E sono 10: stella d'argento | JMania

E sono 10: stella d’argento

E sono 10: stella d’argento

Finalmente la “Decima” è arrivata. Primi come è giusto, come dice la storia. In questo anno così intenso e cosi straordinario, chi l’avrebbe mai pronosticato prima. La Juventus è forte, la Juve è tosta, è squadra. Pur non giocando bene pur soffrendo la Lazio per lunghi tratti la Juve è riuscita a vincere la coppa. …

Finalmente la “Decima” è arrivata. Primi come è giusto, come dice la storia. In questo anno così intenso e cosi straordinario, chi l’avrebbe mai pronosticato prima. La Juventus è forte, la Juve è tosta, è squadra. Pur non giocando bene pur soffrendo la Lazio per lunghi tratti la Juve è riuscita a vincere la coppa. Potremmo dire con la forza della determinazione. La Lazio ha onorato l’impegno e a momenti riusciva nello sgambetto con quel doppio palo. In realtà non hanno tirato moltissimo ma il pressing, soprattutto nel primo tempo è stato asfissiante.

La Juve ha saputo aspettare che la Lazio calasse con un Pogba al limite dell’irritante e un Pirlo a corrente alternata. Sono mancati molto la vivacità di Morata e il dinamismo di Marchisio. Per fortuna i “taglialegna” Vidal, Evra, Lichtsteiner e soprattutto Chiellini, non si sono risparmiati. Da rivedere un gol di Matri che mi pare buono e che la regia si guarda bene dal riproporre. Una telecronaca abbastanza laziale in cui i biancocelesti non fanno mai fallo, un arbitraggio a dare cartellini alla ‘ndo pijo pijo. Pensavo di non soffrire tanto, infondo era solo una Coppa Italia. Invece alla fine ero in apnea.

Grande merito ad Allegri nell’aver azzeccato tutto: mosse e contromosse. Gli ingressi di Matri e soprattutto Pereyra, nel finale, hanno spostato enormemente il baricentro della vittoria dalla nostra parte. Un grande applauso a questo mister che con l’umiltà giusta ha spostato l’asticella di questa squadra veramente in alto. Prego per la notte di Berlino pur sapendo che sarà un’impresa al limite delle nostre possibilità, tuttavia nessuno potrà mai dire che questo non sia stato un anno assolutamente straordinario.

7 commenti

  1. Grandi, grandissimi e con lo stellone della fortuna che finalmente sta girando dalla parte nostra. Hai visto mai……….! E’ vero, bisogna sfruttare questi periodi per vincere tutto quello che passa per le mani, perché anche un po’ di fortuna in queste situazioni non guasta mai!! E allora chiudiamo gli occhi, incrociamo le dita, diamo una grattatina agli zebedei e andiamo a Berlino!
    A proposito, pare che per il prossimo anno l’Adidas farà maglie di quattro taglie più grandi a tutti per potere avere la possibilità di attaccare tutti i simboli di ciò che abbiamo vinto quest’anno, stelle comprese. Se poi dovesse succedere altro, ogni giocatore ne dovrà indossare due perché su una non c’è spazio sufficiente!!

  2. certo che in una stagione così, aver lasciato a Doha, in quel modo, la coppetta ai ciucciarielli, un po’ di giramento di OO te lo porta…

  3. Finalmente è arrivata la decima! Finalmente quest’anno la Juve ha giocato x vincere anche la Coppa Italia e non x usarla x allenare le seconde linee. Sono contento anche per Matri che ha contribuito in maniera cruciale alla conquista di questa Coppa. Tra l’altro non l’hanno mostrato ma il primo gol di Matri era regolare. Che dire sembra che quest’anno anche la dea bendata sia-con noi. Per Berlino spero giochi Pereyra che ieri ha spostato gli equilibri. Comunque vada in ogni caso è un’annata straordinaria e la societá la squadra e Allegri meritano solo
    applausi. Anzi Allegri merita delle scuse da parte di tanti. Pensate a tutti gli infortunati eccellenti di questo anno. Se non è un miracolo di bravura e intelligenza quello che è
    riuscito a vincere non saprei come altro definirlo. Fino alla fine forza Juventus

  4. Ok per il risultato, non dimentichiamo gli aspetti negativi rimarcati anche dall’articolo di A.M. : abbiamo due pedine che dovrebbero partire titolari a berlino, in pessime condizioni. Pogba è ancora al 50 per cento delle sue possibilità, sia fisicamebte che mentalmente. Poco incisivo, spesso superato in velocità, e con tanti errori nel disimpegno e palle pericolosamente perse. Lichsteiner è cotto e questo si era già visto nella partita precedente. Pirlo a corrente alternata. Insomma centrocampo e difesa in affanno. Per fortuna rientrerà Marchisio e soprattutto Morata. Ma io michiedo, perchè ostinarsi a tenere in campo Lichsteiner quando poteva essere l’occasione di mettere almeno nel secondo tempo Asamoah, giusto per controllare la sua tenuta.

    • 1) Asamoah non può fare il ruolo di Lichsteiner 2) “giusto per controllare la sua tenuta”?…in una finale non mi pare il caso di fare esperimenti

  5. sanguebianconero

    condivido quanto scive maxxxxx
    bisogna battere sul ferro quando è caldo
    bisogna essere cattivi, cannibali
    bisogna sfruttare al massimo i periodi buoni e vincere quanto più possibile
    l’anno scorso abbiamo buttato al vento una Europaleague
    ed ora ……. proviamoci anche con la Champions
    ……… mission impossible ?????!!!!!!

  6. Bene cosi……..in Italia in questo periodo con la NS superiorità non dobbiamo lasciare agli altri nemmeno le briciole. In Europa…………chissà. Sono comunque sicuro che messi e co. non se la troveranno facilmente

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi