Crisi Juve: squadra in ritiro fino al derby

Crisi Juve: squadra in ritiro fino al derby

Crisi Juve: squadra in ritiro fino al derby

La Juve sarà in ritiro fino a sabato, quando alle 18 ci sarà da affrontare il Torino nel derby della Mole. La decisione è stata presa al termine della quarta sconfitta su dieci partite, rimediata ieri sera al Mapei Stadium contro il Sassuolo, ed ha lo scopo di aiutare la squadra a ritrovare la concentrazione …

La Juve sarà in ritiro fino a sabato, quando alle 18 ci sarà da affrontare il Torino nel derby della Mole. La decisione è stata presa al termine della quarta sconfitta su dieci partite, rimediata ieri sera al Mapei Stadium contro il Sassuolo, ed ha lo scopo di aiutare la squadra a ritrovare la concentrazione in vista del prossimo tour de force di impegni. Nell’immediato post-partita di Reggio Emilia, il dg Beppe Marotta e il ds Fabio Paratici si sono trattenuti nello spogliatoio con la squadra e il tecnico Massimiliano Allegri, che ha poi comunicato la decisione alla stampa prima di lasciare lo stadio:

Ci alleneremo, andremo in albergo appassionatamente, poi ci alleneremo. E sarà così fino a sabato. La situazione è difficile, dobbiamo stare tutti assieme. Ne usciremo in qualche modo.

Se fino a qualche giorno fa la Juventus tutta ammetteva i risultati al di sotto delle attese, senza mai parlare comunque di crisi, il ritiro è la certificazione del fallimento di questo inizio di stagione e la probabile conferma che qualcosa si è rotto nello spogliatoio. Allegri è stato durissimo sulla squadra, così come il capitano Gianluigi Buffon che ha sottolineato tra le altre cose: “Non facciamo 2-3 passaggi di fila. Non ho voglia a 38 anni di fare queste figure da pellegrino”. Il giocattolo va aggiustato al più presto, altrimenti andrà sostituito per intero. E allora saranno dolori.

2 commenti

  1. Dimenticavo, Buffon sarebbe meglio se si togliesse dai piedi, ma non perchè il suo rendimento non sia sufficiente, ma ogni volta che parla a commento di una prestazione generale insufficiente da l’impressione di motivare i giovani tanto quanto un impiegato di Pompe Funebri, non dico che bisogna far finta di niente, ma lui mi sembra il tafazzi di turno,,,,, provi a tacere un po’ di più

  2. Il ritiro è una cosa ridicola; se si ritiene necessaria questa soluzione vuol
    dire che siamo alla canna del gas…..
    cercare un colpevole?
    in primis Allegri, due terzi degli allenatori della serie A con i giocatori che ha a disposizione otterrebbero risultati migliori.
    la squadra non ha un gioco… come sono lontani i tempi del primo anno di conte! giocano come cani sciolti, la davanti nessuno si propone, aspettano tutti la palla sui piedi. i veri problemi però nascono a centro campo, li la palla sembra scotti e si sa…. la difesa forte la fa il centro campo.
    dopo un bel po di partite il mister dovrebbe avere almeno una pallida idea della squadra tipo, invece durante la settimana pompa la squadra rimarcando l’importanza della partita e alla domenica che fa? stravolge tutto ciò che fino a quel momento sembrava funzionare.
    anche le cose che a tutti sembrano logiche come il fatto che Quadrado è una punta esterna coi fiocchi sembra non averlo capito infatti pretende che si occupi più della difesa; ho letto voti assurdi a Lemina , al contrario mi sembra l’unico che giochi nel suo ruolo. Hernanez come trequartista può essere pericoloso perchè ha tiro, no lo fa giocare davanti alla difesa; di Rugani nessuna traccia…
    ci sarebbero molte altre cose su cui discutere accenno solo al problema infortuni muscolari, è una cosa indecente che cazzo fanno durante la settimana?
    Si rinunci ad allegri prima che sia troppo tardi, a meno che la situazione attuale non nasconda altri stravolgimenti societari in essere, di sicuro questa squadra ha buone probabilità di non partecipare alle coppe (UEFA) il prossimo anno.
    P.S. se l’intenzione era fare i simpatici a tutti i costi….. perchè non si è monetizzata la cessione di Pogba? questo che vediamo cento milioni li vale col binoccolo!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi