Interviste Juventus news

Felipe Melo: “Un dovere lottare per lo scudetto”

Scritto da Redazione JM

Felipe Melo sembra rinato: la cura Delneri lo ha riportato ai livelli di Firenze. “Ho superato il momento più brutto della mia carriera – dichiara al ‘Corriere dello Sport’ – e il merito è tutto della mia famiglia. Dopo le critiche per il Mondiale, ho scelto un posto isolato dove rilassarmi con i miei cari ma non mi sono mai nascosto. Devo dire che i tifosi non mi hanno mai voltato le spalle, e io non mai pensato di lasciare la Juventus, perchè sapevo che potevo reagire. E sono contento del fatto che la società non abbia deciso di vendermi. Qual è stato il momento della svol ta? Il giorno del mio ritorno in Italia, dopo la delusione del Sudafrica, lo strascico di polemiche, il ritaglio di vacanza in famiglia: appena arrivato in ritiro, hanno voluto parlarmi sia Marotta, sia Delneri e ho capito, dal le loro parole, che mi stimavano e credevano nel riscatto”. \r\n\r\nGLI OBIETTIVI\r\n“Dobbiamo pensare allo scudetto. Abbiamo il dovere di farlo. E’ giusto essere realisti, riconoscere la cara tura delle principali avversarie, osservare che i rossoneri e l’Inter possono essere anche un po’ più su, ma per le nostre qualità, perché siamo la Juve, per rispetto verso i tifosi, non possiamo accontentarci di puntare a un posto in Champions League”.\r\n\r\nNON INFERIORI AL MILAN\r\n“Il Milan è fortissimo ma noi non siamo da meno. Peccato solo per le tante assenze, da Amauri che è un grande attaccante a Krasic che attraversava uno stato di forma eccellente: speriamo arrivino buone notizie dalla Corte di Giustizia Federale”.\r\n\r\nDIEGO? PECCATO…\r\n“Mi manca, eravamo molto legati, avevamo le case vicine a Moncalieri e anche le nostre mogli sono amiche. Nello stesso tempo, però, sono contento per la sua nuova vita professionale: in Germania lo conoscono bene, è molto stimato. Spero torni in nazionale anche lui. Ci sentiamo spesso, è soddisfatto. E felicissimo perché presto sarà papà”.\r\n\r\nRIVOGLIO LA SELECAO\r\n“Proverò a riconquistare la Nazionale però senza pressioni né ansia: ci tengo, per prima cosa, a fare bene con la maglia della Juve. Se continuo così, il ritorno nella Seleçao può diventare una conseguenza”.

Commento

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi