Delneri: “Io frainteso. La Juve non si pone limiti” | JMania

Delneri: “Io frainteso. La Juve non si pone limiti”

Gigi Del Neri vuole partite bene in Europa League, per questo chiede ai suoi la massima concentrazione in vista dell’incontro contro i polacchi del Lech Poznan. Anche se un po’ di turnover ci sarà… “Qualche calcolo lo abbiamo fatto, ci sono tante partite ravvicinate, la Juve ha un compito importante e difficile il Lech è stato estromesso dai preliminari …

Gigi Del Neri vuole partite bene in Europa League, per questo chiede ai suoi la massima concentrazione in vista dell’incontro contro i polacchi del Lech Poznan. Anche se un po’ di turnover ci sarà… “Qualche calcolo lo abbiamo fatto, ci sono tante partite ravvicinate, la Juve ha un compito importante e difficile il Lech è stato estromesso dai preliminari di Champions è una squadra di tutto rispetto con buoni giocatori. In questo periodo qualcuno giocherà di più, qualcuno meno. C’è chi ha giocato sempre e ha bisogno di recuperare però abbiamo motivazioni importanti per questo torneo e intendiamo onorarlo al massimo cercando di passare il turno ovviamente” .

MAI ARRESO
“Anche perché ho detto una cosa semplice ho detto che non abbiamo limiti e questo non è stato tradotto bene, ricordo quello he ho detto che la Juve non si pone limiti, e nei limiti c’è tutto”.


CHIELLINI A SINISTRA?
“Adesso vediamo le condizioni di De Ceglie, le opzioni non son tante, ma un’opzione può essere Grygera a sinistra ci ha già giocato, anche Chiellini potrebbe essere. Verificheremo le condizioni nell’allenamento”.

GLI AVVERSARI POLACCHI
Una squadra molto fisica, che ha dei giocatori interessanti tecnicamente, una squadra molto compatta, che ha perso di misura con lo Sparta Praga ai preliminari di Champions League, una squadra molto tosta, un banco di prova molto importante per la Juve in chiave europea, direi la più importante finora per la Juve”.

EUROPA LEAGUE DA ONORARE
“Ho detto che giochiamo per passare il turno, la Juve può lottare in questo torneo con club di grande levatura, basta citare il Manchester City, ripeto la frase che la Juve non si pone limiti, dobbiamo migliorare ma la strada che abbiamo intrapreso è quella giusta”.

ATTACCO OBBLIGATO
“Adesso abbiamo due giocatori di ruolo disponibili. Iaquinta e Del Piero possono coesistere, la squadra ha già un suo aspetto giusto per poter lavorare su linee che si conoscono abbastanza bene. Iaquinta è un giocatore che ha tutte le caratteristiche per essere un punto di riferimento. a Udine sosteneva l’attacco da solo, fisicamente deve lavorare ancora. Domani per lui sarà un banco di prova importante. Domenica venti minuti li ha fatti in modo giusto, domani finché durerà potrà dare il suo apporto in fatto di dare profondità e essere un giocatore fisico. In questo non ha nulla da inviare agli altri. Con queste doti ce ne sono pochi”.

SI GIOCA OGNI 3 GIORNI
“Mi sembra che il gruppo sia formato da giocatori abituati a queste situazioni abbiamo giocatori che hanno assaporato questo tipo di partite, nessuno non ha mai giocato partite infrasettimanali, siamo abituati a questo tipo di lavoro, mentalmente cercheremo di recuperare. Dobbiamo convivere con questo problema e ben per noi perché vuol dire che la squadra gioca per fare bella figura in diverse manifestazioni”.

(Credits: Tuttosport)

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi