Del Neri: “Dobbiamo prendere meno gol” | JMania

Del Neri: “Dobbiamo prendere meno gol”

La Juventus è pronta per la trasferta di Udine, una sfida importante e che giunge in un momento delicato per i bianconeri che avranno pure qualche defezione di troppo. I pareggi contro la Sampdoria e il Lech Poznan hanno lasciato l’amaro in bocca, ma mister Del Neri sa come curare il proprio malato: “Se si …

La Juventus è pronta per la trasferta di Udine, una sfida importante e che giunge in un momento delicato per i bianconeri che avranno pure qualche defezione di troppo. I pareggi contro la Sampdoria e il Lech Poznan hanno lasciato l’amaro in bocca, ma mister Del Neri sa come curare il proprio malato: “Se si prendesse qualche gol in meno staremmo meglio – esordisce il tecnico bianconero in conferenza stampa – Le preoccupazioni fanno parte del mondo del calcio, ma anche le sicurezze e non è che tutto quello che abbiamo fatto finora sia da buttare. Sicuramente dobbiamo migliorare e rimediare agli errori. Quelle con Sampdoria e Lech sono state due partite molto diverse, per come abbiamo subito i gol. Contro la Samp abbiamo sbagliato come reparto, con il Lech ci sono stati errori dei singoli. Se poi non avessimo preso gol al 92’ si sarebbe parlato di grande rimonta. Ci sono stati errori ma anche cose positive, come l’aver creato molto, rispetto a quanto ottenuto. Quando saremo più attenti e fortunati le cose si assesteranno. È chiaro che ci si attende molto da noi e quindi le cose che riusciamo a fare bene vengono evidenziate meno rispetto alle difficoltà”.

IL PASSATO NON CONTA
“D’altra parte ci sono anche gli avversari, che pressano e creano difficoltà e poi magari cambiano atteggiamento. La Juve dello scorso anno mi interessa poco, abbiamo già da pensare a quest’anno. Non è che teniamo la palla bassa perché lanciare lungo era un errore del passato. Con due giocatori alti potremmo anche ricorrere alle palle lunghe”.

MECCANISMI NON ANCORA OLIATI
“Solo uno può sapere quanto tempo ci vuole… Io sono un comune mortale e non ho la sfera di cristallo. Spero che si possa migliorare il più velocemente possibile e stiamo lavorando per questo”.

L’AVVERSARIA DI DOMENICA
“L’Udinese ha giocato molto bene con l’Inter, ha giocatori di spessore e sa stare bene in campo. Sarà una gara impegnativa, ma quale non lo è in questo campionato? Zero punti in questo momento contano come il due di picche. Il campionato è appena partito e la classifica non può esprimere i reali valori della squadra. L’Udinese ha Inler, Asamoah, Sanchez, Di Natale…È una squadra tosta e quindi dobbiamo essere attenti e avere un atteggiamento di sano agonismo”.

DI NATALE, BIANCONERO MANCATO
“Con Antonio siamo in ottimi rapporti. Ha fatto la sua scelta di vita e bisogna rispettarla, mi pare che gli faccia anche onore. Non ha rifiutato la Juve, ha deciso di rimanere a Udine perché lì è amato e ha messo radici”.

AMAURI E’ PRONTO
“Amauri è a disposizione, come tutti gli altri attaccanti e questo è l’importante. Che poi giochino dall’inizio o entrino durante la partita conta poco. L’importante è che stiano bene e che quando chiamati in causa riescano a dare il loro apporto. Aquilani? Giocheranno Melo e Marchisio domani. In questo momento è la coppia meglio assortita, ma nulla toglie che dopodomani ci sia un’altra situazione. Abbiamo 5-6 partite di fila e tutti meritano di giocare”.

MOVIMENTI IN DIFESA
“Chiellini a sinistra? Non credo, perché è una sicurezza come centrale e non credo sia il momento adatto a scombussolare la difesa. Rinaudo ha giocato come esterno qualche volta nel Palermo. Certo, non può essere Maicon, può fare il terzino destro in una certa situazione, ma non arrivare al cross dieci volte a partita. Non bisogna mai dimenticare le caratteristiche dei singoli e lui è più difensore che esterno di ruolo”.

FIDUCIA IN MOTTA
“Motta ha sempre delle brutte gatte da pelare. Prima Cassano, domenica Sanchez o Di Natale… Questi giocatori possono far girare la testa a parecchi giocatori della serie A e se giocano in Nazionale è perché hanno qualità. Spero che Marco impari velocemente, sia sereno e lavori per crescere in quelle qualità che magari in questo momento si vedono meno”.

BONUCCI CRESCERA’
“L’esperienza di guidare un reparto come la difesa della Juventus sia molto importante e se uno è giovane tanto meglio. I giovani vanno aspettati e Bonucci è un ottimo giocatore. Deve maturare, ma è un giocatore di sicuro spessore, è un Nazionale. Abbiamo la coppia di centrali dell’Italia e dunque siamo molto sereni”.

(Credits: Juventus.com)

14 commenti

  1. Era ora Luca, ce n’era proprio bisogno… Non se ne poteva più… Alla prossima!

  2. @PIERPA
    la prima vittoria è arrivata.
    E con uno 0-4 tondo tondo…
    Luci e ombre: se il fallo tattico a centrocampo è la nostra mossa segreta, siamo fregati: tempo tre o quattro partite e ci troviamo senza centrocampisti.
    Felipe Melo continua a dimostrarsi una testa di legno, parte subito in quarta e s’infervorisce come niente, non sa nemmeno dove stia di casa il sangue freddo.

    Capitolo mercato.
    Da quello che ho capito, Giovinco ormai è definitivamente andato (il prezzo del riscatto è già stato fissato e se fa una stagione da Juve, di certo non ce lo vengono a restituire, in caso contrario significherebbe che lo considerano un bidone).
    Aquilani e altri che NOI abbiamo preso in comproprietà: chi l’ha detto che dobbiamo tenerceli per forza? sceglieremo quelli effettivamente buoni anche in base alle nostre disponibilità finanziarie.

    Godiamoci il momento e alla prossima…

  3. Sarà…Adesso concentriamoci su Udinese Juve, non ce la faccio più a inkazzarmi tutte le partite, voglio rivedere la juve vincere non ne posso più di questo calvario… La casella 0 vittorie sulla classifica mi ha fatto strappare tuttosport senza che lo avevo finito di leggere…

  4. Buffon non vale 2 milioni, ma se lo vai a vendere a Gennaio se ti va bene recuperi massimo 8-10 milioni. E’ il calcio. Da noi i giocatori si deprezzano con le prestazioni negative, che ci puoi fare? Vogliamo parlare del real? Ha comprato Snejder a 40 e lo ha ceduto a 14, Robben 60 e lo ha ceduto a 20… Se quando sono andati al REal hanno fatto ridere ovvio che si sono deprezzati no?

  5. A parte che aquilani 34 non mi risulta… Ma quindi buffon vale 2 milioni se lo vendiamo a gennaio? non credo sia così… la verità è che quando compriamo sono tutti fenomeni e li paghiamo sempre cari, quando li vendiamo sono tutti brocchi che valgono 2 lire… E’ dai tempi di moggi che non riusciamo a vendere un giocatore a più di quanto l’abbiamo pagato… Rispetto la tua opinione numero7 ma per me questa è incompetenza societaria non football Manager…

  6. Diego ha fatto una stagione ridicola e il prezzo è sceso (da 24 a 15,50). Aquilani ha giocato poco e il prezzo è sceso (da 34 a 16). Metà Motta vale quanto metà giovinco perché giovinco non ha mai giocato lo scorso anno. Non mi sembra sia così difficile arrivarci. Mica qui siamo a Football Manager.

  7. mi trovo daccordo con pierpa…e da cio’ che ho letto e continuo a leggere,mi sa che oltre ai dirigenti ci son anche tanti tifosi che ormai hanno una mentalita’ provinciale,dimenticando forse che siamo la juve…nulla da togliere alle provinciali,gran rispetto.

  8. infatti non capisco se aquialani vale 16 come diego può valere 15… E perchè la comproprietà di giovinco che vale come metà marco motta? Mah…

  9. ma aquilani che l hanno preso a are in europa non gioca in campionato nemmeno e l anno prossimo lo riscattano a 16 milioni senza sapere se e carne o pesce io non ci capisco piu niente ma agnelli a chi ha affidato la mia juve aiuto

  10. è vero i giocatori vanno e la juve resta, ma prima era diverso… se si vendeva zidane era per 140 miliardi dopo averlo pagato 7,5, e intanto arrivavano Nedved,Buffon e Thuram… ora si svende a 15,5 dopo aver pagato 24,5 e a parte krasic arrivano rinaudo motta e traorè… Tu numero7 non sei sfiduciato dal nostro mercato? Non ti aspettavi di più? Sarei curioso di avere una tua opinione… Io tifo e tiferò sempre Juve ma sono seriamente preoccupato quest’anno… Vorrei tanto sbagliare…Vorrei tanto che domani facessimo una grande partita contro l’udinese, che arrivasse la prima vittoria in campionato, che alla fine si riuscisse a vincere qualche trofeo dopo anni nell’ ombra del postfarsopoli… Obbiettivamente però le sensazioni sono altre… Speriamo bene comunque… SEMPRE FORZA JUVE!!!

    • A parte che a mio avviso abbiamo venduto Diego al suo valore reale, Semmai lo abbiamo pagato troppo l’anno prima. Al di là di questo e dal fatto di tenerlo o meno, credo che questa serie A è una delle più scarse degli utlimi 50 anni e sono fiducioso sul fatto che anche noi, nella nostra pochezza possiamo dire la nostra. Ci vuole tempo, lo so, e dopo 5 anni la pazeinza non è tanta, ma non possiamo fare altrimenti. Sennò la domenica troviamoci altro da fare…

  11. Poulsen sta giocando benissimo con il Liverpool, sembra un Dio del calcio. Che si fa? Si rimpiange poulsen a vita come Diego? I giocatori vanon, la Juve resta. Tifiamo la Juve, non quelli che sono andati via o che non sono mai arrivati.

  12. Intanto sto vedendo il wolsfurg… Indovinate chi ha segnato? Il “nostro attacco” Diego-Dzeko… 2a0 al ’67…
    Ma che ci frega, abbiamo quagliarella…

  13. MA Và? Pensavo ne dovessimo prendere di più… Che 3 a botta fossero ancora pochi… Che tristezza questo allenatore… Ogni partita le stesse cose… Gli esterni alti scambiati da destra a sinistra… L’ultimo quarto d’ora l’apice della botta di adrenalina è un improbabile 4-3-3… Intanto prendiamo gol a valanga e se non segnamo su prodezze di delpiero o calci d’angolo e|o punizione non si vede luce… Ma quando rivedremo la vera Juve? tipo quella di Lippi, qualità,quantita e palle che fumavano, ma ve la ricordate? Con Zidane e DelPiero a dar spettacolo… se c’era del neri all’epoca avrebbe detto che non potevano coesistere… come diego e del piero oggi… lippi si che era un grande allenatore degno della juve… invece siamo nelle mani di del neri che secondo me ha più probabilità di pronunciare la R che di farci vincere qualcosa… pensate un pò come siamo messi…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi