Fairplay in Francia: parla con l'arbitro ed evita l'espulsione dell'avversario | JMania

Fairplay in Francia: parla con l’arbitro ed evita l’espulsione dell’avversario

“Non sono stato colpito da Kone con una gomitata”: con queste parole Valter Birsa, attaccante sloveno dell’Auxerre, nel match di campionato francese a Marsiglia, segnala l’errore all’arbitro che aveva mostrato il cartellino rosso al difensore avversario inducendolo ad annullare la decisione. Avrà forse inciso anche il clima natalizio, ma quello che arriva dalla Francia è …

Bakari-Kone_1103827“Non sono stato colpito da Kone con una gomitata”: con queste parole Valter Birsa, attaccante sloveno dell’Auxerre, nel match di campionato francese a Marsiglia, segnala l’errore all’arbitro che aveva mostrato il cartellino rosso al difensore avversario inducendolo ad annullare la decisione.
Avrà forse inciso anche il clima natalizio, ma quello che arriva dalla Francia è davvero un bel gesto di fair play, non così frequente sui campi di calcio, ma da prendere ad esempio per tutta la categoria. Si è meritato sicuramente gli elogi di tutti quanti Valter Birsa, attaccante sloveno dell’Auxerre, impegnato sul terreno dell’Olympique Marsiglia nella 19/a giornata della Ligue 1, il massimo campionato transalpino, disputata mercoledì sera.
Al minuto 34 dell’incontro l’arbitro Philippe Malige, convinto che il difensore Bakary Kone avesse colpito con una gomitata Birsa, ha estratto il cartellino rosso nei confronti del nazionale della Costa d’Avorio. Dopo alcuni minuti di colloqui e consultazioni, il direttore di gara ha deciso di annullare la sua decisione, accogliendo la segnalazione dell’errore venuta proprio dello stesso Birsa.
“In un primo momento ho pensato che Kone, piuttosto nervoso, avesse cercato di farsi giustizia da solo – ha spiegato l’arbitro nel dopo partita raccontando quel che era accaduto -. Viste le prime reazioni dei giocatori del Marsiglia, ho capito che potevo aver sbagliato. Così ho chiesto a Birsa quello che era successo. E lui mi ha detto che non era stato intenzionale il gesto di Kone, che invece era caduto su di lui. Ho sbagliato, dunque dico grazie dieci volte e non una sola a Birsa. Il suo comportamento merita di essere segnalato, mi auguro che venga ripetuto anche in altri casi”.
Una versione confermata anche dal giocatore sloveno, quasi schernendosi per l’episodio. “Non ho fatto niente di speciale – ha sobriamente commentato Birsa -. Kone non ha commesso alcuna violenza su di me, ha appena toccato la mia spalla. E’ così e l’ho detto all’arbitro”. Jean Fernandez, allenatore dell’Auxerre, a cui nell’intervallo l’arbitro ha voluto riferire tale episodio, ha “apprezzato il gesto di grande fair-play” del suo giocatore” e glielo ha detto di persona.
Piuttosto sconsolato per la sconfitta della sua squadra, Didier Deschamps, tecnico del Marsiglia, ha preferito giocare invece di ironia: “tutto ciò che ho visto stasera, è difficile da credere …”, le parole dell’ex juventino.
Già, purtroppo. La speranza, in ogni caso, è che non resti un unicum, solo una bella storia di Natale.
(Credits: Repubblica.it)

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi