Diritti TV: Giraudo rinviato a giudizio | JMania

Diritti TV: Giraudo rinviato a giudizio

Con l’accusa di avere provocato il dissesto nelle casse di Meister Team, la società che per alcuni anni ha gestito i diritti televisivi della Juventus prima di fallire nel 2000, la procura generale di Torino ha chiesto il rinvio a giudizio dell’ex amministratore delegato del club bianconero, Antonio Giraudo. L’udienza preliminare si aprirà il 26 …

giraudoCon l’accusa di avere provocato il dissesto nelle casse di Meister Team, la società che per alcuni anni ha gestito i diritti televisivi della Juventus prima di fallire nel 2000, la procura generale di Torino ha chiesto il rinvio a giudizio dell’ex amministratore delegato del club bianconero, Antonio Giraudo. L’udienza preliminare si aprirà il 26 novembre. Meister Team era di Fabrizio Gugliermetto, che ha già patteggiato due anni di reclusione, ma Giraudo, secondo gli inquirenti, ne era “l’amministratore di fatto”, e ora dovrà rispondere di una distrazione dai conti di tre miliardi e 760 milioni di lire dell’epoca, pari a un milione e 942 mila euro. Si tratta di somme finite a nove società svizzere, irlandesi, maltesi, spagnole, austriache e britanniche.
La tesi, avallata da consulenze tecniche e dalle dichiarazioni dello stesso Gugliermetto, è che, in diverse occasioni, Meister Team sia stata penalizzata economicamente, nonostante avesse i diritti in esclusiva, a favore di quelle società.
Giraudo, dopo l’apertura del procedimento penale, ha denunciato Gugliermetto per calunnia, e ora respinge l’accusa di avere causato il dissesto della Meister Team e di ogni altra ipotesi di reato. Sulle società estere in questione (l’irlandese Logan & Associates Limited, la britannica Skyline Entertainment, la maltese International Halva, la spagnola Continental Sport, l’americana Check Point, Sincrateia Trading, la britannica Movie & Media Sport, l’austriaca H.Swoboda, la svizzera Xports) gli inquirenti hanno svolto rogatorie internazionali, da cui non risultano partecipazioni di Giraudo o somme di denaro finite nella sua disponibilità. Le persone in contatto con l’ex amministratore delegato della Juventus fanno osservare che, invece, di somme ce ne erano nella disponibilità di Gugliermetto. Vi è però un terzo personaggio che è stato iscritto nel registro degli indagati, l’italo-svizzero Gianfranco Bianchi, citato dallo stesso Gugliermetto in un suo interrogatorio. A procedere è il pg Vittorio Nessi.
(Credits: Tuttosport.com)

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi