Difesa Juventus ci saranno due innesti, ecco tutti i nomi | JMania

Difesa Juventus ci saranno due innesti, ecco tutti i nomi

Difesa Juventus ci saranno due innesti, ecco tutti i nomi

Sistemato il centrocampo con gli arrivi di Isla e Asamoah, in attesa di capire chi sarà il top player in attacco, la Juve lavora anche per la difesa, dove saranno innestati due elementi di sicuro affidamento in modo da far fronte ad una stagione ricca di impegni. Arriverà di sicuro un laterale sinistro, nonostante Conte …

Sistemato il centrocampo con gli arrivi di Isla e Asamoah, in attesa di capire chi sarà il top player in attacco, la Juve lavora anche per la difesa, dove saranno innestati due elementi di sicuro affidamento in modo da far fronte ad una stagione ricca di impegni. Arriverà di sicuro un laterale sinistro, nonostante Conte disponga già di due soluzioni: De Ceglie e all’occorrenza Chiellini. Il maggiore indiziato, secondo Tuttosport, è Alexandar Kolarov, attualmente al Manchester City. Parlando con i giornali inglesi, l’ex laziale ha fatto un bilancio della sua ultima stagione in Premier League: “Io sono molto contento qui a Manchester, ma il mio obiettivo è quello di giocare con maggiore continuità. L’ho detto, a Mancini. I soldi non c’entrano nulla, non ho nessun problema d’ingaggio: semplicemente vorrei potermi sentire più protagonista. Il futuro? Sono in contatto costante con il mio procuratore, a breve valuteremo…”. Un messaggio inequivocabile che lascia intendere che se la Juve si presentasse agli sceicchi con l’offerta giusta farebbe suo il calciatore, chiuso nella rosa di Mancini da Gael Clichy. Acquistato due anni fa per 18 milioni da Lotito, Kolarov potrebbe essere ceduto per 13 milioni, ma c’è da tenere conto della concorrenza dell’Inter, che ha più riprese ha chiesto il laterale a Mancini.

Per quel che riguarda il centrale piace sempre Rolando Jorge Pires da Fonseca del Porto: il 26enne colosso portoghese, attualmente impegnato agli Europei, è stato già seguito in passato da Paratici ma ha una valutazione alta. Il club lusitano chiede 13 milioni, ma secondo ‘Tuttosport’ a 11 si potrebbe chiudere. In alternativa non si trascurano le piste che portano a Federico Peluso, Salvatore Bocchetti e Andrea Ranocchia.

8 commenti

  1. ops sorry… lonemax

  2. leonax… pure io valuto la metà del mio appartamento 800mila euro, peccato che se li chiedo nessuno me li dà… 🙂

  3. con 8-9 milioni lo perdi, ed incassi in totale 12-12,5 mln, tenendo conto che il parma valuta la sua metà 15 mln e che dietro avrà altre società che l’aiuteranno ad alzare l’offerta, occorre alzare l’asticella; marotta non è uno sprovveduto, ma neanche leonardi. comunque per me giovinco non vale tutti questi soldi, ma riprenderne il controllo potrebbe essere utile per qualche scambio o per ampliare la rosa

  4. @lonemax ma come fai a dire che la juve deve mettere 1e per la metà e poi lo rivendi a 15 16 milioni. la juve dovrà proporre non oltre 8-9 milioni di euro, se lo prende lo avrà pagato 5,5 (9-3,5) sennò lo avrà venduto a un totale di 14 15 milioni, cioè un paio di milioni meno del suo valore attuale

  5. elia quest’anno ha giocato poco, ma l’unica volta che è stato schierato 2°punta (a novara) ha giocato più che bene. spendere soldi per riportare giovinco e fargli fare la 2°punta…significa metterlo in panchina e ogni tanto dare fiato a vucinic…mi lascia perplesso… personalmente andrei alle buste e ci scriverei 13 mln: visto che 3,5 mln li abbiamo già presi, se lo perdi fai una plusvalenza di 16/17 mln, altrimenti lo riporti a casa in pratica con 9,5 mln, dopo il ritiro decidi cosa fare, potresti venderlo a 15/16 mln e aumenterebbe la plusvalenza. inoltre non è che giovinco si ammazzi per fare la fascia e ritornare a coprire, da quel punto di vista con elia non c’è differenza.

  6. Anch’io non ero un grande estimatore di Giovinco. Ma devo anche ammettere che negli ultimi tempi è molto migliorato (fisicamente e come personalità) e che invece nella Juve non era mai stato schierato da seconda punta come al Parma, ruolo che gli si addice a perfezione. Da noi aveva fatto l’esterno del centrocampo a 4 e anche il fantasista dietro le punte. Ed era stato tritato.

    Oggi invece è un’ottima seconda punta. Anche in nazionale è entrato in campo con piglio di uno che sa cosa deve fare, mi è piaciuto.

    Ora, è ovvio che il Parma cerchi di lucrare il massimo dalla sua metà. D’altronde con la comproprietà Marotta ha fatto fare il lavoro di maturazione del ragazzo a qualcun’altro ed ora occorre pagare per questo lavoro, è giusto.
    Ha dato via la metà di un giocatore che in quel momento valeva 6-7 milioni ed ora trattiamo un giocatore che vale un po’ più del doppio (15 milioni?).
    Direi che si può criticare quanto si vuole l’operazione (molti che scrivono “ah be’, che fenomeno marotta, ha dato via la metà a 3 milioni e adesso la ripaga 8-10, che somaro…”). Ma se credi nel ragazzo, però allo stesso tempo non hai modo di farlo crescere nella tua squadra, altri modi per far lievitare il valore e la caratura del giocatore non ne hai. Ekdal e Sorensen ad es. sono nella stessa situazione, solo che ancora non hanno dimostrato il loro valore, oppure sono semplicemente scarsi e basta.
    Nessuno lavora gratis, quindi i vari parma, cagliari, bologna che fanno giocare e migliorare i nostri giocatori vanno pagati come da mercato, è normale. Non c’è niente di strano.

    Alle cifre giuste e non alle esagerazioni di quel fulminato di leonardi, Giovinco va ripreso, Conte ha già dato l’ok.

  7. Giovinco alla Juve puo fare solo la riserva……. è un grande giocatore in squadre come il parma.

  8. Kolarov non arriverà, mentre sembra che la Juventus terrà Giovinco. Però è chiaro che non è il crack che i tifosi aspettavano.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi