Del Piero: "Voglio chiudere vincendo qualcosa" | JMania

Del Piero: “Voglio chiudere vincendo qualcosa”

Ciro Ferrara non gli ha risparmiato qualche stoccatina, ma Alessandro Del Piero non si lascia andare ad isterismi e risponde al suo ex compagno e tecnico, con la classe che lo ha sempre contraddistinto: “Credo che quell’intervista sia stata fatta in un momento emotivo particolare. Non lo dico per giustificare le dichiarazioni di Ferrara, ma …

Ciro Ferrara non gli ha risparmiato qualche stoccatina, ma Alessandro Del Piero non si lascia andare ad isterismi e risponde al suo ex compagno e tecnico, con la classe che lo ha sempre contraddistinto: Credo che quell’intervista sia stata fatta in un momento emotivo particolare. Non lo dico per giustificare le dichiarazioni di Ferrara, ma credo sia stato così. Sicuramente nessuno di noi si sente un asino. Io chiederei di giocare sempre? Il problema è se un giocatore non vuole giocare. Il giocatore deve fare di tutto, ovviamente solo in campo, per essere titolare. Ma io non ho mai chiesto a nessuno di partire titolare, ho solo chiesto di non guardare a me con dei pregiudizi e di farmi partire alla pari con gli altri. È il mio modo di pensare e di vedere la situazione. Se un giocatore merita, che abbia 18 anni o 36, deve giocare, perché in campo devono andare i migliori. La cosa fondamentale è che vinca la squadra. Ho avuto sempre un comportamento corretto all’interno spogliatoio. Da parte mia c’è sempre massima disponibilità, massima apertura e massima voglia di fare bene. Passione e voglia di giocare sono fondamentali per essere in prima linea e per assumersi le proprie responsabilità.
Durante la conferenza stampa odierna, Alessandro Del Piero, ha toccato anche altri argomenti. A partire dal mondiale appena concluso.

SUDAFRICA 2010
La Spagna merita i complimenti di tutti per il risultato che ha conseguito e per come l’ha ottenuto – afferma il capitano bianconero -. La situazione italiana è diversa da quella spagnola, non sono realtà paragonibili. Sono mentalità diverse. La scelta della Juventus di avere italiani è una scelta della società di cui deve rispondere la società. Noi dobbiamo pensare solo a giocare e lavorare bene ogni giorno. Questi giorni sono importantissimi come sono importanti tutti i giorni di tutta la stagione. Quello deve essere il nostro pensiero e non dobbiamo pensare ad altro. Per quanto mi riguarda, ho ancora amore e passione per questo sport. Sono fondamenta solide per guardare al futuro. Sto bene, altra cosa fondamentale. E poi sono una persona ambiziosa sempre. Da qui a quando lascerò la Juve voglio tornare a vincere qualcosa. È una cosa che mi porto dietro da quando siamo andati in B“.

ALEX O DIEGO
Si vede che il mister ritiene che copriamo più o meno lo stesso ruolo. Nel corso della stagione può capirci di più e magari trovare altre soluzioni. Io e Diego non stiamo vivendo un dualismo. Entrambi pensiamo solo a fare bene. il mister si è sbilanciato su questa cosa. Non ha senso oggi dire altre cose su questo argomento“.

TREZEGUET E LA FASCIA
“È stato solo un episodio da giudicare come tale. David è una persona competitiva che ha voglia di fare bene. Non voglio portare il discorso su cose futili. Un giorno si dice che va via, il giorno dopo che rimane. Del Neri in questo senso ha parlato bene. Ha detto che chiunque è qui in questo momento fa parte della Juve. Quello che accade dopo non è di mia competenza e non posso mettermi a dare giudizi in merito”.

ULTIMA STAGIONE?
Il mio futuro è molto chiaro e limpido, sono totalmente focalizzato su questa stagione. Non ho particolari preoccupazioni per il mio contratto. Non ci sono trattative con altre squadre. La mia mente è libera e dedicata solo a quest’anno, che sento molto molto importante per la Juventus e per me. Voglio interpretarlo sotto tutti i punti di vista in maniera ancora più maniacale degli altri anni e questo naturalmente non lascia spazio ad altri pensieri. Offerte dall’America o dalla Cina? Non c’è stato nessuno.

INIZIO OK
Spesso e volentieri si giudica la preparazione se si vince o si perde, ma la preparazione è solo una delle componenti,. Non voglio giudicare quella che è la migliore. Uno deve fare il massimo per stare al meglio e tutto il necessario per migliorare. Certo negli altri anni qualche mancanza c’è stata perché abbiamo avuto molti infortuni ma non dipende solo dalla preparazione. Non so se preparazione di quest’anno migliore, so che stiamo lavorando bene. Del Neri è l’uomo giusto? Me lo auguro. Ha una storia importante, nel corso di tutti questi anni ha fatto molto bene. Per lui è una cosa gratificante essere alla Juve. È molto concentrato a far sì che la nostra e la sua stagione sia brillante. Le premesse sono buonissime. Poi i risultati dettano il giusto e lo sbagliato.

AUGURI A ZACCHERONI
Quando ho salutato lui e il suo staff gli ho fatto un grande bocca in lupo, perché è stata una persona che si è infilata in una situazione difficile, ha fatto molto per migliorare il nostro momento negativissimo e queste persone vanno apprezzate. Spero presto possa sedersi in panchina e fare bene».

CALCIOPOLI, ARGOMENTO CHIUSO
Che mi aspetto dopo che sono uscite le nuove intercettazioni? Niente in particolare. Non so cosa rispondere. Voglio pensare al momento attuale. Viviamo il nostro momento e basta. Ne ho già parlato di questo argomento, di come sento miei quegli anni e quegli scudetti. ln qualche modo appartiene al passato e voglio che stia lì.

(Credits: Tuttosport)

10 commenti

  1. Sembra che vi dia fastidio che il grande capitano (quasi 36 enne) continui a giocare ancora. Se Del Piero gioca e xche se lo meritta….cosa stanno facendo gli altri in più di lui? Del Piero non si tocca….la storia c’è lo insegna.

  2. @Andrea: condivido in pieno. Fosse per me lo avrei sbattuto subito in società, quest’anno.
    E’ vero: dice che non mette pressione ma in realtà la mette eccome (Capello? Ferrara?) e crea uno stato di cose scomodo a tutti: da un lato l’allenatore che mette Alex in panca e dall’altro i tifosi…con la società che si ritrova il delicato compito di dare un colpo al cerchio e uno alla botte.
    Potete passare tutto il tempo che volete a snocciolare numeri ma quello che vedo oggi è un giocatore che non è più in grado di saltare l’uomo, sbaglia cose non da lui, lento e a tratti egoista.
    Ma non preoccupatevi…facciamo “scappare” Giovinco, venderemo Diego…poi, quando avrà 40, FORSE vi accontenterete di vederlo lasciare il posto. Ma appena rimpiangete Sebastian o il talento di turno messo da parte (o mai arrivato) per l’ingombranza del Capitano i denti ve li rompo io (in senso amichevole eh?!).

    …però Cassano giovane promessa anche no 😉
    E per me Rossi, se fosse davvero così forte, sarebbe già esploso. L’avesse avuto Giovinco, il suo spazio, l’avremmo visto già in nazionale.

  3. Fenomenlex eravamo piu forti nel 2006 quindi quella punizione epika me la rikordo di meno ke alla rovescita nella sfida clou contro il milan del 2005 con susseguente gol di treseguet, anke perke nn ero konvintissimo ke la juve era piu’ forte del milan anzi ho dei forti dubbi, a vogliamo parlare dell ‘inter e dalla pareggite ke avevano quelle merde ahahahaha

  4. AAAAA DIMENTICAVO L’ANNO DI CAPELLO E IBRA DEL PIERO HA GIOCATO POKISSIMO E NIENTE TOTALE IBRA 11RETI ALEX 17RETI. E TI RICORDO ANCORA KE CAPELLO LO DEVE RINGRAZIARE XKE’ GLI HA FATTO VINCERE LO SCUDETTO AL 89MINUTO A SAN SIRO CALCIO DI PUNIZIONE MAGISTRALE INTER-JUVENTUS 1-2 PINTURIKKIOOOOOO X SEMPRE NEI NOSTRI CUORI GIORNO DA INCORNICIARE IL 09/11/1974 E’ NATA UNA STELLA.

  5. CASSANO GIOVANE PROMESSA AHAHAHHAAHHAHAHAHAHAHAHA SENTI ANDREA IL CAPITANO X LA GENTE DOVEVA FINIRE DI GICARE 3 ANNI FA,INVECE???? OGNI HANNO TI GARANTISCE MINIMO 16GOL A STAGIONE COSE KE ALTRE SECONDE PUNTE DELLA SUA ETA’ SE LO POSSO SOGNARE,QUINDI QUANDO SI PARLA DEL CAPITANO GIU’ IL CAPPELLO XKE’ QUANDO GIOCA NON HA MAI FATTO MALE…. GRAZIE.. STAGIONE IN SERIE B-CAPOCANNONIERE STAGIONE SEGUENTE SERIE A- CAPOCANNONIERE E POI ANCORA 17GOL. TRANNE L’ANNO SCORSO MA E’ ANDATA A TUTTI MALE.

  6. cassano giovane promessa?? wow!!!

  7. Salvatore,p roprio per questo credo che sia necessario che smetta. Va presa una promessa emergente ,non faccio nomi, ma con i soldi risparmiati dal contratto del capitano….inoltre fino ad adesso i giovani emergenti ( vedi Giusepper Rossi e Cassano) non vengono alla juve perchè sanno che giocherebbe DelPiero..e non certo perchè e meglio di loro..( ANCHE SE LO è STATO AMPIAMENTE)))

  8. Ce qual cuno meglio di del piero in squadra ve lo diko io no

  9. CONCORDO CON ANDREA..ERI,SEI E SARAI SEMPRE IL NOSTRO CAPITANO!! MA è GIUSTO CHE ANKE TU TI FACCIA DA PARTE!!!

  10. Eccoci!!! Dice che non mette pressione agli allenatori e poi appena Del Neri dice che non gioca con due punte basse lui sentenzia:
    – Il Mister si è sbilanciato….
    Sei e resterai un nostro idolo… ma adesso è il momento di farsi da parte, per non far dimenticare quanto di buono hai fatto per noi!!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi