Derby Primavera: tifosi granata contro Pessotto - Video

Derby Primavera: tifosi granata contro Pessotto – Video

Derby Primavera: tifosi granata contro Pessotto – Video

Coda vergognosa al termine del derby Primavera tra Torino e Juventus: Pessotto insultato pesantemente dai tifosi granata “suicidati”

Coda vergognosa al termine del derby Primavera tra Torino e Juventus, giocato sabato 20 dicembre scorso e che ha consentito ai giovani bianconeri di approdare nella semifinale della Coppa Italia. Uscendo dal campo, Gianluca Pessotto, dirigente della Juve, è stato bersaglio di insulti di ogni sorta: “sucidati”, “ammazzati pezzo di merda”, “buttati”, “vai di sotto coglione”.

Non è la prima volta che Pessotto diviene bersaglio di questo tipo di insulti, ma questa volta sono di una gravità ancora superiore per via del fatto che sono avvenuti al termine di una gara tra giovani calciatori. Che esempio hanno dato quei genitori alle nuove generazioni? Secondo le ultime ricostruzioni, le tensioni sarebbero salite alle stelle al gol della Juventus al 38’, poiché Muratore avrebbe provocato la tifoseria avversaria andandogli ad esultare di sotto.

Quanto accaduto al campo Don Mosso di Venaria, è stato ripreso da Girolamo Cassarà e pubblicato su Facebook dal gruppo delle giovanili della Juventus. Dalle immagini si vede chiaramente che Pessotto, ex calciatore di Juve e Toro, dice ad uno particolarmente esagitato: “piantala”. Da lì gli insulti si sono moltiplicati fino al rientro del dirigente bianconero negli spogliatoi.

Pessotto insultato al termine del derby Primavera – Video

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi