Copenhagen-Juventus 1-1: interviste a Pogba e Quagliarella

Copenhagen-Juventus 1-1: Pogba e Quagliarella delusi a fine partita

Copenhagen-Juventus 1-1: Pogba e Quagliarella delusi a fine partita

Copenhagen-Juventus 1-1. i bianconeri portano a casa solo un punto dalla trasferta di Danimarca e lo devono principalmente a Fabio Quagliarella, autore del gol del pareggio, dopo che la Vecchia Signora era andata in svantaggio al 14′: “Non so cosa dire su questa partita. Buffon credo sia stato inoperoso per tutta la partita, ma lì …

Pogba-CopenhagenCopenhagen-Juventus 1-1. i bianconeri portano a casa solo un punto dalla trasferta di Danimarca e lo devono principalmente a Fabio Quagliarella, autore del gol del pareggio, dopo che la Vecchia Signora era andata in svantaggio al 14′: “Non so cosa dire su questa partita. Buffon credo sia stato inoperoso per tutta la partita, ma lì davanti bisogna fare gol e vincere la gara. E’ andata così, sembrava la partita dell’anno scorso”, ha detto il bomber campano a ‘Sky Sport. Proprio la partita dell’anno scorso, quella che Conte non voleva ripetere.

Deluso anche Paul Pogba, che all’emittente satellitare dichiara nell’immediato post partita: “Abbiamo fallito tante occasioni, questa era una gara da vincere. Siamo fiduciosi per il futuro e sono certo che ci rifaremo nella prossima gara, questa sera ci è mancata la solita cattiveria”, ha detto il centrocampista francese.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

7 commenti

  1. amici Juventini sono completamente daccordo anch’io su quanto scritto, ma chi critica Peluso di ieri sera che partita ha visto…? tanto è che pure la palla del gol chi la messa…? avrà fatto credo 20 cross e tutti di buona fattura, non è Ribery ma ieri sera è stato sicuramente tra i migliori in campo.

  2. e abbbiamo dato via Matri l unico n.9 che avevamo…….

  3. contento del secondo tempo della squadra.
    Almeno abbiamo visto il gioco sulle fasce!
    Credo che Conte debba riacquistare fiducia nei suoi uomini, se non ha inserito l’altro attaccante è perchè non ne ha abbastanza.
    Spero di rivedere questo gioco più spesso, quello prevedibile andato unicamente per vie centrali evisto contro l’Inrter è inguardabile.

  4. non mi sento di fare l’allenatore, e siamo d’accordo che ieri sera con un po’ di fortuna avremmo vinto 5-1, ma è chiaro che non possiamo appigliarci sempre alla bontà della manovra (a quanto pare non la migliore ieri sera) o alle occasioni pensando che la porta fosse stregata.

    Io lo dico fin dall’inizio e purtroppo non ho ancora avuto modo di cambiare idea, ma Conte si fissa con 11 giocatori e basta. Il resto non li usa. Credo che non sia vero che non guarda la faccia quando fa la formazione. Purtroppo ieri ha messo in campo una squadra che era un 3-5-2 mascherato, perchè la scelta di Peluso si traduce con maggiore copertura, quindi era un 4-4-2 inizialmente. Questo ci ha penalizzato, perchè ieri avessimo giocato con il 4-3-3, anche solo nel finale di primo tempo, avremmo vinto.
    Non cambia mai idea, e ciò non è buono! Vuoi vincere una partita? al 60esimo cambi formazione, togli qualcuno che sta facendo male e metti 3 punte. Mourinho è stato capace di giocare anche con 5 attaccanti a fine partita se doveva vincere! Perchè noi facciamo solo rotazione di attaccanti? Perchè non aggiungerli? Tanto una partita come ieri che viene pareggiata equivale ad una sconfitta, e ciò significa che anche se avessimo preso un altro gol con un 4-3-3 sarebbe stato uguale.

    Io stimo Conte, ci ha portato in alto, abbiamo vinto due scudetti, è preparato, è forte. Ma può migliorare e DEVE farlo per il bene suo e della squadra. Ok che il mercato non è stato quello che si aspettava; a sinistra abbiamo bisogno di qualcuno che dia fiato ad Asa, e che non sia Peluso. In attacco vanno presi più rischi quando stai pareggiando una partita che devi vincere; non si toglie Quagliarella per far entrare Giovinco, ma togli Peluso per farlo entrare e giochi con 3 punte. Purtroppo non vedo la duttilità nel mister, che dovrebbe imparare a leggere meglio la partita a giochi in corso e cambiare modulo se necessario. Se stai facendo tiro al bersaglio da mezz’ora non togli un attaccante per metterne un altro, ma togli un centrocampista per aggiungere altre soluzioni all’attacco, e Llorente sarebbe stata una soluzione in più!

    Ieri un tridente con Llorente centrale e Tevez e Giovinco/Vucinic a sostegno sarebbe stata cosa diversa…e siccome non posso prevedere il futuro, so che almeno ci avremmo provato e oggi avremmo fatto i complimenti al Mister nonostante un eventuale pareggio…

  5. Lo so che siamo tutti una mandria di allenatori inesperti, pronti a dare inutili lezioni di tattica, però mi si consenta un’osservazione. Secondo me, contrariamente a quello che ha affermato Conte, proprio quella di ieri era una gara perfetta per uno spilungone, fosse stato anche in pessima forma, come Lorente. Qualcuno ha fatto il conto dei crossi in area che abbiamo fatto? un infinità. Ed allora, caro Mister, vuole veramente che ci beviamo la balla che la formica subatomica era più adatto alla partita dello spagnolo? E poi, perché togliere il Quaglia, l’unico col piede caldo?
    E le tre punte per cercare di vincere una partita che andava vinta e basta, quando? A me questo modulo mi ha letteralmente stufato. Anzi, quello che non comprendo è la totale incapacità di approntare soluzioni tattiche alternative a seconda del momento e dell’avversario. Insomma se non schieri tutto il potenziale offensivo che hai a disposizione quando giochi con una squadra che naviga nei bassifondi del campionato danese, quando caspita pensi di farlo? P.s. se qualcuno vuole raccontarci che Lorente non è ancora in grado di fare almeno 15 minuti di una partita perfetta per lui, vuol dire che ci crede veramente stupidi. C’è qualcosa che non va, ed molto chiaro.

  6. Premetto che ho visto solo il secondo tempo. Ma sinceramente a parte il discorso di De Ceglie che condivido non sono d’accordo sul commento distruttivo.
    Il Copenaghen non ha tirato mai in porta bastava un po’ di buona sorte e i commenti sarebbero completamente opposti.
    Il loro portiere è stato il migliore in campo ho detto tutto

  7. Siamo tutti delusi. Se questa è la nuova Juve da champions, siamo messi benino….Manca qualità e grinta per affrontare certe competizioni (ovviamente non si può prescindere neanche da un modulo che abbia un minimo di efficacia in fase realizzativa). Entrando nei giudizi sui singoli, mi dispiace per il ragazzo, niente di personale, ma De Ceglie come esterno anche ieri sera ha mostrato i suoi limiti. Considerando che neanche Peluso può essere confuso con un Ribery o un Robben, con questa gente non si può andare lontano. Lo stesso dicasi per Ogbonna, ancora immaturo per queste competizioni. Ma anche i cosiddetti “vecchietti” che dovrebbero vantare tanta esperienza ( vedasi Pirlo e Chiellini in particolare) ieri sera hanno fatto a gara a chi faceva peggio, tra passaggi sbagliati e palle e avversari persi. Tutto questo dovrebbe essere da monito per la dirigenza e per il futuro di questa squadra: anche in certi settori che sembravano blindati è indispensabile pensare ad adeguati ricami.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi