David Pratelli: "Che errore cacciare Ranieri!" | JMania

David Pratelli: “Che errore cacciare Ranieri!”

Uno dei più grandi imitatori italiani David Pratelli, ospite fisso di “Quelli che il calcio”, è intervenuto nella trasmissione radiofonica “Tutti pazzi per la Juve“, punto di riferimento per tantissimi tifosi bianconeri, ed è tornato sulla disastrosa stagione della Vecchia Signora nonché sulla manifestazione dell’orgoglio bianconero. Buonasera David, come la vedi questa scelta di Andrea Agnelli? …

Uno dei più grandi imitatori italiani David Pratelli, ospite fisso di “Quelli che il calcio”, è intervenuto nella trasmissione radiofonica “Tutti pazzi per la Juve“, punto di riferimento per tantissimi tifosi bianconeri, ed è tornato sulla disastrosa stagione della Vecchia Signora nonché sulla manifestazione dell’orgoglio bianconero.

Buonasera David, come la vedi questa scelta di Andrea Agnelli?
“Io sono contentissimo perchè non sai l’effetto che mi fa vedere il cognome Agnelli come presidente della Juventus. Credo sia una svolta importante sopratutto nei confronti di tutti i media. Avere un Agnelli dietro la Juventus adesso è tutta un’altra storia, credo che molti dovranno chinare la testa. Molti.”

Recentemente abbiamo avuto Luciano Moggi nostro ospite e gli abbiamo chiesto “Direttore consiglierà Andrea Agnelli?” lui ha detto: “Andrea è un amico e i consigli agli amici si danno quindi…”. Tu che ne pensi?”

“Parliamo di calcio, non parliamo di ipotesi perché c’è tanta rabbia in corpo per tutto quello che ancora sta venendo fuori anche dal Processo di Napoli”

Ti facciamo una domanda provocatoria per vedere se ti viene ancora rabbia: tiferai Inter per preservare il quarto posto in Champions League
?
“Ma che giorno c’è la partita? Di quale partita parlate (ride ndr)?”

David cosa ne pensi della stagione fallimentare bianconera?

“Ce la siamo cercata. E’ da un anno che dico dove è stato l’errore principale e i fatti mi hanno dato ragione. Il grande errore è stato fatto proprio un anno fa con l’esonero di un allenatore, dando potere a dei calciatori ormai stanchi e che ormai avevano già dato tutto alla Juventus. Lì la società ha perso di credibilità. La cosa che mi fa rabbia è vedere tanti tifosi che erano contro Ranieri un anno fa e che oggi si sono pentiti perché è vero, magari non vincevi niente però eri lì, eri una squadra che aveva un’identità, poteva lottare magari fino alla fine, poi visto che l’Inter ha avuto qualche momento che non faceva risultato e la Juventus magari se continuava a giocare con una certa costanza come aveva fatto con Ranieri insomma negli ultimi due anni chi lo sa, magari poteva essere l’anno buono perché le potenzialità comunque c’erano e poi sono convinto di una cosa che con Ranieri non sarebbero partiti Marchionni e Zanetti e non credo che lui arrivasse a abbassare la testa per prendere Felipe Melo, aveva strizzato l’occhio per Diego ma solo da seconda punta…Poi vabbé come diceva mio nonno, il se e i ma sono il patrimonio dei bischeri! Però alla luce dei fatti sicuramente Ranieri quest’anno avrebbe fatto bene alla Juve. Non c’è stata pazienza e questo lo dico anche ai tifosi, alla società, a certi giocatori, non c’è stata la pazienza di aspettare perché quest’anno veramente si poteva, perlomeno la Coppa Italia potevamo vincerla sicuramente.”

Secondo noi Ranieri tornando a Roma ha trovato la sua miglior dimensione perchè lui è un allenatore molto bravo a prendere le squadre in estrema difficoltà e portarle in zona coppe, il problema di Ranieri secondo noi è che non è un vincente.

“Sono d’accordo, ma infatti ho detto non è che la Juve vinceva sicuramente lo scudetto se c’era Ranieri. Però se uno vuole fare un certo salto di qualità come era stato detto da tanti, il salto di qualità cambi Ranieri va bene, ma allora mi prendi Hiddink, mi prendi Benitez, mi prendi Capello o arriva subito Lippi…. invece mi prendi Ferrara… allora che fai, cadi dalla padella nella brace, allora se mi devi prendere Ferrara tanto vale che mi tengo Ranieri, poi vabbè c’è il discorso del famoso anno di transizione perché poi doveva arrivare Lippi….”

Il 29 Maggio ci sarà a Torino una manifestazione dell’orgoglio juventino. Tu ci sarai?

“Io verrò molto volentieri anche perchè ci tengo a fare un discorso serio. E’ un peccato che il 29 Maggio sia stato un po’ snobbato anche per tanti anni per il discorso delle vittime dell’Heysel. Qui bisogna veramente fare qualcosa di importante tutti gli anni, un po’ come fa il Torino con Superga. Fare anche noi qualcosa di bello, importante, una giornata bianconera che sia il 29 maggio, non soltanto una manifestazione isolata ma che sia una cosa che coinvolga un po’ tutti gli Juventini e lo sport italiano per quella data. Bisognerebbe anche noi muovere qualcosa, fare un qualcosa per ricordare le vittime dell’Heysel perchè i tifosi sono importanti, erano tifosi che erano andati là con le famiglie, tifosi non ultras, ma erano tifosi veri che andavano andati là per passare una giornata di sport”

Chiaramente questa manifestazione ha una valenza importante perchè è una giornata in cui bisogna ricordare quello che molti hanno dimenticato, e l’idea di intitolare una via ai caduti di Bruxelles è stata proprio voluta fortemente da tutto il popolo bianconero, che non deve essere etichettato con gruppi ultras, blog, forum. Ognuno che si sente dentro la voglia di voler commemorare e ricordare i 39 caduti dell’Heysel, deve venire appunto perchè si sente all’interno della propria coscienza l’identità proprio di dover partecipare, e oltre a questo poi chiaramente ci sarà un corteo dove prendiamo spunto da quello che sta succedendo a Napoli per poter ritrovare l’indentità bianconera anche a livello sportivo visto che insomma quelli che dichiaravano onesti non lo sono più di tanto.

“Infatti, questa è una cosa molto bella ed è molto importante, ma che non deve fermarsi a quest’anno, deve essere una cosa che deve esser ripetuta tutti gli anni, deve essere una ricorrenza che tutti gli anni deve essere fatta la giornata bianconera il 29 maggio, ora non prendiamo quest’anno il caso del processo di Napoli, di quello che sta accadendo a tutti. Ma questo ci deve essere anche l’anno prossimo, tra due anni, e in tutti gli anni….”

Comunque insomma David, visto che sei qui ti invitiamo ufficialmente a venire anche perchè il compito del comitato organizzatore di cui noi facciamo parte è quello di allestire un palco che sarà fatto prima del corteo, dove ci saranno più interventi per un dibattito pacifico tra giornalisti, comici e tifosi vip. Quindi noi ti invitiamo ad esserci perchè ti vogliamo con noi quel giorno.

“Io sono onorato e farò di tutto per venire. Salvo impegni di lavoro io sarò presente”

Un commento

  1. ecco i soliti che parlano senza aver visto le partite….Ranieri alla Juventus ha commesso più di un errore e la sua cacciata non è stato un errore! Piuttosto è stato un errore non prendere subito Spalletti e buttare via un altro anno…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi