Evasione fiscale: indagate Catania e Udinese | JMania

Evasione fiscale: indagate Catania e Udinese

È scattato nella mattinata di oggi un blitz della Guardia di Finanza che sta effettuando centinaia di perquisizioni su tutto il territorio nazionale in merito ad un’inchiesta sull’evasione fiscale. 280 le imprese indagate tra le quali risultano anche due società di Serie A (Udinese e Catania), e tre di Serie B (Empoli, Ascoli e Cesena). …

È scattato nella mattinata di oggi un blitz della Guardia di Finanza che sta effettuando centinaia di perquisizioni su tutto il territorio nazionale in merito ad un’inchiesta sull’evasione fiscale. 280 le imprese indagate tra le quali risultano anche due società di Serie A (Udinese e Catania), e tre di Serie B (Empoli, Ascoli e Cesena). L’accusa è di aver prodotto fatture per operazioni inesistenti per abbassare la base imponibile ed evadere il fisco. C’è il sospetto, da parte degli inquirenti, che i soldi evasi siano stati poi utilizzati per pagare in nero le prestazioni dei calciatori.
Il pm Carlo Nocerino ha ricostruito la metodologia utilizzata dalle società italiane per la creazione di fondi neri esteri: le società concordavano con un funzionario di una banca svizzera la conclusione di contratti fittizi con società estere con sedi in diversi paesi europei (Austria, Olanda, Inghilterra e Svizzera), le quali emettevano documenti e fatture false. In seguito, il denaro veniva indirizzato su conti di banche svizzere che, dopo ulteriori passaggi, compreso l’utilizzo di società off-shore di Panama ed Isole Vergini, restituivano il denaro alla disponibilità delle aziende italiane.

(Credits: Calcioblog)

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi