ESCLUSIVA JUVEMANIA: Elkann riconferma Del Neri | JMania

ESCLUSIVA JUVEMANIA: Elkann riconferma Del Neri

ESCLUSIVA JUVEMANIA: Elkann riconferma Del Neri

“L’allenatore? Non mi pronuncio. Abbiamo messo competenze forti sulla parte sportiva. Ciò che conta di più è la stabilità. Dobbiamo guardare gli obiettivi a lungo termine, sicuramente ridiscutere tutto ogni volta rende più difficile costruire e creare il futuro”. Così John Elkann ieri a margine dell’assemblea Exor, che tra le altre cose, ha rassicurato l’AD …

“L’allenatore? Non mi pronuncio. Abbiamo messo competenze forti sulla parte sportiva. Ciò che conta di più è la stabilità. Dobbiamo guardare gli obiettivi a lungo termine, sicuramente ridiscutere tutto ogni volta rende più difficile costruire e creare il futuro”. Così John Elkann ieri a margine dell’assemblea Exor, che tra le altre cose, ha rassicurato l’AD e DG della Juventus Marotta sull’impegno della proprietà per il prossimo mercato.
Secondo indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, sia prima dell’assemblea, sia dopo la stessa, i vertici del club bianconero si sono messi attorno ad un tavolo per valutare attentamente la questione allenatore: scartata subito l’ipotesi Lippi, a cui viene imputato il fallimento del mercato targato Alessio Secco, non hanno convinto le ipotesi Conte e Mazzarri per vari motivi di inesperinza ad una piazza importante; la presenza di Blanc blocca, inoltre, il possibile ritorno di Deschamps, mentre non paiono praticabili le piste che portano a Villas Boas (lo si potrebbe ‘bruciare’) e Van Gaal (richiederebbe un’altra rivoluzione). La pista più battuta negli ultimi giorni, invece, quella di Roberto Mancini, è stata abbandonata per il costo eccessivo del manager del Manchester City (guadagna circa 6 milioni di euro), per l’ostilità della piazza e per la quasi certa riconferma ai ‘Citizens in caso di vittoria della F.A. Cup. Da qui la decisione: nonostante il fallimento di tutti gli obiettivi stagionali, e per forte volere di John Elkann, Del Neri sarà l’allenatore della Juventus anche per la prossima stagione e in base ai suoi dettami sarà fatto il mercato. Beck e Bastos, infatti, sarebbero due nomi richiesti espressamente dal tecnico di Aquileia. Le altre nuove pedine, che andranno a incastonarsi nel 4-4-2 dell’ex Chievo e Atalanta, le conosceremo nel giro di qualche settimana.
Attenzione però: il prossimo dicembre sarebbe libero Luciano Spalletti. In caso di inizio di campionato non all’altezza delle previsioni, Del Neri potrebbe dunque essere esonerato a fine girone d’andata (in perfetto stile Inter, insomma) per far posto all’ex tecnico della Roma.

22 commenti

  1. jimmy felizzanese bianconero

    Quest’anno ho visto subire dei goal con la difesa schierata assurdi se parliamo di serie A!!!Incredibile poi stà cavolo di zona anche nei calci da fermo……a questo punto era meglio Ranieri!

  2. Io Del Neri non lo voglio principalmente per un fatto di mentalità…
    Non si può continuare con un tecnico che giustifica sconfitte assurde prendendosela con gli arbitri (è capitato 1 o 2 volte) o pareggi magrissimi dicendo “non è tutto da buttare”…

    Abbiamo rasentato il ridicolo quest’anno in alcuni frangenti… Del Neri sarà anche capace di ritenersi soddisfatto se finiremo al 6° posto… ma dai..

  3. Del Neri non è il solo colpevole ma ha delle lacune che non si possono accettare se si vuole fare una squadra di alto livello.
    Non è accettabile che un allenatore non tenga conto delle caratteristiche dei suoi giocatori per definire modulo e schemi, di conseguenza il gioco stenta e se si fanno cambi sono sballati e creano confusione invece di dare freschezza.
    Molti criticano il centrocampo della juventus , ok non è quello del barcellona, ma credo che con un modulo adeguato potrebbe senza problemi essere tra i migliori , se non il migliore, della serie A.
    Da anni mancano degli esterni difensivi dignitosi, ma continuare a puntare su Motta vuol dire essere ubriachi delle proprie idee, come anche continuare ad insistere con una coppia Aquilani Melo al centro in un 4-4-2.
    Per finire, se un allenatore usa male i suoi giocatori questi perdono anche valore di mercato, obbligando a comprare a molto e rivendere a poco.Un Allenatore con le palle è sempre il primo investimento di una società seria.

  4. black&white ti quoto interamente…
    …. se del neri avesse gestito diversamente le partite, nonostante il livello medio della rosa tutti avremmo preso di mira la dirigenza affinchè acquistasse uomini/campioni.
    A questo punto senza aver visto un gioco decente, la grinta in campo e la tattica giusta crediamo che debba cambiare anche l’allenatore.
    Domanda? Siamo sicuri che Del Neri sia un motivatore/allenatore? Io credo proprio di no… non ne ha recuperato nemmeno uno eccetto Grosso, ma a fasi alterne!!!!
    Mister, occhio alla Lazio che potrebbe farci male, molto male!

  5. @ Black&White Ineccepibile

  6. Del Neri quest’anno non ha quasi mai indovinato i cambi, Lippi in questo era un maestro. Poi la squadra ha dimostrato delle “carenze” caratteriali molto preoccupanti che hanno determinato le sconfitte con Lecce, Bologna (per citare le ultime) e i pareggi con Cesena e Catania. La squadra non regge la tensione per 90 minuti (95 minuti oramai) che invece è stata la forza di squadre come Napoli, Inter (nel biennio passato) e Milan. Anche in questo Lippi era un fenomeno, quando guardavo le partite della juve di Lippi (il primo ciclo soprattutto) anche se sotto di un gol ero sicuro che fino all’ultimo secondo avremo potuto recuperare e vincere, e di solito accadeva inclusi un paio di miracoli di Peruzzi. Quest’anno, al contrario, è un’agonia continua fino al fischio finale.
    Se si deve aprire un ciclo mi sta bene anche aspettare per vincere, ma mi piacerebbe vedere un progetto degno di questo nome, gente con le palle accanto a giovani talenti, una guida solida e poche chiacchiere.
    E poi un po’ di coraggio, si prenda un tecnico in grado di guidare la squadra per i prossimi cinque anni con mano decisa e bel gioco, lo si protegga come fanno le grandi società anche davanti alle sconfitte, senza esitazioni e senza giri di parole, si torni ad essere la juve.

  7. Voglio sperare che stiate scherzando !!!!!!!!!!!

  8. Ragazzi, a questa Juve manca, oltre alla grande qualità tecnica, il gioco. E il gioco lo dà l’allenatore, non se lo inventano i grandi calciatori, per quanti tu ne possa comprare. Faremo un’altra stagione di merda.

  9. Non vedo come possa imparare uno che per due partite di fila toglie Matri e Del Piero e viene riomntato e lo fa ancora una terza volta.

  10. Con la Roma…
    Indisponibili: Buffon, De Ceglie, Martinez, Rinaudo, Sissoko, Iaquinta, Quagliarella, Traoré, Chiellini, Del Piero

    Con il Milan all’andata ci davano tutti per spacciati… Indisponibili: Krasic, Traore, Iaquinta, Amauri.
    Con Brescia e Genoa 11 indisponibili… (nel mezzo la vittoria di Roma)
    Per questioni di tempo non vi spoto tutto, basta andare su juwolrd o latrove per farsi un’idea che 3-4 titolari ci sono mancati molto spesso.

  11. @Numero7: teniamo però in considerazione Quagliarella 🙂 Per un po’ siamo stati senza attaccanti..

    Non so difendendo del neri… però nella vita ho imparato che è insensato oltre che dannoso voler tutto e subito. i progetti hanno bisogno di tempi più o meno lunghi per poter essere realizzati, e una certa stabilità.
    Molto probabilmente mi sto sbagliando io, però cercherei di avere un atteggiamento un po’ meno aggressivo e cercherei di capire la questione con la NUOVA dirigenza (non mi riferisco a quella di elkann&secco), dico da quando c’è Agnelli.
    Nonostante ciò, non tolgo che alcune partite siano state perse solo per colpa di DelNeri e alcuni cambi del tutto discutibili. Ma come si dice, gli errori servono per imparare. Speriamo sia abbastanza intelligente da imparare dai propri errori. In caso contrario, lo cacceremo l’anno prox.

  12. Ma dai, non scherziamo. Scusa ma a Roma quindi siamo scesi in campo con 11 riserve?. Quando si parla di infortuni, si parla di quelli di un certo livello. Se si infortunano Martinez o Motta e’ un bene (hi,hi,hi,hi,hi,hi), se si infortunano Quagliarella e Iaquinta in contemporanea potrebbe essere un problema soprattutto quando il piu’ in forma era proprio Quagliarella. Io l’alibi degli infortuni non lo cancellerei dalle scusanti. Che poi ci siano altri problemi lo sappiamo ma non possiamo non ammettere che l’unico anno (dopo farsopoli) che non abbiamo avuto infortuni, siamo arrivati secondi e non e’ che avessimo una squadra tanto superiore a questa. Però se ci sono tifosi che non comprendono la differenza tra Storari e Buffon (al meglio) e che farebbero volentieri a meno del portierone della Nazionale, allora non andiamo da nessuna parte.

  13. @ Juventino Sai perché il tuo discorso sugli infortunati non regge? Perché le migliori vittorie le abbiamo ottenute in piena emergenza. Contro il Milan all’andata mancavano 8 giocatori, con la Roma al ritorno ne mancavano 12… Ti ho citato due esempi… Nei famosi 18 risultati utili consecutivi avevamo spesso 7-9 indisponibili. L’alibi degli infortuni cancelliamolo dalle scusanti

  14. Cari tifosi Juventini,
    il massimo ottenibile con Delneri per il prossimo anno sarà un quarto quinto posto. Contenti voi contenti tutti.
    Siamo e saremo R I D I C O L I di fronte a tutte le altre squadre
    Unico vantaggio:
    Grandi risparmi economici fra viaggi biglietti pay tv e fegato salvo

  15. ragazzi, secondo me bisogna essere un po’ più razionali. Io non voglio difendere nessuno, non è nel mio interesse, però:
    1) come già detto, una certa stabilità è fondamentale, per creare un clima sereno e produttivo, anche nello spogliatoio.
    2) Valutiamo Del Neri. All’inizio campionato, quando aveva tutti i giocatori, la juve era seconda. Poi ha avuto un crollo, ma all’inizio non era messa così male. Guardiamo quanto di buono è stato fatto.
    3) Se la difesa fa schifo, non è sempre e solo colpa di DelNeri. Certo, avrebbe potuto organizzarla meglio, però con gli stessi giocatori in difesa, Capello avrebbe fatto meglio secondo voi? Che poi a volte faccia dei cambi discutibili, posso essere d’accordo, ma credo che un motivo di fondo ci sia.

    Ad ogni modo, proviamo a farlo lavorare in pace ancora un anno, questa volta però con dei giocatori di un certo livello. Diamogli una squadra che possa essere competitiva, e vediamo cos’è in grado di fare! D’accordo che è un ambiente diverso, ma con la Sampdoria non ha giocato male. Non sarà magari il top, ma non credo che DelNeri sia una scemo totale. Invece di spendere 10milioni solo per l’allenatore, quei soldi usiamoli per i giocatori, costruiamo una buona squadra, e se DelNeri non si dimostra all’altezza, il prossimo anno ne sceglieremo un altro.

    Visto che alternative valide e con esperienza ancora non ci sono

  16. vendete la società.. vendeteeelaaa… fatela comprare a chi ci crede, a chi sa.. a chi ne capisce e se ne intende di calcio! mi spiace.. voi fate gli imprenditori.. il calcio è un altra cosa..

  17. non voglio credere a questa grande presa per i fondelli…. poveri tifosi juventini: sbeffeggiati e ridicolizzati.
    avranno capito che devono acquistare qualche big, ma per avere un grande allenatore bisogna fallire ancora un anno????

  18. “Elkann mette bocca in tutte le scelte. Il padrone è lui.”

    eh eh hai ragione. si vede che non mi sono ancora abituato allo stile morattiano del padrone…

  19. La sfida è ormai quella di mostrare a Cairo di sapere di calcio più di lui. da oggi in poi basterà fare meglio del Torino. E non ci vuole tanto. Del Neri è l’uomo ideale.

  20. Da un lato la ricerca di stabilità è da apprezzare, e secondo me avrà i suoi frutti. Dall’altra sulla reale bravura di Del Neri sono un po’ perplesso, o peggio ancora preoccupato.

  21. “Pure nelle scelte tecniche”? Elkann mette bocca in tutte le scelte. Il padrone è lui.

  22. “per forte volere di John Elkann”

    ma quindi Elkann mette bocca pure nelle scelte tecniche?

    va beh mi sforzerò di guardare al lato positivo (Mancini resterà altrove)…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi