Delneri, ma quale nuovo Capello... | JMania

Delneri, ma quale nuovo Capello…

Nell’ascoltare in diretta le parole pronunciate da Delneri domenica sera dopo il pareggio pirotecnico di Juventus – Sampdoria il primo e unico pensiero è stato quello di ricollegarle ai tentativi di accostamento fatti tra il neo-tecnico juventino e Capello dalla stampa e dai media nelle settimane precedenti. D’accordo, questa Juve non è da scudetto e …

Nell’ascoltare in diretta le parole pronunciate da Delneri domenica sera dopo il pareggio pirotecnico di Juventus – Sampdoria il primo e unico pensiero è stato quello di ricollegarle ai tentativi di accostamento fatti tra il neo-tecnico juventino e Capello dalla stampa e dai media nelle settimane precedenti.
D’accordo, questa Juve non è da scudetto e probabilmente qualcuno avrebbe chiamato il 118 se Delneri si fosse candidato come favorito per il titolo, ma una Juventus che abdica per la lotta al tricolore alla seconda giornata di campionato davvero non si era mai vista in tanti anni di storia.
Mentalità provinciale? Realismo? Alla tardiva smentiva non crede nessuno.
Di certo la squadra ha subito un ulteriore ridimensionamento inaspettato da parte dei tifosi.
Delneri è esente da colpe per questo?
Diciamolo chiaramente, il grande tecnico è anche colui che impone determinati acquisti e pone il veto su altri nomi.
Chi avalla totalmente le scelte della società invece poi ne paga anche le conseguenze..
Ve la immaginate voi la faccia di Capello nel momento in cui Marotta gli comunicava:
“ti abbiamo preso Rinaudo, Pepe, Martinez e Traore!” oppure “caro Fabio, abbiamo venduto Diego ma l’abbiamo rimpiazzato con Quagliarella!”
Suvvia, il solo accostamento tra Capello e Delneri fa ridere.
Da una parte c’è uno dei tecnici più vincenti della storia del calcio, dall’altra uno che non ha mai vinto nulla in carriera.
L’esser nati nella stessa regione ed aver un carattere simile conta assolutamente zero.
Altrimenti, se i termini di paragone sono questi, si potrebbe considerare il talento di Alvaro Vitali al pari di quello di Carlo Verdone e Alberto Sordi.
Non scherziamo.
Capello mai avrebbe avallato un mercato pieno di mezze figure come è stato quello bianconero di questa estate. Capello mai ci avrebbe rimesso la faccia.
E per ritirarsi pubblicamente dalla lotta scudetto avrebbe sicuramente scelto un modo teatrale come quando ai tempi della Roma scaricò totalmente le colpe “non mi avete preso Davids? Questa squadra allora non potrà lottare per lo scudetto! Alternative non ne voglio..”
Delneri, invece ha dato l’ok su tutte le operazioni fatte da Marotta e quindi non ha alibi.
Ma d’altronde la carriera parla chiaro, è un allenatore “piazzato”, per dirla in termine ippico.
Alla Juve per tornare a vincere serve ben altro.
Serve un Capello. Quello vero però!

Di Stefano Discreti
www.stefanodiscreti.blogspot.com

9 commenti

  1. Del Neri è un ottimo tecnico.
    Capello ha vinto avendo a disposizione squadre più forti o che potevano spendere di più di quelle allenate da Del Neri.
    Avrei voluto vedere Capello raggiungere un quinto posto in A col Chievo!

  2. Be penso ke stefano abbia detto la verita’ ( quello ke a scritto l’articolo intendo, penso si kiami stefano) del neri e un tecnico mediocre e fragile come lo e tutta la dirigenza e pur troppo ankor di piu la squadra ( in tutti sensi fragile sui ginokki, sono sempre rotti e anke fisiologikamente prendere 3 gol come domenica e assurdo secondo me.Non ripeto alla fine del discorso vergogna perke tanto e inutile questa societa’ da 4 anni a questa parte nn conosce limite alla VERGOGNAAAAAAAA.

  3. mitico del piero

    ciao Luca, ricordati che in casa agnelli in quel tempo erano appena morti i “cardini” della società e i giovani non conoscendo a pieno il mondo calcistico e finanziario si sono dovuti fidare di alcune persone che hanno pensato solo A mangiare di sopra(ora marotta e agnelli stanno facendo pulizia DI QUESTE persone), inoltre si sono trovati a gestire un processo che nell’arco di due tre mesi gli a visti retrocedere in serie b(allora si parlava anche di serie C), perdere un mucchio di quattrini perdere il grosso sponsor tamoil e alcuni giocatori che non erano disposti a scendere in serie b, giocatori del calibro come ibra,che sono stati praticamente regalati al nemico.
    Proviamo per un momento pensare se del piero, camoranesi, tresegol, buffon e nedved se fossero andati via ora cosa sarebbe rimasto della Juve? Forse saremmo ancora in serie B a ricostruire una nuova squadra. Tutta la nostra rabbia la dobbiamo riversare verso Il c….e di Moratti insieme ai giudici poco corretti che hanno colto al volo l’occasione in cui essendo venuti a mancare gli Agnelli hanno sferratto l’attacco per distruggere la più grande società al mondo e depredato Titoli e giocatori come ibra. Pertanto il celebre capello essendo a conoscenza di tutto questo e di più, doveva forse agire più con il cuore che con “IL calcolo finanziario nELLE SUE TASCHE”

    iO CREDO CHE I VERTICI IN QUELL’ESTATE DEL 2006 HANNO RIVOLTO LE LORO FORZE PER TENER IN PIEDI I GIOCATORI E LA SQUADRA, E NON AVEVANO NE LA MENTE NE LA VOGLIA DI ATTACCARE “L’INFAME CONTROPIEDE INTERISTA” e il bravissimo dirigente si è trovato anche lui solo a combattere questa battaglia.

    Ma ora dobbiamo unire le forze, tornare a vincere e sistemare anche quel processo, riportando a casa il nostro titolo

    DIMENTICAVO DI RINGRAZIARE SEMPRE ANCHE IL CELEBRE BUFFON
    CHE NONOSTANTE LE FORTI PRESSIONI DI ALTRE SQUADRE è RIMASTO CON NOI.

  4. Credo di essere in controtendenza ma che motivo aveva Capello di restare in una società che aveva scaricato i suoi dirigenti e non era capace di difendere se stessa?

  5. penso ke tutti i veri tifosi della grande juve la pensano cosi..FORZA JUVE!!

  6. @ mitico del piero :
    mi hai tolto le parole di bocca
    non c’è da aggiungere altro,

    SEMPRE FORZA JUVE

  7. Juventinonelsangue

    Bravo,mitico del piero(gran nick),non serve aggiungere altro,d’altronde la memoria fa difetto a molte persone.Non tolgo,ne aggiungo una sola virgola al tuo discorso.Complimenti e FORZA JUVE!

  8. mitico del piero

    …dimenticavo… riguardo confronto capello del neri
    vi ricordo che capello quando allenava la Juve, la società finanziariamente era all’apice, quella di del Neri è ai minimi termini. Vi ricordo che capello nel momento del bisogno, dopo aver incassato un mucchio di soldini se ne andato senza salutare nessuno… a voi le conclusioni

  9. mitico del piero

    lasciamo lavorare Del Neri e mArotta in pace e senza fare pressione. Dobbiamo avere fiducia in loro, l’importante che si vedano piccoli risultati. Anche se devo aspettare qualche anno per vedere risorgere la Juve, io che sono vero juventino aspetto, incitando i giocatori a non mollare mai e non ascoltare le chiacchere giornalistiche .

    No!!!!!!!!!! a Cassano, non prendetelo, meglio aspettare e soffrire, ma acquistiamo qualche giocatore con grandi doti.
    Io credo che dobbiamo avere l’abilità di individuare giocatori giovani che possano emergere e fare la differenza come Muller e Kloose nel bayer

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi