempre, la rivalità tra le tifoserie di Juventus e Fiorentina esiste, e probabilmente sempre esisterà, dapprima dei tempi in cui la Juventus acquistò quel Roberto Baggio, stella di quella squadra ed idolo della tifoseria, fino ad oggi, quando il mancato arrivo a Firenze dell’attaccante Bulgaro Dimitar Berbatov è saltato “a causa” di un inserimento nella trattativa da parte di Marotta, almeno questo è quello che sostengono loro…

L’aria che si respira a Firenze, sembra essere quella di una finale di Champions League, quando a Firenze arriva la Juventus, la città si trasforma, da una delle più belle città turistiche italiane, ad una “città ultrà” nella quale anche il bambino o l’anziano che non c’entrano nulla con il calcio, seguono la massa, ovviamente non per tutti è cosi, ma per una buona percentuale di Fiorentini, la partita con la Juventus è come un derby, è cosi e sempre lo sarà.

Certo è vero, può andar bene come può andar male, basti pensare allo scorso anno, quando i tifosi fiorentini si erano impegnati scrupolosamente ad architettare qualcosa che viaggiava tra il provocatorio e l’ironico, nei confronti del mister juventino Antonio Conte, infatti si presentarono allo stato con dei finti parrucchini in testa per sbeffeggiarlo, salvo poi usare quei parrucchini per coprirsi il volto dalla vergogna quando videro la loro squadra prendersi 5 goal, e riuscirono nell’impresa di far segnare addirittura Padoin, con tutto il rispetto per Simone…

Ma ora veniamo alla partita, che in casa Juve è quello che conta di più, visto che la Juventus la finale di Champions League punta a giocarla davvero e non ad immaginarsela, d’altronde c’è chi può e chi non può…

La Juventus si presenta a Firenze con una squadra rigenerata dall’ampio turn over fatto in casa contro il Chievo, infatti rientreranno “i titolari”, anche se a Carrera e a Conte non piace chiamarli cosi, Barzagli e Lichtsteiner in difesa, Pirlo e Vidal a centrocampo, e Giovinco in attacco, anche se il suo posto da titolare con il passare dei giorni, non sembra piu tanto sicuro, visto il grande stato di forma di Quagliarella.

La Fiorentina dal canto suo, è una squadra completamente diversa dall’anno scorso, con molti nuovi innesti, a partite dall’allenatore, ed un gioco decisamente più organizzato grazie ad un centrocampo molto tecnico e composto da giocatori anche di esperienza internazionale come Borja Valero e Pizarro, perni del nuovo centrocampo viola. La Fiore, deve stare attenta però, perché avere un centrocampo molto tecnico può essere anche allo stesso tempo un punto debole, in quanto si può perdere di sostanza e di corsa, e contro giocatori come Vidal e Marchisio, che abbinano tecnica e corsa, si rischia di perdere ogni confronto.

Quello che tutti sperano stasera, indipendentemente dal risultato, è di vedere un bello spettacolo sul rettangolo verde, sperando che questo non venga rovinato da qualche stupidaggine commessa dalle tifoserie rivali. E come rispose Conte alla provocazione dei parrucchini: “Ben Vengano iniziative pacifiche del genere, piuttosto che la violenza.”. Questo, cari signori, è lo “stile Juve”…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi