Del Piero per sempre | JMania

Del Piero per sempre

Del Piero per sempre

Sai la gente è strana, prima si odia e poi si ama. Cambia idea improvvisamente…. quando la moda cambia, lei pure cambia… senza serietà come fosse niente…. Tu, tu che sei diverso, almeno tu nell’universo, un punto sei, che non ruota mai intorno a me,  un sole che splende per me soltanto, come un diamante …

Sai la gente è strana, prima si odia e poi si ama. Cambia idea improvvisamente…. quando la moda cambia, lei pure cambia… senza serietà come fosse niente…. Tu, tu che sei diverso, almeno tu nell’universo, un punto sei, che non ruota mai intorno a me,  un sole che splende per me soltanto, come un diamante in mezzo al cuore. Tu… (Mia Martini).
(Di Alessandro Magno) Tutto deve passare cosi è la vita. A volte in certi passaggi si può fare di meglio, io penso di sì. Non ce l’ho con il Presidente anche se una deroga a Del Piero io l’avrei concessa. Non è colpa di Andrea Agnelli se altri prima di lui per assenza di un carisma che gli consentisse di tenere insieme il popolo juventino nel momento peggiore della loro storia, hanno scelto di delegare ad Alex questo compito nobile, arduo e ingrato allo stesso tempo. La famosa frase pubblicata su tutti i giornali: ”Un cavaliere non lascia mai la sua signora”, non fu idea di Alex ma di quella dirigenza ricordata non proprio per avere grandi capacità. Dicevo, non ce l’ho con il Presidente che probabilmente anche giustamente ha deciso di riportare le cose nel giusto ruolo, perché un giocatore non può sostituirsi ad una squadra. Questo lo capisco. Capire però dovrebbero quelli che in questi giorni hanno criticato Del Piero dicendo che fosse lui ad aver voluto tutto questo. Sbagliato. Alex si è prestato. Certo a chi non farebbe tanto piacere avere tanto onore? Ma altri si sono rifiutati e loro si hanno fatto bene i loro comodi. Per il nostro bene Alex ci ha tenuti uniti quando altri non avevano le palle per farlo. E’ stato il Generale che mentre noi eravamo lontani da Roma e la stessa bruciava, ci ha tenuto insieme nelle battaglie. Mentre a Roma facevano la politica noi facevamo la guerra, uniti come fratelli. Come Ezio contro Attila. Non abbiamo tradito Roma e non la tradiremo mai, ma Roma che prima ci ha utilizzato ora ci ha guardato con non poca diffidenza. Questa è stata una brutta cosa. Pazienza, nella nostra lealtà totale non abbiamo marciato contro. E’ bene aggiungere che all’analisi finale quasi tutti gli Juventini non hanno tradito il loro Generale. Ero in piazza Castello a Torino fra i 400 mila a festeggiare e ho visto il tributo ai giocatori e al Capitano. Ho visto, sentito e cantato il nome del Capitano. Ero con gente che veniva dallo stadio e aveva assistito ad un tripudio di cuori e di lacrime. Al più caloroso addio a una squadra che io ricordi, finanche perché non preparato. Al giro di campo durante una partita più clamoroso che io abbia mai visto in vita mia. Diciamolo: in quel momento non fregava a nessuno della partita. In quel momento c’era solo da omaggiare il nostro Generale che era sceso per l’ultima volta nella sua (nostra) Arena. Non ce l’ho con il Presidente ripeto, forse è giusta la sua scelta. Ce l’ho con quella parte del tifo che a mio parere ha voltato pagina troppo presto. Ce l’ho con chi solo un anno fa gridava il nome di Del Piero e ora gli ha voltato le spalle. Ce l’ho con chi solo per un attimo ha pensato di fischiarlo allo stadio. Questi ultimi poi sono 4 gatti sfigati, glielo dico e non mi frega nulla se si offendono. Vi dovete solo vergognare per aver pensato anche per un solo momento uno squallore simile. Lo stadio ha emesso la sua sentenza ieri: siete un esigua minoranza.

La Curva Nord, secondo anello, ha scritto: ”Del Piero non è importante è l’unica cosa che conta”. La Curva Sud dove c’e’ ‘chi comanda’ ha omaggiato con 20 minuti di applausi scroscianti. Amen. Zitti. Fatevene una ragione. La Curva ama la Juve ed ama il suo Capitano. Roma e il suo Generale. Le due cose sono insicindibili, non sono contrapposte, fanno parte della stessa storia, della stessa famiglia. Agnelli non vi ha chiesto di odiare Del Piero, neppure una volta. Ha preso la sua decisione come è nelle sue mansioni e nelle sue responsabilità, ma voi vi siete subito ugualmente schierati dalla parte forte. Certo molto facile questo. Molto comodo ancorché poco coraggioso. Molto più difficile mettersi dalla parte di un figlio di un elettricista rispetto che al figlio di uno che possiede magari delle centrali nucleari. Lo capisco ma non lo apprezzo. Sarà perché pure io son figlio di un maestro di scuola, sarà perché anche io come Del Piero sono cresciuto in mezzo alla strada, in mezzo alla gente normale. Alex deve andare… E va bene mi piange il cuore, ma lo capisco. Alex come Garibaldi a Teano risponde ”Obbedisco” ma come Garibaldi non è contento, perché come Garibaldi sa che si poteva fare di meglio. Mi auguro solo che il suo esercito non venga mandato al forte di Fenestrelle come è successo ai Garibaldini. Grazie a Dio Andrea Angelli non è Vittorio Emanuele. Sono sicuro che il Presidente farà una grande Juve, lo sta già facendo, perché è un ragazzo in gamba e ha carisma. In soli due anni ci ha già riportato a vincere lo scudetto. Una gran cosa. Lo ammiro, anche se non sono disposto ad ammainare i miei sentimenti in forza di uno scudetto seppure bellissimo. Come molti di voi sono un po’ triste e un po’ felice. Chiedo solo umilmente al Presidente, che possa fare rientrare nei ranghi il nostro Generale quando smetterà. A Del Piero ho due sole cose da dire, la prima è la più importante: “Io non ti ho tradito”. La seconda vorrei che tu la prendessi come la mia carezza sul tuo viso. Spesso inizio i miei articoli con una canzone, per te Alex chiudo anche con una canzone, non l’ho mai fatto. Si tratta di Hey Jude la canzone che Paul Mc Cartney scrisse per la pena che provava a vedere il piccolo Julian Lennon, abbandonato da suo padre John. Questa canzone fa:

Hey Jude don’t make it bad, take a sad song and make it better. Remeber, to let her into your heart, then you can start to make it better…… And anytime you feel the pain hey Jude refrain, don’t carry the world upon your shoulders for well you know that it’s a fool.

Hey Jude non essere triste, prendi una canzone triste e rendila migliore. Ricorda di lasciarla entrare nel tuo cuore, così potrai iniziare a renderla migliore…. E ogni volta che senti dolore hey Jude, trattieniti. Non portare il peso del mondo sulle tue spalle, perché lo sai bene che questo è folle. (The Beatels).

71 commenti

  1. Cosimo_fino alla fine

    FJ, fino alla fine 🙂

  2. cosimo sono molto d’accordo con te agnelli e del piero fanno parte della stessa famiglia cosi come ho detto nell’articolo. A proposito ho 40 anni cosimo , tranquillo, avevo i lucicconi agli occhi e il nodo in gola quando alex faceva il giro di campo ma anche quando scrivevo questo articolo. 😉

  3. Cosimo_fino alla fine

    Alessandro, d’accordissimo con te, volevo solo dire che ci sono posizioni che hanno rispettato una certa coerenza anche nell’opinione di AA come presidente. L’attuale polemica a me fa solo male. ADP è il mio idolo di ragazzo, rappresenta una parte preponderante dei miei 35 anni da juventino. AA è colui il quale mi ha fatto ricordare il mio innamoramento dei colori bianconeri. Fra ADP e AA, rivendico la mia non-scelta. Ognuno (intendo ADP e AA) ha fatto le sue scelte, TUTTE legittime. Il Presidente si è assunto le sue responsabilità ed io sono assolutamente convinto che lo ha fatto alla luce degli interessi della Juve. Può aver sbagliato o no, ma decide per il bene della Juve, non per compiacere la piazza. O rivogliamo al comando gente come il francese o come Cobolli ?
    Ti confesso che, guardando in TV l’addio di APD allo JS, ho pianto senza riuscire a smettere. Ho 43 anni , è’ stato imbarazzante perchè non ero da solo, ma non riuscivo a bloccare i singhiozzi. E’ stato come veder partire un tuo ottimo amico sapendo che non solo non lo rivedrai più ma, soprattutto, non te lo ritroverai accanto quando ne hai voglia. Non so spiegare, ADP è stato oltre. Ma, comunque, rispetto la legittimità della scelta del Presidente.
    Detto ciò, posizioni come quelle riconducibili al comunicato postato da Drugo mi risultano veramente incomprensibili.
    Caro Drugo, mi piacerebbe che ad AA, Beppe Marotta, Paratici venisse loro dato quel credito e quel rispetto che, almeno io, ho promesso qualora mi avessero ridato la mia Juve. Evitiamo che quanto successo nel 2006 avveleni tutto. AA ha mantenuto finora tutti gli impegni presi. Il giorno in cui, avverate le premesse anche da lui auspicate, non richieda la revisione del processo sportivo a carico della Juve, sarò il primo a prendere posizione contro AA, pur se a 2000 km da Torino e con qualche post inviato qua e là, poichè questo mi è concesso.
    Un abbraccio a voi. Sopra tutto, forza Juve.

  4. concordo con te drugo. Cosimo lo so benissimo che c’e’ chi ha acclamato andrea agnelli da subito ricordo anche le petizioni in suo favore, niente da dire a questi ma ripeto io sono per la lecita’ del cambiare anche opinione non sono per chi cambia opinione prima insultava agnelli chiamandolo agnellino e ora fa la morale agli altri. Questo non mi piace.
    Fra l’altro se ti rivordi prima dell’avvento di andrea agnelli quando eravamo in b o appena tornati in a c’erano molti tifosi (e anche li si fecero petizioni) che vedevano del piero futuro presidente come boniperti.
    Anzi forse ti diro’ il problema andrea agnelli – del piero nasce proprio da qui.
    Ovviamente e’ una mia idea, prendila con beneficio di inventario.
    😀

  5. Ragazzi, questa lettera è stata scritta (giustamente o non giustamente è solo una questione di punti di vista) ed ha tutte le intenzioni di raggiungere lo scopo prefissato. Personalmente se fossi in Del Piero non tornerei indietro nemmeno se mi offrissero un contratto quinquennale a 3 milioni netti a stagione!! La dignità non ha prezzo!! Sì, la questione (se così vogliamo chiamarla) Del Piero mi ha molto amareggiato e non lo nascondo. Si poteva fare meglio, su questo non ci piove.

    saluti..

  6. Cosimo_fino alla fine

    No, non credo neanch’io alle infiltrazioni, ma a qualche strumentalizzazione si. Attaccare sempre e comunque, sfruttare ogni spiraglio per mettere in cattiva luce AA. Come dice Manuel, è la Juve che resta, e innanzi tutto io sono Juventino, prima che pro-Agnelli, Del Piero o Moggi.

    PS: @ Alessandro
    “Beh ora queste persone fanno i paladini del moralismo pro agnelli.
    Dico lecito cambiare idea ma io memoria ne ho non andate almeno a dire agli altri come devono comportarsi.”
    C’è anche qualcuno che da sempre ha invocato, prima, un Agnelli alla Presidenza e, poi, l’ha appoggiato nelle sue scelte perchè le ha ritenute nell’interesse della Juve. Voglio solo dire che c’è chi non ha mai cambiato idea, a proposito di AA.

  7. Chi disse la famosa frase “I campioni passano, la juve resta?”.

    Del Piero è diventato, nell’arco di 20 anni, l’espressione perfetta della “juventinità” e lo resterà comunque e sempre.

    So che la tendenza è molto spesso quella di andare a cercare le cose che non vanno piuttosto che quelle che ci danno gioia ma stiamo superando i livelli del buon senso.

    Conosco molte persone che erano pronte a far fuori Del Piero già con Capello ed ora sembra glin stiano togliendo un figlio. L’incazzatura è direttamente proporzionale alle minchiate dette prima.

    Vogliam fare come il Milan con Maldini? Spero proprio di no.

  8. Alessandro Magno

    non credo alle infiltrazioni ma sono d’accordo anche io con luke.

  9. Quoto il rosso.
    Avere la pretesa di personificare milioni di tifosi è da obnubilati con manie di grandezza.
    Si firmassero uno ad uno.
    E per un abbonamento lasciato libero ci sono decine di persone pronte a prenderselo.

    Arrivare a queste “dichiarazioni di guerra” nel momento in cui sembriamo aver ritrovato la via mi pare degno dei peggiori esaltati decerebrati. E così assurdo da sospettare infiltrazioni esterne.
    Come Alex avrebbe meritato, e avrebbe potuto ottenerlo, un altro finale, così NON merita di ritrovarsi oggetto di tutte queste polemiche fuori luogo.

    • “E così assurdo da sospettare infiltrazioni esterne.
      Come Alex avrebbe meritato, e avrebbe potuto ottenerlo, un altro finale, così NON merita di ritrovarsi oggetto di tutte queste polemiche fuori luogo.”
      Quoto tutto, anche la punteggiatura

  10. ragazzi di teste calde ce n’e’ da ambo le parti. Vi ricordatr quando si parlava di tavolo della pace? Beh mi trovai a discutere con persone a cui io dicevo ” aspettiamo a vedere cosa fa agnelli prima di giudicarlo male” e queste mi zittivano dicevano “chi agnellino?, chi il bamboccio di elkan? Chi quello che e’ stato messo li e non conta uncazzo?
    Behora queste persone fanno i paladini del moralismo pro agnelli.
    Dico lecito cambiare idea ma io memoria ne ho non andate almeno a dire agli altri come devono comportarsi.

  11. …certo, pensare che la maglia di Ale la prenda Verratti fa venire i brividi…

  12. I tifosi della Juve sono milioni e non sono certo rappresentati da una lettera dettata dalla pancia e dal cuore ma che non è transitata, ahimè, dal cervello. Ripeto: per me Agnelli, in questa occasione, ha fatto una cazzata solenne, ma resta il presidente della Juve, peraltro con molti meriti. Per cui, l’argomento è chiuso. Se fossi Ale, alla Juve, dopo tutto questo, non resterei neanche con un contratto faraonico. Spero con tutto il cuore che vada in Premier, poi spero che faccia un giorno l’allenatore e non il dirigente (l’ha fatto Mancini, perchè lui no?) e spero che alleni un giorno nella Juve uno dei due figli o tutti e due, se avranno ereditato la classe del padre. E l’anno prossimo, mi dividerò – se tutto va come spero – tra la Premier e la Juve. Questo sarebbe uno scenario perfetto per rendere meno tristi e amari certi momenti..

  13. Cosimo_fino alla fine

    Bisognerebbe portare forse anche un pò di rispetto verso un Presidente che ha riportato la Juve agli Juventini.

  14. ciao drugo allora l’articolo che ho fatto e’ un omaggio a del piero ma mi pare che la mia posizione su agnelli e’ chiara. Non sono per la delpierese ma neppure per la agnellese come non sono tifoso di ADP o di AA giusto per citare cose che leggo su web da una parte e dall’altra.
    Che le due parti non si siano lasciate bene mi pare evidente se hai visto la festa di addio manca totalmente una stretta di mano se non un abbracco fra il presidente e del piero e permettimi di dire che non e’ una cosa normale quando lascia una bandiera.
    Cosi come manca totalmente la richiesta a del piero di rientrare da dirigente. Anche questa e’ molto supposta ma in realta’ non c’e’ e per ora non c’e’ mai stata.
    Detto questo io non sono d’accordo con questa petizione anche se capisco che e’ fatta per amore.
    Non sono d’accordo perche’ non serve. Del Piero e’ stato congedato e non potrebbe mai rimanere da separato in casa. Da non accetto, quindi meglio che ognuno prenda la propria strada e si raffreddino queste frizioni. Ci furono anche fra Bettega e Boniperti anche Bettega du liquidato presto per i suoi gusti e non torno’ subito da dirigente ma torno’ dopo un po di anni.
    Ripeto non sono d’accordo con questa petizione fermo restando che ognuno e’ libero di abbonarsi come e quando crede.
    Spero di esser stato esaustivo.

  15. Juve, i tifosi scaricano Agnelli

    Il popolo juventino scarica il suo presidente, che ha riportato i bianconeri al vertice del calcio italiano, chiamandolo “rampollo viziato”. La notizia, che di per sé ha del clamoroso e rovina il clima festoso che si respirava dalla conquista dello scudetto 2012, è dovuta al mancato rinnovo della bandiera Alessandro Del Piero, che Agnelli – secondo gli ultras juventini – non sarebbe stato trattato con il dovuto rispetto.

    Ecco il comunicato emesso dalla tifoseria bianconera nei confronti della società, nella sua versione integrale:

    “I mittenti di questa comunicazione sono tutti i tifosi bianconeri (e Vi assicuriamo che sono numerosissimi) delusi dal trattamento che il presidente Andrea Agnelli ha riservato al Nostro Capitano Alessandro Del Piero. Alessandro Del Piero, dopo tutto ciò che ha fatto per la Juventus, contribuendo alle vittorie e partecipando alle sconfitte degli ultimi 19 anni, non merita assolutamente di essere trattato così e, siccome la proprietà è invasa da tizi che pensano solo al tornaconto economico e hanno prese d’orgoglio irrazionali e immotivate, noi tifosi bianconeri ci sentiamo in dovere di prendere in mano la cosa e di lottare per i nostri ideali e per la dignità del Nostro Capitano. Alessandro Del Piero è patrimonio della Juventus e di tutto il panorama del calcio mondiale ed ha dimostrato come sempre di essere ancora utile alla causa bianconera. Il trattamento riservato da Agnelli, altro non è che una madornale e irrazionale mancanza di rispetto verso le persone che amano Del Piero e verso il sig. Del Piero stesso. Con questa lettera intendiamo comunicarVi la volontà di noi tifosi bianconeri di CONTESTARE la proprietà della Juventus F.C. S.p.A. e di conseguenza attuare un piano che prevede:
    1) Contestazioni in Corso Galileo Ferraris, la sede della Juventus F.C. S.p.A
    2) Contestazioni presso lo Juventus Stadium e presso gli appositi store aperti tutta la settimana
    3) Mancato rinnovo degli abbonamenti per la stagione calcistica 2012/2013 con mancati ricavi per la Juventus F.C. S.p.A. di milioni e milioni di euro
    4) Sit-in presso al sede della Juventus F.C.S.p.A
    5) Invio di lettere, petizioni e proteste presso gli appositi indirizzi e-mail della società e molto altro…

    Noi tifosi bianconeri vogliamo RISPETTO per la nostra amata bandiera e vogliamo che sia lui e nessun altro a decidere sul suo futuro. Il Sig. Del Piero ha più volte fatto capire di voler rimanere alla Juventus e addirittura il Sig. Agnelli potrebbe tenerlo gratis, vista la possibilità di far passare il suo premio bonus per lo scudetto di questa stagione (2 mln di euro), come ingaggio della prossima stagione. Abbiamo scritto questa lettera a voi testate giornalistiche perché vogliamo considerazione dalla stampa e vogliamo invitarvi a parlare della cosa sui vostri giornali per così proseguire una storia che non ha nessun diritto di chiudersi per le pretese e l’orgoglio di un rampollo viziato. Ringraziando per la lettura, Vi porgiamo cordiali saluti I tifosi della Juventus FC S.p.A”.

    Fonte

  16. quoto dnajuve65 e aggiungo che purtroppo questo comportamento è sintomo di scarsa qualità nella dirigenza.

  17. @ Alainjane… forse la pensiamo allo stesso modo ma non mi hai capito, opp mi sono espresso male…
    Del Piero troppo GRANDE…
    proprio per quello Agnelli è stato fischiato,il tifoso vuole Del Piero,Agnelli no,ed il risultato sono i fischi.
    Del Piero,da fastidio a piu’ di una persona in dirigenza !

  18. Alessandro Magno

    onestamente di fischi ne sento ben pochi alainjane poi se vogliamo utilizzare qualsiasi argomento pur di attaccare del piero. io sento davvero pochissimi fischi rispetto agli applausi

  19. Behqualche fischietto se lo meritava ha esordito con ringrazio mio ciìugino john , pensa se lo diceva del piero ringrazio john elkan lo fucilavano 🙂 comunque non l’han fischiato tanto appena appena 🙂

    http://www.youtube.com/watch?v=GMbCyPWdiXo&feature=uploademail

  20. rispondo a dnajuve65
    15 maggio 2012 at 13:58
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah dirigenza OSCURATA addirittura!!!!! Ma mi sbaglio o quello che è stato fischiato è stato proprio Agnelli?? Qua si stanno ribaltando i ruoli e le prospettive…. ma ormai ci sono abituato.

  21. Alessandro Magno

    d’accordo con te cosimo.
    Marameo77 ovviamente se il tuo “nessuna polemica” del post di prima era relativo ai tifosi del milan propendo per dire che nessuno di quelli che si ritira e’ all’altezza di del piero. Per classe e per storia. Gli unici milanisti che si possono paragonare a del piero sono maldini e baresi che han fatto tutta la carriera li e che han vinto tutto e che
    son stati derubati del pallone d’oro proprio come alex che hanno record come alex e che sono ricordati per esser fra i piu’ grandi calciatori della storia. Neppure inzaghi seppure e’ un grande bomber puo dire questo men che meno nesta seedorf gattuso che sara’ anche una bandiera ma non e’ mai stato un possibile pallone d’oro ne verra ricordato per esser uno dei piu’ grandi giocatori della storia.
    😉

  22. cosimo_fino alla fine

    Cari fratelli gobbi, caro Alessandro, non voglio aggiungere nulla all’articolo nè ai post, tutti più o meno condivisibili. Ma mi dispiace moltissimo quando la discussione prende la brutta china di una SCELTA fra ADP e AA. E perchè mai ? ADP è la Juve, come Platini, Boniperti, Nedved, Umberto e Gianni Agnelli, pochi altri ancora. AA è il Presidente che ci ha ricordato COSA E’ la Juve e, a mio modesto avviso, sarà colui che riporterà ai massimi livelli internazionali questa società. Seguendo l’esortazione di Conte, io sono contento di essere Juventino. Ma sono anche contento di avere avuto la fortuna di poter indicare ADP come mio Capitano e AA come Presidente.
    W ADP, W AA, FJ fino alla fine

  23. Marameo77 che alla dirigenza non siano andate giu alcune cose come la firma in bianco lo sappiamo come non penso che un giorno del piero si sveglia e cosi per mania di protagonismo decide di firmare in bianco. Quel video fu la conseguenza di una campagna abbastanza diffamatoria che voleva far passare il messggio che del piero per il rinnovo volesse un sacco di soldi ecco perchè del piero per metter a tacere quelle illazioni fece quel video. Sicuramente fu un bel gesto per i tifosi ma mise con le spalle al muro la dirigenza che forse già quell’anno non voleva rinnovare a Del Piero ( questa è una mia ipotesi prendila con beneficio d’inventario). Come sai anche che Agnelli fece un messaggio celebrativo in cui già a Ottobre disse che Del Piero era all’ultimo anno che non piacque per niente a Del Piero. Dopo abbiamo scoperto che anche questo messaggio mise con le spalle al muro Del Piero. Anche questo provocato perchè già circolava voce che Del Piero avrebbe comunque continuato. Ora come vedi come ho detto e ricordato di colpi bassi ce ne sono stati da una parte e dall’altra. Io come dice l’amico il rosso penso che volendo potevano esser superati da una parte e dall’altra con più buona volontà. Non è andata cosi va bene, finisce una storia molto bella, non ci dividiamo con la società pero’ anche io dico che Andrea Agnelli che ha fatto bene tante cose qui poteva fare meglio.
    Un altra considerazione sugli adii di altri giocatori. Inzaghi polemiche ne ha fatte già a Gennaio s’è lamentato di non esser stato inserito nella lista Champions ed era in procinto di andare alla Lazio salvo poi decidere di rimanere. A Nesta han chiesto un rinnovo di un anno cosi come Gattuso che hanno entrambi rifiutato ( Del Piero l’anno scorso l’ha accettato e credo guadagando molto meno di entrambi) Gattuso ha fatto anche polemiche sullo spogliatoio che pare non è sereno quindi proprio zitto zitto non è stato. Seedorf a cui han proposto anche a lui un anno mi pare che è piu’ o meno tutto l’anno chel itiga con Allegri quando lo sostituisce e ha deciso di andare via cosi di suo cosi come Van Bommel, quindi direi che non son tutte rose e fiori neppure al Milan. Per chiudere Nedved. A Nedved è stato proposto un contratto a gettone che ha rifiutato perchè considerato offensivo. Nedved è stato più volte sul punto di accettare la corte dell’Inter (almeno secondo Mou e Raiola) ed è vero che non se l’è sentita e ha rifiutato , ma con la Juve non sono state assolutamente rose e fiori tanto è vero che in polemica sul suo ruolo in società non s’è presentato all’inaugurazione dello Stadio, lui che è fra l’altro oltre a una delle 50 stelle e il giocatore straniero con piu’ presenze, era in quel momento già un dirigente della società. Ora questo ad Andrea non ha dato fastidio e menomale dico io almeno non ci siam persi Nedved, pero’ poteva pure accadere che Agnelli si offendeva per questo. SInceramente è abbastanza grave che Nedved non ci fosse all’inaugurazione del nuovo stadio e il fatto che fosse a una partita di beneficenza del suo paese non è una giustificazione plausibile. Non è che aveva un lutto capisci? partite di beneficenza se ne fanno tante lo stadio suo la Juve lo inaugura una sola volta nella sua storia. Nedved è stato perdonato. evidentmenete Andrea Agnelli è più amico con Nedved che con Alex . Ci stà per carità. Poi che Nedved sia uno di poche parole e non appare su tutti i giornali mentre Del Piero ogni cosa che dice va in mondo visione questo non è colpa di nessuno è solo il carattare molto diverso che hanno i due, pero’ davvero dire che Nedved se n’è andato tranquillo tranquilo senza polemiche mi pare esagerato.

  24. Marameo, che alla dirigenza non siano andate giù le dichiarazioni ai media posso anche capirlo, ma – ovviamente – la ritengo una motivazione del tutto insufficiente per negare finanche una ipotesi di rinnovo a uno come ADP. Io non sto contro la società e credo che nessun tifoso degno di questo nome possa stare contro Agnelli. Il tifoso però, come critica la società quando questa va male e pretende dimissioni da questo e da quell’altro, ha ovviamente il diritto-dovere di criticare una scelta. Per me, questa scelta è sbagliata. Di più, è una solenne cazzata. Non per questo nego tutta la mia riconoscenza alla dirigenza che ci ha portato dalle stalle alle stelle (tre) in un tempo impensabilmente breve. Ultimo spunto: Nedved ha capito che era arrivato il suo momento, non è che non volesse “tradire” (ma chi l’avrebbe accusato di tradimento??). Del Piero si sente in grado di giocare a buon livello: se la Juve non rinnova cosa dovrebbe fare, smettere per forza? Io preferisco vederlo giocare ancora, sinceramente. ADP mi emoziona. E’ l’emozione sportiva più grande insieme al bianconero. Fortunati noi che per così tanti anni abbiamo potuto godere delle due emozioni fuse in una sola più grande. Tristi (non so voi, ma io mi sento triste), per questa separazione un poco innaturale.

  25. x dna,
    non credo sia questione di oscuramento o protagonismo. Alle volte può anche far comodo avere un uomo immagine che catalizzi tutte le attenzioni e permetta agli altri di lavorare con tranquillità! Tra l’altro nel caso in esame per la Juventus sarebbe stato molto più “popolare” rinnovare il contratto a Del Piero…
    So per certo che alla dirigenza non sono andate giù le dichiarazioni ai media di del Piero dello scorso anno sul contratto firmato in bianco.
    Non vorrei che cascassimo tutti nel solito giochino dei media che tentano di dividere il nostro ambiente per metterci contro la società.
    Quest’anno a 6 calciatori del milan (alcuni dei quali hanno fatto la storia recente del club) non verrà rinnovato il contratto eppure nessuna polemica…come non si sollevarono cori di sdegno per il mancato rinnovo a Pirlo.
    Un ultimo spunto di riflessione: Nedved all’ultimo anno di contratto aveva avuto l’opportunità di continuare a giocare con altre squadre (e lui aveva ancora voglia di fare il calciatore), ma piuttosto che tradire la Juve, capendo che era arrivato il proprio momento, decise di ritirarsi senza alcuna polemica.

  26. eppure vorrei proprio conoscere i geni che avrebbero voluto fischiare durante il giro di campo..

  27. Alessandro Magno

    non per il coniglio nel conilgio quello lo avevo capito ah ah ah grazie per il bel pensiero di sopra 😉

  28. bè, il coniglio che sbuca dal coniglio è proprio bella……!! intendeve dal cilindro, of course..

  29. Tutto ha una fine, ma la Storia vorrebbe che certi calciatori, eletti a simbolo di una squadra attraverso anni, dolori e gioie e tutto ciò che sappiamo, dovrebbero decidere quando smettere. Non sono molti, questi calciatori, anzi. Ho trovato stonato le parole di Elkann, l’accostamento a Shumacker, come ci fosse un “rimosso” da non affrontare. Del Piero non smette, “deve” andar via e non per sua scelta. Questo, comunque lo si voglia giudicare da un punto di vista tecnico o emozionale, è “brutto”, lasciatemelo dire. Brutto. Brutto anche per il Capitano, costrettto per la voglia di giocare (non gli si può chiedere di metterla in un cassetto) a lasciare casa sua, indossare un’altra maglia, calcare altri campi. E’ una fine letteraria, l’hanno detto in molti, ma diciamolo: brutta, brutta, brutta. Che non si possa puntare su un trentottenne per il futuro, mi pare ovvio. Che avrebbe potuto entrare in campo qualche volta in più e qualche minuto prima, in certe partite che non decollavano, è – secondo me – altrettanto giusto. Se fosse accaduto, sarebbe potuto essere lo stesso copione da utilizzare per la stagione prossima. Un’arma importante, con tutti i limiti dell’età ma con tutti i pregi di una classe inscalfibile. Invece si è scelto altro, il Capitano ha giocato un po’ di più solo nelle ultime gare, un pezzetto di scudetto è certamente suo ma non si può negare a un campione del genere tutta l’amarezza di una situazione poco “pulita”, nel senso di poco chiara nelle motivazioni che l’hanno generata. Per quanto mi riguarda, Del Piero per sempre. Perchè il calcio è fatto anche di “eroi” positivo, che si identificano con la squadra e che identificano la squadro nel cuore dei tifosi. Di calciatori sentiti come tifosi tra gli altri, perchè scelgono (e i motivi mi interessano poco) di restare con la stessa maglia per una vita intera. Di calciatori col numero dieci che accendono l’immaginario, la speranza, nel senso che quando le cose vanno male ti aspetti sempre la magia, il coniglio che sbuca dal coniglio, il gol rubato al destino. Di Del Piero non ce ne sono stati molti, e io non ne vedo altri. Per questo e per mille altri motivi, avrebbe meritato di finire con noi.

  30. per invidia…
    …dirigenza oscurata dalla Maestosa figura di Del Piero.

  31. @ redazione,ma secondo te come mai Agnelli ha deciso di non prolungare il contratto ad Alex?

  32. Quoto in pieno dnajuve65

  33. tutto ha una fine,anche la carriera di Del Piero sapevamo che doveva finire…
    …quello che neanche lontanamente immaginavamo(fino ad ottobre 2011),era che finisse cosi…finisce la storia nella Juve,mentre immaginavamo che finisse la carriera nella Juve…io almeno, un finale cosi non lo immaginavo di sicuro.

  34. Si tutto lo Stadio, infiniti e bellissimi 20 minuti indimenticabili

  35. Alessandro Magno

    ok cabezon grazie per la segnalazione vedro’ di far correggere quella parte di testo tuttavia mi pare di poter dire che la curva sud ha tributato senza se e senza ma la proria standing ovation a del piero giusto?

  36. striscione esposto in curva Nord lungo 25 mt esposto e scritto dal sottoscritto con la collaborazione di altri ragazzi.
    Alex fino alla fine.
    ma MAI contro la società. LA JUVENTUS PRIMA DI TUTTO.

  37. cabezon a me ieri han detto drughi secondo anello curva sud e me lo ha detto un amico che e’ nei drughi se ho sbagliato comunque me ne scuso.

  38. luke ti do ragione sul tuo ultimo post. Ho scritto chiatamente nell’articolo che e’ giusto riportare le cose al suo posto e un giocatore non puo sostituire una squadra per ovvi motivi….. Sulla mia obbiettivita’ ho scritto nei commenti che a volte ci piglio altre no. Lungi da me pontificare c’e gia’ tanti Papi non autorizzati che circolano su web 😉

  39. Nell’articolo c’è un errore lo striscione “Del Piero non è importante è l’unica cosa che conta” no è nella curva sud ma nella Nord e non c’è nessuno che comanda ma è stato uno striscione che è venuto dal Cuore senza se senza ma.

  40. @ Alainjane,il mio stai toppando alla grande è riferito alla questione Del Piero.

  41. @Alessandro: beh, chiunque qui può confermare che tu, pur scrivendo col cuore in mano, mai hai mancato di rispetto o attaccato AA. Le obiezioni si possono sollevare ed è giusto difenderle, se si è convinti di avere ragione.
    Però, proprio perché scrivi col cuore in mano, ogni tanto, imho ovviamente, pecchi di obiettività. Dire che non hai mai sentito affermazioni di Alex relative al suo poco impiego o alla sua scarsa predisposizione ad un impiego part time bon mi sembra onesto.

    Poi per carità, tutti qui manchiamo di qualcosa ma pur sempre per l’amore immenso che proviamo per i nostri colori.
    A me da fastidio chi sembra (e metto “sembra” giusto perché il beneficio del dubbio non si nega a nessuno) anteporre un singolo giocatore alla squadra.
    Non è il tuo caso ma, per esempio, a me lo striscione “alex…unica cosa che conta” non è piaciuto affatto. E lo dice chi al gol di Alex, e conseguente abbraccio, si è commosso, ancor prima dell’uscita finale.
    È una questione di equilibrio. Non sono e non sarò mai un “Crudeli” bianconero e cerco sempre di mettermi dalla parte di chi ragiona con la testa piuttosto che con il cuore. Per questo preferisco appoggiare AA, perché il nostro futuro è legato alla SUA TESTA e non al cuore dei tifosi. E per fortuna, permettimi di aggiungere.

    Forza Juve sempre.
    Amici di nessuno.

  42. alajane a ciascuno il suo ruolo del piero e’ un calciatore intanto in primis per farli ritornare qualcuno li doveva prima vincere e del piero li ha vinti sul campo quei due scudetti. 😀

  43. marameo indubbiamente e’ stato un passaggio complicato non capita tutti i giorni che va via una bandiera tanto grande come alex. Io ripeto fino alla noia non ho mai detto e non lo penso che del piero sia la perfezione fatta a uomo. So di colpi bassi da una parte e dall’altra ho detto che potevano fargli una deroga. Non e’ stata fatta va bene lo stesso esce da trionfatore. Non mi sono messo ne contro la juve ne contro agnelli ne contro chi ha mosso critiche contro alcune scelte o comportamenti di del piero.
    Io penso che ad esempio luke puo assolutamente confermare che non
    ho mai scritto articoli o commenti contro agnelli e chiedo la sua conferma perche’ spesso abbiamo discusso di del piero su posizioni differenti.
    Ho scritto chiaramente nell’articolo che non ce l’ho con chi ha mosso critiche piu’ o meno lecite su del piero ma ce l’ho con quelli che magari su facebook han scritto cose tipo “non vedo l’ora che andrea agnelli prende a calci nel culo del piero” ce l’ho con quell’imbeccille che su facebook si e’ finto 4 persone differenti per insultarmi perche’ io difendendo del piero destabilizzo la juventus ce l’ho con quei 4 gatti che pensavano di fischiarlo perche’ avrebbe rifiutato la festa organizzata dalla juve (anche questo una falsita’ assoluta)……ce l’ho con questa gente che e’ assolutamente irriconoscente e non si merita un capitano di tale grandezza. Poi non sta a me dire se era il momento giusto o no io non sono il presidente della juve io scrivo delle cose con il cuore a volte piacciono a volte meno a volte ci azzecco altre no. Tutto qui 😉

  44. si si hai ragione 64 Agnelli sta toppando alla grande… e infatti chissà chi ce l’avrà il merito se ( ma sembra molto difficile) un giorno quei due scudetti torneranno a casa. Ma DEL Piero, ovviamente!

  45. Io credo che il presidente stia facendo un errore imperdonabile
    Del Piero non andava trattato in questo modo
    un errore imperdonabile a cui per ora è sempre in tempo a riparare
    Fra l’altro quando è entrato in campo quast’anno ha sempre dato il suo contributo.
    Caro presidente,stai toppando alla grande!!!!!!

  46. L’unica cosa che mi consola è che se ne va da vincitore, col tricolore sul petto, dopo una stagione fantastica, alzando per l’ultima volta (da giocatore)uno scudetto con la Juve, osannato e amato dal popolo bianconero! Penso che tutto questo nessun altro glielo farà provare! Alex, ovunque andrai, sarai sempre il NOSTRO CAPITANO!

  47. X Alessandro,
    come scritto sopra, non voglio entrare nel merito del rinnovo del contratto perchè sarebbe un discorso molto complesso e bisognerebbe conoscere tutta la storia, chiaramente ognuno ha la propria opinione ma continuo a pensare che la società non abbia tutte le colpe.

  48. Vedere la Juve senza Del Piero sembrerà strano. Tutti abbiamo vissuto intensamente, con lacrime agli occhi, quel giro di campo ricco di applausi grida festanti e lancio continuo di sciarpe Juve a cui Del Piero si è prestato a raccoglierle. Come dimenticare un momento così toccante ed emozionante.

    Anche se provo tantissimo dispiacere, avrei voluto che restasse per quello che ha dato alla Juve… ma, se distacco ci deve essere, meglio che avvenga in questo modo … da CAMPIONE, da grande CAPITANO, da colui che ha visto innaugurare lo Stadio, che ha saputo riportare la Juve allo spendore di sempre, che non ha mai mollato, ridando fiducia all’ambiente giocando anche in “B”.

    Ci lascia un MITO della Juve, una METEORA un giocatore che negli ultimi 20 anni è entrato nei cuori di amici e nemici della Juve e col suo carattere pacato non ha mai offeso nessuno …. un’ICONA della JUVE e del calcio tutto.

    GRANDE !!!!! GRANDE !!!! GRANDE !!!!!!!!!

  49. luke mi spiace ma come ho detto a marameo e ripeto a te non c’e’ una sola intervista in cui lui dice che vuole giocare se me la trovi dammi il link che la leggo come non c’e’ alcuna proposta della societa’ per un contratto part time. Poi credimi non c’e’ da parte di del piero da fare nessun passo indietro il popolo si e’
    pronunciato e’ ha detto che ama del piero. Mi pare che piu’ che dire “obbedisco” e lasciare senza fare polemica non vedo cosa di piu’ potrebbe fare?

  50. Io penso che la realtà dei fatti dia ragione a Marameo.
    Le “colpe” vanno divise ma il passo indietro, per me, dovrebbe farlo Alex.
    Quante altre interviste deve rilasciare dicendo che VUOLE GIOCARE perché ammettiate che il primo a non voler restare a queste condizioni è proprio Del Piero? E sia ben chiaro, da amante del calcio giocato lo capisco benissimo ma bisogna essere onesti nell’ammettere che questo cozza con la necessità di mettere su un parco attaccanti che fisicamente possa garantire il pesante lavoro che il mister chiede.
    Cioè gente, si scartano giocatori ben più giovani di Alex definendoli “poco mobili”.
    Forse avete perso di vista i ritmi della CL e dei campionati migliori…

  51. io farei una proposta ninte piu abbonamenti e tifosi allo juventus stadium….agnelli forse cambira idea su ALEX……………….

  52. marameo concordo sul fatto che la cosa poteva esser gestita meglio da entrambe le parti purtroppo entrambe le parti han fratelli cugini e consiglieri che spesso fan piu danni che altro mi permetto di non esser d’accordo sul fatto che del piero voglia giocare ed esser protagonista per il semplice fatto
    Che del piero non e’ stato per nulla contattato e invitato a discutere ne gli si e’ posto nulla quindi non e’ nella situazione tipo nedved in cui gli si propose un contratto a gettone a del piero non gli si e’ proposto proprio nulla quindi non e’ cxorretto secondo me affermare che volesse questo o quello persino mauro a sky gli ha chiesto Se non fosse stato meglio che si ritirava e faceva il dirigente della juve e del piero sorridendo ha detto che questa cosa non gli e’ stata proprio proposta di conseguenza non poteva prenderla in considerazione.

  53. ciao a tutti ragazzi capitan saprrow io ho vissuto quei momenti come te come tutti e mi ricordo la lettera di del piero che scrisse “stiamo uniti” bisognerebbe ricordare a tutti che nel 2006 quando si parlava addiritura di C2 l’unico e ripeto l’unico che disse si alla C2 con la juve fu del piero.

  54. Anch’io sono triste per l’addio allo Juventus stadium da giocatore di Alex e mi sono commosso al momento della sua sostituzione domenica.
    Non voglio entrare nel merito del rinnovo del contratto e su come sia stata gestita tutta la vicenda (a mio avviso entrambe le parti l’avrebbero potuta gestire meglio), ma credo che non si possa rimproverare alla Juventus il mancato rinnovo del contratto ad un calciatore di 38 anni. Parliamoci chiaro Del Piero vuole giocare ed essere protagonista e questo l’anno prossimo la Juve non può garantirglielo.
    Detto questo, è evidente che un saluto migliore di questo al Capitano è difficile da immaginare, lascia da Campione d’Italia – con una finale ancora da disputare – ed uno stadio (ed un intero popolo) in festa.
    Platini lasciò la Juventus in una scialba domenica con una squadra che aveva chiuso il suo ciclo vincente e si avviava ad uno dei peggiori decenni della sua storia. Ora la prospettiva è molto diversa…
    A presto Capitano!

  55. Io sono sempre stato un sostenitore di Del Piero, fin dal principio. E sono sempre stato ripagato e con gli interessi da questo straordinario campione, in campo e fuori dal campo.
    Nella sua carriera è stato osannato e condannato come pochi altri: è sceso agli inferi e risalito in paradiso innumerevoli volte.
    Ha fatto da parafulmine e da capro espiatorio e ha pagato troppo spesso colpe non sue, anche perché la sua maggiore “colpa” è stata quella di essere il simbolo della Juventus, la squadra più amata ma anche più odiata d’italia.
    Mai nessuno mi ha dato le gioie che mi ha dato Alessandro Del Piero. L’ho sempre difeso a spada tratta in qualsiasi situazione, consapevole del fatto che non mi avrebbe mai tradito. E così è stato, sempre, in questi fantastici 19 anni. Ogni suo gol valeva più degli altri e ce ne ha regalati tantissimi.
    Anche l’addio è stato degno della sua inimitabile carriera: è uscito da trionfatore. Mai nessuno era riuscito a farlo prima di lui.
    Grazie Alessandro. Ci mancherai

  56. capitan sparrow

    Infine, Alessandro Magno, ho vissuto la Juve di Charles, Boniuperti e Sivori, quella di Platini, Rossi, Tardelli, Bettega (chiedo scusa a chi non cito, ma erano tutti grandissimi), e quella degli ultimi 20 anni; permettimi di dire che tutti i nomi che ho fatto sono state delle bandiere bianconere, ma Alex è stato il più grande di tutti, per quanto ha fatto in campo e fuori.

  57. capitan sparrow

    Ciao Alessandro Magno
    ti riporto una riflessione di mio figlio, poco più che ventenne: i ragazzi della sua generazione hanno conosciuto una Juve con Alex; difficile concepire una Juve senza il suo capitano. Ne aggiungo una mia: a quella generazione Del Piero ha mostrato lampi di classe immensa, ma soprattutto ha insegnato il rispetto dell’avversario, la lealtà, la pacatezza e il senso della misura in campo e fuori. Cose di poco conto? non so……

  58. @Alessandro Magno: 😉

  59. capitan sparrow

    Dico soltanto che un pomeriggio di 6 anni fa ero in curva a Rimini con la morte nel cuore, quando ho visto spuntare Alex dagli spogliatoi: in quel momenti i tifosi juventini, quelli veri, hanno capito che la storia della Juve continuava, e hanno cominciato a sperare di vivere una giornata come quella di domenica scorsa. La Juve continua anche senza Del Piero, ma non so cosa sarebbe stata senza di lui…..

  60. ciao efu ormai la decisione e’ presa non ho scritto questo per spingere verso un ripensamento ho scritto questo solo come sfogo mio personale. Ripeto in questi ultimi giorni mentre tutto il popolo juventino ha dimostrato ampiamente cosa rappresenta del piero per se uno sparuto gruppetto a mio modestissimo parele s’e’ comportato male. E non dico che del piero non e’ criticabile. Anche io non ho apprezzato il personaggio con cui ha scritto il libro. Pero’ prendere a pretesto quasiasi cosa per attaccare del piero ha dimostrato di che forza sono alcuni che lasciatemelo dire un Del Piero Non se lo meritano. 😀

  61. …IO INVECE…SARO’ SEMPRE AL TUO FIANCO PERCHE’…IO DI TE NON MI STANCO……
    CAPITANO…SAI CHE??? SEI LA COSA PIU’ BELLA CHE C’E’!!!

  62. PERDONALI CAPITANO PERCHE’ I NOSTRI DIRIGENTI NON SANNO QUELLO CHE FANNO!

  63. purtroppo per noi il grande ALEX si è congedato dal suo pubblico e la Juve e non credo piú che possa accadere un miracolo.. cioè un ripensamento di AA e Del Piero. Sempre e SOLO JUVE!

  64. grazie ragazzi. Questa e’ la mia personalissima lotta fra il cuore e la ragione. Come tutti i juventini veri dquelli non interessati a lecchinaggi vari, sono un po triste e un po felice. si e’ visto allo stadio e per le strade che siamo assolutissimamente la maggioranza. Alex Del Piero e’ un uomo come tutti ha i suoi pregi e i suoi difetti e lungi da me dire che sia la perfezione fatta a persona pero’ e’ la piu’ bella cosa che la Juve ha avuto in questi ultimi venti anni
    ed e’ assolutissimamente il giocatore piu’ rappresentativo e che ha incarnato piu’ di tutti lo spirito Juventus. AnCHE piu’ di Boniperti e Platini.
    E lo dico io che son cresciuto con Platini. Per cui.

  65. beh io, onestamente, un po’ ce l’ho anche con AA

  66. grande pezzo, da lacrime e da far leggere a chi so io e non faccio cognomi ma solo nomi anna miss etc etc
    ed i suoi discepoli del monociglio senza portafoglio, che sputano come dei lama, bene qualche sassolino incomincio a levato anche io … per sempre fiero di essere cresciuto al fianco di questo campione esempio di sport e di vita. come recitava un cartello: parlerò di te ai miei figli.

  67. Senza svolazzi e lacrime, dico che rinunciare a un giocatore così, oltretutto non perchè non ce lo possiamo permettere, è una cazzata pazzesca.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi