Interviste Juventus news

Del Neri: “Critiche ingenerose al nostro mercato”

La Vecchia Signora si sta preparando con meticolosità per la seconda giornata di campionato, che sancirà l’esordio in casa dei bianconeri contro la Sampdoria, l’ex squadra del tecnico Del Neri e del DG Beppe Marotta. Un’occasione particolare per entrambi, e dopo le parole al miele del DG, oggi a parlare è il tecnico di Aquileia. “Aquilani dice che somiglio a Capello? Abbiamo avuto gli stessi maestri che ci hanno insegnato il valore per rispetto e lavoro. Le regole sono alla base di tutto,poi viene la coesistenza, tutti devono lottare per la Juve e per i compagni”, dichiara Delneri a ‘Tuttosport’.\r\n\r\nIL NODO CENTROCAMPO\r\n“Se c’è un leader nel gruppo? Melo è un leader, non ho motivo di lamentarmi di lui, quello che è successo con lui lo scorso anno qui è storia vecchia. Chi può essere il suo compagno di gioco? I nostri centrocampisti sono diversi, possono coesistere tutti in campo. Aquilani sta bene ma non è detto che giochi da subito, un conto sono gli allenamenti, un altro la partita”.\r\n\r\nTROPPE CRITICHE AL MERCATO\r\n“I grandi campioni piacciono anche a me, ma il nostro mercato è stato troppo criticato. Ho 11 nazionali e molta qualità, c’è chi lamenta di non poter comprare la maglia con un nome di rilievo di un nuovo acquisto? Io consiglierei di comprare la maglia punto e basta, il messaggio da trasmettere è l’amore per i propri colori non per un idolo che magari l’anno dopo va a baciare un altra maglia”. \r\n\r\nBALLOTTAGGIO IN ATTACCO\r\n“Iaquinta e Amauri? Il primo è pronto, il secondo lo sarà per l’impegno di Europa League o per l’Udinese. Con la Sampdoria dovremo essere bravi ad allargare sugli esterni visto che loro giocano con un centrocampo a tre”.\r\n\r\nCORSA AL TRICOLORE\r\n“L’inter resta la più forte, ma deve smaltire le vittorie. Rome e Milan dovranno trovare i giusti equiilibri, non è una corsa a 3, ci sono anche outsider ma non dico chi.”

6 Commenti

  • Da una parte hai ragione The Alpha Dog, ma dall’altra è dura… dopo la disfatta di calciopoli (e noi passivi senza difenderci), e dopo la risalita in serie A, ci avevano detto che ci voleva il famoso “anno di transizione”… Invece quanti ne sono passati? Quanti progetti falliti, allenatori esonerati, acquisti sbagliati, record negativi… Ora leggo che marotta e del neri ricominciano a parlare di nuovo del periodo transitorio, secondo loro sarà questo il vero anno di transizione… Speriamo abbiano ragione e non sia come quello di ranieri… o ferrara… o zaccheroni… Forza Juve sempre e comunque!!!

  • Che palle ragazzi, che palle… su Diego va bene, d’accordo anche io.. vogliamo dare un attimo a questa squadra che ha perso SOLO una partita visto che la stagione è appena cominciata?

  • Ma quale maglia senza nome… I tifosi del milan potranno sfoggiare le maglie di Ibra,Dinho,Robinho,Pato… Noi quelle senza nome… Complimenti… Il tifoso vuole il campione che lo faccia divertire oltre al rigido 4-4-2 senza qualità… Se non c’erano i soldi almeno Diego e Giovinco (gli unici con qualità) potevano essere inseriti con un pò di buona volontà,soprattutto Diego che aveva iniziato molto bene non si doveva svendere così!!! Magliette senza nome… Come siamo caduti in basso…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi