Dybala: "Ora gioco più a destra, farò un tunnel a Vazquez"

Dybala: “Ora gioco più a destra, farò un tunnel a Vazquez”

Dybala: “Ora gioco più a destra, farò un tunnel a Vazquez”

Paulo Dybala, attaccante della Juve, è volato in Argentina per rispondere alla chiamata della sua nazionale, l’intervista rilasciata a una radio di Cordoba

Paulo Dybala, attaccante della Juventus, è volato in Argentina per rispondere alla chiamata della sua nazionale. Prima, però, un piccolo soggiorno a Cordoba, dove è stato ospite di Radio Metro951, una delle emittenti più ascoltate del posto.

Durante una trasmissione satirica, la ‘Joya’ ha parlato seriamente delle ultime novità in casa Juve, toccando anche l’argomento Gonzalo Higuain. Il ‘Pipita’, racconta Dybala, non ha preso affatto bene la storia della villa

“Quella storia della mega casa di Higuain era una bugia – racconta – , abita vicino a me in un appartamento normale. Non avrà preso bene gli ultimi insulti sui Social e quindi ho preferito non affrontare l’argomento con lui”.

Dybala e la delusione Olimpiadi

L’Argentina lo aveva convocato per le Olimpiadi, ma la Juventus ha detto no. Un episodio che ancora brucia all’ex Palermo.

“Avrei voluto andare a Rio, è stata una piccola delusione: ho provato a convincere la Juve che era importante per me rappresentare il mio Paese, ma tutti mi hanno ribadito che la mia condizione fisica ne avrebbe risentito”.

Tra le novità di quest’anno, c’è anche una nuova posizione in campo per l’attaccante sudamericano, che lascia presagire ad un possibile tridente in futuro.

“Ora gioco nello spazio tra i difensori e i centrocampisti avversari e tendo a spostarmi più nella destra”.

Quanto al mercato, voci insistenti delle scorse settimane parlano di un forte interesse del Barcellona.

“L’interesse del Barça era solo un’indiscrezione – ammette – e io ho sempre detto che era giusto fermarmi a Torino: non mi piacerebbe essere la quarta punta lì”.

Nell’immediato futuro, si pensa alla Champions e alla prossima sfida contro il Siviglia dell’amico Vazquez.

“Ho chiamato subito il Mudo Vazquez. Gli ho detto che gli farò un tunnel”, conclude.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi