Copenhagen-Juventus 1-1: le pagelle | JMania

Copenhagen-Juventus 1-1: le pagelle

Copenhagen-Juventus 1-1: le pagelle

La Juventus comincia esattamente come l’anno scorso l’avventura in Champions League, ossia con un pareggio in terra danese contro il Copenhagen (guarda i video dei gol). Nulla è compromesso, ovviamente, ma ora c’è da recuperare i due punti lasciati per strada nelle prossime gare. Sfortuna e poca lucidità alla base del mezzo passo falso degli …

FBL-EUR-C1-COPENHAGEN-JUVENTUSLa Juventus comincia esattamente come l’anno scorso l’avventura in Champions League, ossia con un pareggio in terra danese contro il Copenhagen (guarda i video dei gol). Nulla è compromesso, ovviamente, ma ora c’è da recuperare i due punti lasciati per strada nelle prossime gare. Sfortuna e poca lucidità alla base del mezzo passo falso degli uomini di Conte. Le pagelle:

Buffon 6: Mai messo in difficoltà dagli attaccanti avversari, si fa trovare leggermente impreparato sul gol di Jorgensen , dove avrebbe potuto fare qualcosina in più.

Bonucci 5.5: Spostato sulla destra al posto di Barzagli, il Bonny non riesce ad esprimersi come solitamente sa fare al centro della difesa. In ritardo e impacciato sui cross avversari, si fa trovare spesso fuori posizione, giocando una partita al di sotto del suo livello.

Ogbonna 6: L’unico del terzetto difensivo ad essere sceso in campo con la testa. Ordinato e pulito nei suoi interventi, sbaglia relativamente poco, dimostrando di poter essere molto importante per le prossime uscite bianconere.

Chiellini 5–: Un completo DISASTRO. Già colpevole sabato sera di aver lasciato andare Alvarez verso la porta, stasera ci mette pure il carico da 90, addormentandosi sul gol del Copenaghen e sbagliando praticamente tutto. In ritardo su ogni pallone e con la testa chissà dove, il Chiello non azzecca niente, dall’impostazione al posizionamento in campo. Clamorosa, poi, la palla gol che riesce a divorarsi a 2 metri dalla porta. Un po’ meglio nella ripresa, ma la sostanza non cambia. Che fine ha fatto il Chiellini delle prime uscite e, soprattutto, delle ultime due annate?

Lichtsteiner 6-: Prova, finché in campo, a dare tutto, spingendosi in avanti ed arrivando al cross. Mai tuttavia pericoloso, il terzino svizzero non riesce ad imporsi come nelle prime uscite, manifestando, forse, un leggero periodo di calo.

Vidal 5.5: Poco lucido e un po’ in confusione, stasera il centrocampista cileno non è sceso in campo con la solita cattiveria. Le palle recuperate sono state pochissime, così come i passaggi riusciti. Nella notte buia di Copenaghen una prestazione un po’ al di sotto ci può stare.

Pirlo 6: Partita sufficiente quella del regista bresciano, che si è limitato a far circolare la palla e a verticalizzare, quando possibile, per le punte. Poco incisivo dal limite, poteva più di una volta tirare verso lo specchio e creare qualche pericolo a Wiland. Unica azione “alla Pirlo” il lancio millimetrico sopra la difesa servito a Tevez.

Pogba 6.5: Molto più convinto rispetto a sabato sera, l’enfant prodige francese si rende autore di una buona partita, gestendo molto bene la palla e inventando qualche buona giocata. Per quello che si è visto stasera in campo, uno dei migliori.

Peluso 6-: Evidentemente non gli portano bene le prime uscite stagionali con la maglia bianconera; l’anno scorso una sconfitta con la Sampdoria, stasera un pareggio (che sa di sconfitta) col Copenaghen. Poco presente nelle manovre offensive durante il primo tempo, nella ripresa si rende più propositivo, spingendosi maggiormente in avanti e andando spesso al cross. Proprio grazie ad un suo cross è arrivato il gol del pareggio.

Tevez 7: In assoluto il migliore dei suoi, sempre con la bava alla bocca e con la voglia di fare. Nonostante sia arrivato solo 3 mesi fa infatti, sembra già aver appreso da Conte il modo giusto di aggredire gli avversari e di attaccare la palla. Costantemente al centro delle giocate più pericolose, ha solo un’occasione per insaccare la rete, ma nell’uno contro uno con wiland si lascia ipnotizzare dal portiere avversario sparandogli addosso il pallone del possibile pareggio. Peccato per la zampata finale uscita di poco a lato.

Quagliarella 6.5: E’ poco presente durante tutto il primo tempo, ma nella ripresa decide di scendere in campo con più voglia di fare. L’impegno gli frutta subito un gol (eccezionale), e da lì la sua partita cambia: gioca di sponda, allarga il gioco e si fa vedere in area. Puntuale sul cross dalla sinistra di Peluso, si fa trovare pronto anche sulla palla di Lichtsteiner dove, da vero bomber di razza, stampa sulla traversa il pallone dell’1-2 con un gran colpo di testa. Con questa buona prestazione sembra essersi guadagnato un posto in pole per una maglia da titolare contro l’Hellas.

De Ceglie S.V.

Giovinco S.V.

Isla S.V.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

18 commenti

  1. Ciao Lucio5325
    Metto anche la mia firma sotto il tuo post!!!

  2. bene, bene….
    quando ci si esprime tutto sommato civilmente, è un piacere bere una birra in “questo” bar…

  3. @Juver, devo ripetere quanto già affermato da EDO. Una rubrica come questa in questo sito è un pò come ritrovarsi al bar e discutere tra tifosi (ma anche avversari) delle questioni riguardanti la nostra squadra. Il confronto dialettico, senza invettive è il sale che tiene viva la tifoseria. Altrimenti che facciamo? Continuaiamo a dirci: “ma come siamo bravi” ” ma come siamo forti”. Servirebbe a qualcosa quando i fatti ti danno torto? Criticare non significa essere tifosi contro contro, ma semplicemente esprimere opinioni e suggerimenti sul gioco della squadra. E spesso queste opinioni trovano conforto in quelle di esperti professionisti del settore. Il blog è l’unico modo di esternare le nostre sensazioni, negative o positive che siano. Anche a me che sono critico per certe scelte tattiche e di uomini, trovo fastidioso che molti lettori continuino a incensare Conte come il non plus ultra in grado di capire tutto e non sbagliare nulla. Tuttavia non sono “critico” verso chi la pensa al contrario di me. Questo continua ad essere uno dei pochi siti dove esiste ancora un linguaggio decoroso delle opinioni. Accettiamo gli altri e confrontiamoci costruttivamente.Saluti e forza Juve.

  4. @Edo.. sai benissimo che in questo blog ci sono persone che criticano a prescindere e sembra quasi che tifino più contro che pro Juve per poter dire dopo: “Visto? Cosa vi avevo detto?”. Però è da due anni che per fortuna gli va male.. 🙂 Che si accontentino di fare gli allenatori o il Dg della FC Juventus dal divano di casa.. 🙂

  5. Chi mi conosce sa che sono PRO Conte già dai tempi in cui allenava il Bari ma ieri a mio parere ha sbagliato perché si è preoccupato molto più del dovuto di un avversario decisamente mediocre..Non posso concordare con lui quando dice che ha messo dentro De Ceglie per non perdere fisicità, nel 2° tempo i danesi non hanno superato la metà campo!!Per quel che riguarda Llorente, invidio chi sa per certo che non lo fa giocare perché lo ha portato Marotta e lui non lo voleva (quali sono le vostre fonti??)!
    Io sono curioso di vederlo e spero che questo accada presto così possiamo capire se abbiamo in rosa un giocatore che ci possa far fare un ulteriore salto di qualità o meno!!
    Una cosa che sicuramente condivido con qualcuno è la sua difficoltà nel fare i cambi, siano essi di modulo o di giocatori in campo!! Detto questo, Conte allenatore della JUVE tutta la vita….

  6. @Juver: se lodiamo Conte quando vince, sarà lecito criticarlo quando perde? Con questo la fiducia nei suoi confronti non cambia, ma se devo aspettare la fine della stagione prima di poter dire la mia, allora stiamocene in silenzio tutti quanti fino ad allora, oppure confrontiamoci; il bello di un blog stà nel potersi confrontare 😀

  7. “..Conte ci ha messo del suo facendo giocare solo chi ha voluto lui nel mercato…” “lo spagnolo , poveraccio, si trova in mezzo a lotte interne” “Cocciuto e testardo il nostro mister….ci spieghi i cambi che ha operato….de ceglie per via del suo compleanno e gioperdo per la sua stazza fisica…..Presuntuoso!!……” “la colpa è solo tua. conte svegliati” “Conte: 5
    Testardo al limite dell’irritabile.” Chiamale critiche costruttive.. Chi ci vede lotte di potere intestine, chi pressapochismo da parte di Conte, chi lo ritiene masochista pur di non dare soddisfazione a Marotta.. e tu le chiami opinioni?? A me sembra roba da gossip.. Punti di vista.. 😉

  8. @Juver, i commenti degli Juventini che ti hanno preceduto, li trovo molto più seri e giusti di quello tuo. Sono le critiche (costruttive) di quei tifosi che hanno lodato Conte e la Juve quando questi hanno fatto bene. Se dopo la partita di coppa si esprimono così come hanno fatto, hanno le loro ragioni.
    Fanno bene a non fare come te o come gli interisti, cioè dire sempre e comunque: abbiamo un ottimo passato e il resto non conta.
    Conte e la Juve, hanno i mezzi per fare di più di quello che hanno fatto ieri sera (sfortuna a parte). Lascia che il tifoso eprima, liberamente, le sue opinioni.
    FORZA JUVE!!!

  9. @Bennuz…..sono d’accordo…..il troppo rigore tattico, in certe situazioni non aiuta….ricordo che il primo anno di Conte alla juve, quando ce n’era bisogno cambiava le carte in tavola durante la partita ….. ieri mi e’ sembrato come al solito molto prudente e timoroso, il primo tempo ne’ e’ un esempio lampante, anche se loro, nella prima frazione correvano tantissimo…..forza juve

  10. E’ proprio vero.. Non vi meritate proprio nulla… Conte messo alla gogna perchè FORSE ha sbagliato formazione.. Manca la riprova che una formazione diversa avrebbe fatto MEGLIO!! Persone che parlano di un Llorente non utilizzato perchè non voluto da Conte (che ha detto di parlare tutti i giorni con la dirigenza!!)Soffrite di sindrome da tifoso interista?? In due stagioni, due campionati e due supercoppe italiane, eppure si critica una formazione che ha fatto 24 tiri nella porta avversaria.. Avete mai sentito di porta stregata?? Siete patetici.. Per fortuna non siete gli allenatori della Juventus, siete solo dei pseudo guru da bar dello sport (ed è anche farvi un complimento!!)

  11. Manca un voto.
    Conte: 5
    Testardo al limite dell’irritabile.
    Non rinuncia al suo modulo, anche quando ci sarebbe da rischiare (un pareggio o una sconfitta coi danesi è la stessa cosa), i cambi si fanno dall’80° in poi (sempre se si possano definire cambi De Ceglie, Isla e Giovinco), ostracismo contro Llorente persino in una partita da 40 cross e 15 corner.

    All’inizio della stagione 2011/12 si criticava la sterilità dell’attacco, nonostante la gran mole di gioco e di occasioni prodotte. Due anni dopo cambiano gli interpreti, ma il risultato è lo stesso: come mai?

    Ricordate la definizione di Einstein di follia? Follia è fare e rifare sempre la stessa cosa, aspettandosi risultati diversi.

  12. se ti presenti con 5 difensori anche in casa della squadra più scarsa del girone, se non cambi a partita in corso anche quando è chiaro che serve più peso davanti, se pretendi di vincere inserendo de ceglie e giovinco…la colpa è solo tua. conte svegliati

  13. Da quando non si mette il voto all’allenatore?…..Cocciuto e testardo il nostro mister….ci spieghi i cambi che ha operato….de ceglie per via del suo compleanno e gioperdo per la sua stazza fisica…..Presuntuoso!!……Conte deve guardarsi un po di partite dove Lippi ne cambiava due di giocatori gia ad inizio ripresa azzeccando e raddrizzando partite nate male.

  14. lo spagnolo , poveraccio, si trova in mezzo a lotte intrene,,,,,,,Cont epiutossgo esce dalla Coppa….ma lui non gioca,,,,,,,poi se per caso dovesse giocare ..chi se lo compra piu essendo inutilizzabile da altr asquadra…si decidano a lasciarlo libero e vergognoso il gtrattamnto Elia che gli viene riseravto…..io non so come finira l annata,,,,ma poi dei chiarimenti si impongono

  15. Squadra irriconoscibile e inguardabile ma Conte ci ha messo del suo facendo giocare solo chi ha voluto lui nel mercato. Lo spagnolo non lo ha fatto giocare forse con la paura che potesse fare bene e magari segnare.

  16. Ogbonna ha sbagliato alcuni passaggi ….
    lasciamo perdere!
    Ciò non cambia la buona impressione che ho di lui.

  17. Manca il voto a Conte.
    Certo che se uno dei settantremila tiri fosse entrato parleremmo di una partita diversa…ma rimane il fatto che quando giochi con una squadra che difende in 11 nell’area piccola non fai uscire Peluso per far entrare Deceglie e giovinco per Quaglia, ma Fai uscire Peluso per Giovinco … non credo sia stato vietato per legge di mettere dentro più di 3 attaccanti…Ha Nando che scalpita ed il cui fisico avrebbe fatto comodo, Giovinco più giocare anche dietro le punte… capisco il rigore tattico ma le partite bisogna raddrizzarle quando si può.

  18. Voti troppo alti, male tutti
    atteggiamento da sbruffoni quando hanno solo da pedalare invece
    solito Lichtsteiner inguardabile, ammonito per proteste come al solito, non è capace di mettere un cross decente contro delle capre in 90 minuti, se è buono solo a correre ha sbagliato sport
    quagliarella a parte il gol era da prendere a schiaffi con quei cazzo di colpi di tacco
    chiellini ogbonna imbarazzanti
    boh meglio pensare al campionato va

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi