De Sanctis contro la Juve | Vogliono vincere non importa come

De Sanctis attacca la Juve: “Devono vincere per forza, hanno un metodo per condizionare l’arbitro”

De Sanctis attacca la Juve: “Devono vincere per forza, hanno un metodo per condizionare l’arbitro”

Morgan De Sanctis, portiere della Roma, attacca la Juve in un’interivsta rilasciata oggi alla ‘Gazzetta dello Sport’: parole pesanti contro i bianconeri

de-sanctis-attacca-juventusSono passati ormai 10 giorni da Juve-Roma, ma dalle parti della capitale la sconfitta ancora brucia. E tanto. Lo conferma in un’intervista alla ‘Gazzetta dello Sport’ il portiere giallorosso Morgan De Sanctis. Lo scorso anno, l’estremo difensore si superò affermando dopo essere stato battuto nettamente allo Juventus Stadium: “Questo stadio è la conferma dell’esistenza del sistema”, lasciando intendere che “chi non ha le mani in pasta” non può farsi uno stadio di proprietà.

Quest’anno non riuscendo ad andare oltre, sfrutta un motto bianconero per lasciar intendere che a Torino la Juventus debba vincere sempre e per forza:

Come dicono a Torino? ‘Vincere non è importante: è l’unica cosa che conta’. Dovrebbero aggiungere: ‘E non ci interessa tanto come’. Non parlo di furti, intendo dire che dovrebbero ammettere di essere stati fortunati e non trincerarsi dietro la tesi dell’accerchiamento. La sudditanza psicologica esiste. Nell’Udinese devi accettare cose che non sempre si verificano ma non ti sorprendono. Con Napoli e Roma si verificano meno. Sulla Juve occorre fare una valutazione generale: tutto quello che ha vinto nel calcio italiano non è proporzionale a quello che ha vinto all’estero. Ed è un qualcosa che fa riflettere…

Poi la perla: alla Juve hanno un metodo studiato a tavolino per condizionare l’arbitro. Come se dalle parti dell’Olimpico di Roma le proteste nei confronti dei direttori di gara non siano di casa:

Allo Juventus Stadium – prosegue De Sanctis – l’arbitro arriva lì con 5 assistenti, non ne ha bisogno di altri cinque. Ho ancora nella memoria i flash dopo il primo rigore per il mani di Maicon e dopo il goal di Totti: è assurdo che 4­-5 juventini debbano andare a protestare da Rocchi, che è bravissimo. E’ una situazione studiata che usano nei mo­menti d’indecisione. Prima di Calciopoli la classe arbitrale era poco libera nei fatti, l’attuale invece è libera e bisogna concedere loro l’errore. Non c’è disonestà intellettuale, ma purtroppo il sistema italiano si muove con leggi non scritte in cui il potente ha sempre ragione e gli si può concedere tutto.

De Sanctis, a questo punto, se la prende con tutti quelli che hanno parlato di vittoria bianconera legittima. Si parte da Buffon:

Io e Gigi siamo anziani e forse stiamo perdendo la memoria. Lui poi in carriera ha avuto molti più successi che delusioni. I giocatori della Juve sbaglia­no a sentirsi perseguitati. Sono uguali agli altri e si comportano alla stessa maniera: l’unica differenza è che in Italia vincono spesso. A Buffon posso insegnare come si perde; un giorno pe­rò spero di potergli insegnare anche come si vin­ce. Platini? Ha una visione troppo ristretta, è stato solo juventino. Spero abbia usato l’ironia, visto che ha detto di non aver visto la partita. Ma da presidente Uefa non è stato opportuno parlarne. Le parole di Pavel su Totti sono state fuori luogo, mentre alla moglie di Andrea (Agnelli, ndr) non rispondo: non è gentile farlo con una signora. I vincitori dovevano abbassare i toni e invece è stato il contrario. Io dico che discutere non è negativo. Il calcio vive di polemiche e teatralità. Con 20 anni di calcio alle spalle, Totti ha fatto bene a parlare dopo il match. Bisogna saper perdere, ma si fa fatica ad accettare certe decisioni perché si ha la sensazione di non giocare ad armi pari. A Torino abbiamo dimostrato di essere meglio di loro. Per la Champions faremo il possibile, ma la corsa è al titolo. Non vogliamo arrivare secondi ma vincere, possiamo farcela…

I vincitori hanno alzato i toni capito? Non qualcuno che dalla capitale ha invocato addirittura le mitragliatrici allo Juventus Stadium.

20 commenti

  1. Capitan sparrow

    De Santis chi?

  2. Il piagnisteo romano è noto a tutti. Questo vittimismo danneggia solo loro, dunque peggio per loro! Del resto questi han sempre perso, ma il guaio è che non han mai imparato a perdere! Noi siamo di altro pianeta

  3. Chissà se questo perdente, giusto invito di Bonucci, si è sciacquato la bocca prima di nominare la JUVE.
    In ogni caso, anche lui, con la complicità di qualche “giornalaio” amico, con queste dichiarazioni, ha trovato il suo momento di gloria.

  4. Che castoro!!!!!

  5. triade_forever

    E’ un frustrato, da 20 anni riserva di Buffon in tutte le nazionali, scartato dalla Juve 15 anni fa, sconfitto dalla Juve…..ogni anno! E’ solo da compiatire poveraccio: che vita di m…a!!!

  6. allora, De Sanctis dice la Juve in Italia vince perché è favorita, in Europa non lo è e perde.
    Discosro inverso si potrebbe fare per la Roma: perché non vince in Europa visto che in quel torneo non è favorita la Juve?

  7. “Sulla Juve occorre fare una valutazione generale: tutto quello che ha vinto nel calcio italiano non è proporzionale a quello che ha vinto all’estero. Ed è un qualcosa che fa riflettere…” INFATTI, LA JUVE HA VINTO 11 TITOLI INTERNAZIONALI (UEFA), LA ROMA 0 TITOLI UEFA.

  8. A parte questo povero coxxxxne che non sa cosa dice il fatto rimane un altro. Si ricomincia con attacchi mediatici alla juve in stile precalciopoli. Uno juventino che si rispetti non compra gazzetta corriere & co ma purtroppo ci saranno sempre dei coglioni anche tra d noi che lo faranno.

  9. Che società è la Juventus?! Che da Farsopoli in avanti prende calci, pugni e insulti da tutti senza mai una querela una difesa vera con tanto di avvocati, questi sono 8 anni che ci usano come urinatoio, ma a Torino più che parole e proclami non si muove mai nulla.
    Ma i cosidetti li avevano solo Boniperti e Moggi?
    Io comincio a essere stufo del calcio e della Juve come societa, mi sa che è meglio interessarsi ad altro.

    • @uomopensante, la penso esattamente come te!!
      Questa Società, con questo “stile Juve”, continua a rompere e fregarsene della tifoseria, permettendo a chiunque di trattarci a “pesci in faccia”.
      Visto che questo lusso (insultare) se lo permettono anche i tesserati Figc, perchè non interviene la Giustizia sportiva per capire se dicono il vero o il falso? Il “super procuratore palazzi” dov’è???????
      Considerato che, chi dovrebbe, (Società e Giustizia Sportiva) non difende la nostra la Juve, preferisco non occuparmi più di calcio, quantomeno di quello della Figc di Tavecchio & soci.
      Amo la Juve (da 55 anni) ma non voglio, adesso, ammalarmi di fegato.

    • Perche farebbero causa a loro stessi vista la percentuale di maggioranza nei quotidiani

  10. L’unica cosa che consola davvero è che in tutta Europa, dopo aver visto la gara, si è detto che Rocchi ha arbitrato bene e che gli eventuali errori ( rig. di Maicon, rig. su Totti e quello non concesso a Marchisio) erano “fattibili” a velocità normale. E’ emerso il provincialismo tipico dell’italiano-medio che non sa perdere e di una stampa mediocre che fà di tutto per cavalcare l’onda delle polemiche pur di fatturare. Calciatori come De Sanctis, Totti ecc. avrebbero dovuto giocare un po’ all’estero e probabilmente avrebbero imparato a perdere, proprio l’unica cosa che De Sanctis e Totti non sanno fare.Ricordo inoltre a costoro che una leggenda vivente come Buffon (miglior portiere della storia del calcio) si è fatto la serie B, ingiustamente, da campione d’Italia e del mondo quale era.

  11. Ma De Sanctis prova a cambiare spacciatore, sei veramente malato. perchè continuate a parlare di JUVE-roma dopo 10 giorni ?
    chi volete condizionare ?
    un consiglio appendi i scarpini al chiodo !!!!!

  12. Parole gravi, da poveraccio frustrato: non ha mai vinto nulla (lo ammette e questo dovrebbe farlo stare più sereno), insegue il titolo dai tempi del Napoli di Mazzari, ma non ce la fa e infine lui era stato preso dalla Juve quando era una giovane promessa, ma poi… sappiamo che gli sonno stati preferiti i vari Peruzzi, Van Der Sar, etc…

    Soffre di tormenti da congetture… si facesse visitare da uno bravo!!!! Può guarire!

  13. iosonojuventino92

    Parole GRAVISSIME e INAUDITE, da deferimento in sede sportiva e denuncia per diffamazione! Ma davvero la Juventus dovrebbe ignorare questi ATTACCHI GRAVEMENTE LESIVI NEI CONFRONTI DI UNA SOCIETÀ PER AZIONI QUOTATA IN BORSA??? Ne va dell’immagine del club!!!

    E anche De Sanctis sputa nel piatto in cui ha mangiato: ricordo, a tutti, che è stato una riserva, alla Juve. Frustrazione? Normale, è un perdente. Ma se queste sparate sono una linea societaria, perseguire l’AS Roma nelle sedi opportune!!

    • @iosonojuventino92, se ti aspetti che la Società Juve intervenga, mi dispiace per te ma, sono certo che prenderai una grossa delusione.
      La Società è in letargo dal 2006 e chissà quando si sveglierà.

  14. Ma che se beve questo????? De santis che parla di Buffon? All’estero riderebbero anni se sapessero CH è costui. Poi da che pulpito loro non protestano….Totti è famoso x la compostezza tipo del Piero o Maldini. Ma vaffanxxxx. Nullità del calcio

  15. Bo, saranno gli effetti collaterali dell’eccesso di Malox

  16. Ragazzi, ma questo qua che problema ha???? Solo stronzate ha detto.
    Ma io spero tanto che il Bayern ve ne fa 5 e che il re de roma viene espulso, cosi ritornate di nuovo con i piedi per Terra. Mi ricordo un 7:1 a Manchester! Squadra di perdenti!
    A me dell Ranking UEFA Italiano me ne fregha na beata M…..!!
    Forza Juve sempre!!

  17. …e pure interpellanze parlamentari, rigorosamente trasversali. come quando si trattava di azzerare i debiti della “maggica”, ” almeno” in questo i politici romanisti sono sempre stati d’accordo. 4-5 giocatori della Juve circondano l’arbitro in base ad un metodo studiato? Aaah certo, a Roma invece si prendono per mano come scolaretti e fanno un girotondo in attesa delle decisioni dell’arbitro. De Sanctis, ma per favoreeeeee……

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi