Dramma in casa Lazio: assassinata la mamma di Barreto | JMania

Dramma in casa Lazio: assassinata la mamma di Barreto

La madre del 18enne attaccante uruguayano della Lazio Gonzalo Barreto, la 47enne notaio Yanela Mastropiero, è stata assassinata a coltellate, una delle quali, fatale, al collo, dal suo concubino Ruben Pereira, 49 anni. L’uomo si è poi tolto la vita impiccandosi ad una scala a pochi metri dal corpo della donna. Il dramma è avvenuto …

La madre del 18enne attaccante uruguayano della Lazio Gonzalo Barreto, la 47enne notaio Yanela Mastropiero, è stata assassinata a coltellate, una delle quali, fatale, al collo, dal suo concubino Ruben Pereira, 49 anni. L’uomo si è poi tolto la vita impiccandosi ad una scala a pochi metri dal corpo della donna.
Il dramma è avvenuto nella casa dove i due convivevano a Treinta y Tres, città a 286 chilometri ad est di Montevideo. Polizia e vigili del fuoco, avvertiti dai vicini allarmati dall’odore, hanno fatto irruzione nella casa e hanno trovato un ambiente saturo di gas, visto che erano state aperte le valvole delle due bombole.
“E’ stata una tragedia passionale”, ha spiegato all’Ansa il vicecommissario della polizia locale, Carlos Machado. Yanela Mastropiero, che era anche funzionaria del tribunale locale, era molto nota nella cittadina e, secondo i vicini, ormai da tempo litigava spesso con il convivente, che l’aveva anche minacciata. Gonzalo Barreto ha iniziato la sua carriera nel club locale Danubio e, dopo essere emerso giocando nella nazionale urugyayana Under 17, è stato acquistato dalla Lazio lo scorso gennaio.

Credits: ANSA
Fracassi Enrico – Juvemania.it

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi