Conte vuole la guerra alla Figc, Agnelli spinge per un secondo patteggiamento | JMania

Conte vuole la guerra alla Figc, Agnelli spinge per un secondo patteggiamento

Conte vuole la guerra alla Figc, Agnelli spinge per un secondo patteggiamento

Ciò che sembrava scontato, scontato non è stato. Il tentativo di patteggiamento da parte di Antonio Conte con la Disciplinare è andato a vuoto: respinta la proposta di patteggiamento per 3 mesi di squalifica e un’ammenda da 200mila euro, ritenuta dal giudice Artico non congrua, mentre sono stati ritenuti congrui 4 mesi per Carobbio, reo …

Ciò che sembrava scontato, scontato non è stato. Il tentativo di patteggiamento da parte di Antonio Conte con la Disciplinare è andato a vuoto: respinta la proposta di patteggiamento per 3 mesi di squalifica e un’ammenda da 200mila euro, ritenuta dal giudice Artico non congrua, mentre sono stati ritenuti congrui 4 mesi per Carobbio, reo confesso di illeciti. E a vuoto è andato anche il tentativo dei legali della Juventus di ricusare il giudice. Ora cosa si fa? Come riporta ‘Tuttosport’, Conte è andato su tutte le furie e in un vertice notturno ha chiesto alla Juventus la guerra alle istituzioni: carte alla mano il tecnico bianconero vorrebbe andare fino in fondo e giocarsi la possibilità di un’assoluzione piena essendo convinto di non avere nulla a che fare con la brutta storia del calcio scommesse. Già l’idea di patteggiare tre mesi e una multa non andava già al tecnico bianconero, figurarsi ora il suo stato d’animo…

Secondo il quotidiano sportivo torinese, però, Andrea Agnelli (assieme allo staff di legali bianconeri) non sarebbe dello stesso avviso, ragion per cui la Juventus avrebbe tentato nella notte di convincere il tecnico leccese ad un altro tentativo di patteggiamento: 4 mesi e una forte multa o 5-6 mesi di qualifica, con più di metà stagione quasi compromessa per Conte. In pratica, il tecnico della Juve si beccherà molto di più di quanto hanno patteggiato tesserati rei confessi di combine. Un qualcosa che definire allucinante è sempre poco. Provare di scendere di nuovo a patti con un tribunale dell’inquisizione può essere ancora una strada percorribile?

31 commenti

  1. ho sempre pensato che patteggiare sarebbe stato sbagliato. I tifosi delle altre squadre già dicono che rubiamo. NON E’ VERO. avanti con il processo in tutti i gradi e, se necessario, si blocchino i campionati. Juve fai qualcosa non possono più calpestarci. E’ sei anni che ci umiliano e ora, che siamo tornati a vincere, tentano di riaffosarci. BASTA!!!! FORZA JUVE dobbiamo essere più forti di tutti e chiamiamo a raccolta i nostri quattordici milioni di tifosi!!

  2. Il regista occulto, la mente di questo vergognoso ed ennesimo attacco e’ sempre quel pelato che non dorme mai…..la mente…..e palazzi…..il suo braccio…….forza juve

  3. PERCHE’ AGNELLI NON CITA PALAZZI E ARTICO E CHIEDE LORO 2 MILIONI DI DANNI PER LA JUVE IN BORSA ? OPPURE ci penseranno i tifosi a questi due accattoni

  4. Ci vuole una insurrezione contro questi delinquenti 14 milioni contro 20 sfigati antijuventini ci hanno rotto le palle via dal campionato italiano subito !!!! VERGOGNOSI FGCI

  5. a me quello che fa incazzare ancora di piu’ oltre al fatto che si sta dando addosso ad una persona che ha 15 testimoni a favore dell’innocenza e uno contro, è il fatto che si sta minando al morale di una squadra che potenzialmente il prossimo anno poteva vincere in Italia e non solo…ma con tutte queste parole sono convinto che la squadra avrà il morale sotto i tacchi e saranno concentrati su tutto tranne che sulla preparazione..il risultato sarà una stagione scadente.
    Complimenti sono riusciti di nuovo a distruggere la mia amata Juve!

  6. pinob-mannheim

    TOGLIAMO I GIOCATORI DALLA NAZIONALE,OPPURE ANDIAMO A GIOCARE IN GERMANIA

  7. No ai patteggiamenti! Anche 1 solo giorno di penalizzazione è troppo!

  8. Segnalo alla redazione quanto scritto dal Presidente sul sito ufficiale della juve , si combatte!

  9. Qualcuno mi sa dire con certezza se Conte può comunque seguire gli allenamenti anche da squalificato? Tempo fa è stato fatto un discorso sulla pena che deve essere “effettiva” e in quanto tale Conte non dovrebbe minimamente operare nell’ambito calcistico.
    Chi mi sa dire qualcosa? Perché a sto punto c’è solo da ragionare su questo. Non voglio nemmeno prendere in ipotesi l’idea di questa squadra senza il mister, ci DEVE essere Conte e basta. Non me ne fotte nulla se deve andare in tribuna.

  10. Ma chissenefrega di tutto… tanto come va va, noi saremo sempre pronti a metterlo nel CXXO a ‘sti sfigati che tifano squadrette ridicole e inutili!!!!!!! L’Italia senza la Juve è nienteeeeeeeee

    Conta solo il campo!!!!

    Forza Juve contro tutto e contro tutti!!!!!!!!!!!!!!

  11. Contemiocapitano

    Mai stato per il patteggiamento! Era chiaro, ed è stato confermato, che si trattava di un trappolone ideato dal Palazzi (in collaborazione con tutto il resto della federazione, cioè di quegli esponenti che ancora oggi si dichiarano competenti/incompetenti a senso alterno), nel quale il nostro stimatissimo allenatore è stato tirato con forza. Gli hanno imposto il patteggiamento, con la promessa di una pena minima, e subito dopo l’hanno smentita riuscendo a far fare allo stesso la figura del colpevole, inculcando nell’opinione pubblica che quanto richiesto dal Conte (come se la richiesta non veniva dal Palazzi) non poteva essere una pena congrua, ma che lo stesso macchiatosi di gravissime colpe (?????) meritava di più, sussurri di corridoio dicono 4 mesi + multa, quel mese in più, badate bene, incide poco sul periodo della squalifica, ma incide molto sull’opinione pubblica, in quanto: Conte non solo è colpevole (conta poco se all’epoca era del Siena, adesso è Juventino e tanto basta x massacrarlo), ma lo è di più perchè la pena gli è stata aggravata……Mah…..le parole sono finite, e noi continuiamo ancora a discutere di sport….ma di quale? Il tiro allo Juventino?

  12. @Rem 17: ma sarebbe peggio vederlo condannato da allenatore della Juve: per i media lui sarebbe colpevole (ma in realtà senza colpe) e noi senza l’allenatore “titolare” (e colpevole!!!) per chissà quando e comunque sempre sotto osservazione…dividendosi scommetto che mollerebbero la presa su di lui, anche mediaticamente…e poi dovrebbe essere una soluzione temporanea da prendere di comune accordo. Ormai il lavoro più grande sulla squadra Conte l’ha già fatto e cioè dare una identità tecnica/tattica e soprattutto mentale vincente ai giocatori e di attaccamento ai colori e se altri allenatori verranno troverebbero GIA’ una squadra vincente…ricordati quanto fatto da Lippi nel 95 e che poi pur cambiando mister è durato fino al 2006 perchè c’era l’ossatura e la mentalità giusta(e anche la società per inteso)

  13. secondo alcuni blog grande sorpresa in arrivo..
    Conte avrebbe già dato le dimissioni per ora respinte..
    Conoscendo la tempra di Antonio non credo voglia subire ancora..
    e intanto dov’è JPE?

  14. @Dykos. Se Conte si dimette, è proprio quello che aspettano tutti coloro che vogliono indebolire la Juve. Vogliono danneggiare il condottiero dello scudetto. E tu vuoi dar loro una mano?

  15. Io penso, un pò fuori dagli schemi, che piuttosto di sottostare alla federazione Conte dovrebbe prima dimettersi dalla Juve e poi difedersi…essendo lui solo un “mezzo”per colpire la società così facendo la figc non avrebbe più le serie “motivazioni” per perseguirlo e magari tornare in società quando le acque si saranno calmate…

  16. Antonio Conte sta attraversando uno dei suoi più difficili momenti dovendo decidere tra processo e patteggiamento. Preciso, per inciso, che qualunque decisione verrà presa sarò al fianco del nostro grande allenatore. Ad ogni modo la scelta tra minor rischio (mortalità) e battaglia all’ultima stilla di sangue (immortalità) rappresenta qualcosa di più di una scelta strategica di impostazione manageriale.

    Patteggiando Antonio Conte (e la Juve) accetterebbe e riconoscerebbe valore ad una amministrazione, un esempio di arbitrario esercizio di potere (chiamarla giustizia anche con la g minuscola è veramente eccessivo) esempio lampante di un paese che non riesce a liberarsi dalle pastoie politiche, dagli interessi di bottega e che non ha mai il coraggio di affrontare il problema di petto a costo di scontentare il potente di turno.

    Rinunciando al patteggiamento ed andando a processo, con i rischi insiti di questa scelta, Antonio Conte dimosterebbe di muoversi verso “l’immortalità”, lottando per infrangere questo soffitto di cristallo che incombe su tutti noi, lasciandosi le mani libere per accedere a tutti i tribunali nazionali ed internazionali, accettando di diventare simbolo di chi combatte per la propria idea senza farsi condizionare dalla logica del “minor male”.
    Potendo infine guardare in faccia Petrucci, Abete, il suo servant Palazzi urlando a tutti, la celebre frase di Enzo Tortora ai Magistrati di Napoli: io sono innocente, spero dal profondo del cuore lo siate anche voi!

  17. Juventino DOC

    A che serve patteggiare 5 mesi quando male che ti vada il processo ne prendi 7!! L’assoluzione non la prenderà mai visto che non sono ritenuti congrui tre mesi! Il problema è che patteggiando si è autoaccusato, anche se sappiamo che l’ha voluto la società per perderlo meno tempo possibile! Sono caduti nel tranello di palazzi e company……

  18. Conte dovrebbe dimettersi e lottare contro queste oscenità con tutta la forza e concentrazione che meritano,per poi tornare e continuare da dove aveva lasciato, però questo chiarissimo attacco partigiano diretto a decapitare la squadra campione d’italia non può passare in sordina.
    Juventus sempre più sola nella lotta contro le istituzioni, spero che facciano un atto di forza negando qualsiasi rapporto con questo sistema stranamente caratterizzato da una miopia selettiva, il caso delle intercettazioni che escono ad orologeria con la prescrizione già avrebbe dovuto all’epoca comportare sdegno ed un ripulisti di un sistema palesemente troppo legato ai poteri forti.
    Ci hanno messo al tappeto una volta, ora ci riprovano , i mezzi sempre gli stessi, è ora che la società mostri forza e reagisca con decisione.
    Oggi leggendo la Gazzetta ero disgustato dalla faziosità con cui ,in soldoni,si chiedeva di cospargersi il capo di ceneri per rispetto dello spirito olimpico che nulla ha a che fare con il marcio del calcio… alla faccia della presunzione di innocenza.
    Caro presidente dopo aver teso la mano ci siamo trovati un bel morso sferrato a freddo dai segugi dell’inquisizione sportiva, è ora di chiudere TUTTI i rapporti non obbligati e meditare.

  19. Capitan Haddock

    Io comincerei a fregarmene della clausola compromissoria. Ma non con un ricorso al TAR: penso più ad una bella denuncia penale per Carobbio, Palazzi, Artico, Abete e FIGC in solido. Poi vediamo come si mettono le cose.

  20. Ha ragione Conte, se facciamo passare che basta che il primo pentito si inventi delle storie per accusare qualcuno e vengano prese come la bibbia ogni stagione ci troveremo con la squadra menomata…

    Sappiamo come va la giustizia in Italia e come va per la Juve… Appena diventi forte ti schiacciano la testa…

    Facciamo tutti i gradi di giudizio fino al Tar se necessario, ma basta farci prendere per il culo…

    Guerra totale alla federazione!! Se è il caso andiamo a giocare in Francia e leviamo i giocatori dalla nazionale!!

  21. ero contrario al patteggiamento fin da subito figuriamoci adesso come sto incaz….

  22. …anch’io sarei contrario a patteggiare con i signori (si far dire) della figc, ma la realtà è che, visto che con tutta evidenza ci troviamo di fronte ad un muro di gomma impenetrabile, pensare di far valere le proprie sacrosante ragioni è un’utopia allo stato puro. Ciò significa che sei costretto ad espletare tutti i 3 inutili gradi di giudizio sportivo con le condanne (basate sul nulla) praticamente certe, poi dopo bisogna rivolgersi al TAR del Lazio, altro tribunale “molto vicino” alla figc, da cui quindi è lecito aspettarsi qualche altra acrobazia in giuridichese astratto per far rimbalzare il ricorso a loro presentato, e solo dopo si potrà adire a qualche tribunale, si spera, più serio (magari il TAS di Losanna, che non essendo italiota…). Nel frattempo, visti i tempi della ridicola giustizia italiota (degna di questo paese da 4 soldi) passeranno mesi nel corso dei quali Conte e le altre vittime di questa ennesima farsa (lo staff tecnico, Pepe e Bonucci), dovranno restare lontani dal rettangolo di gioco.
    Certo dopo si potranno richiedere i sacrosanti danni subiti, ma anche lì, visti i tempi ed il livello dei tribunali italioti, se proprio non troveranno un artificio giuridico per respingere le richieste, chissà quanto tempo dovrà passare prima di vedere qualche euro.

  23. Si sono presi due schiaffi in un solo colpo. Prima piegandosi all’assurda accusa a Conte, e al conseguente patteggiamento, poi facendosi umiliare dalla Commissione disciplinare. SE ANCORA NON HANNO CAPITO CHE DEVONO ANDARE ALLO SCONTRO, SIGNIFICA CHE NON SONO DISPOSTI A LOTTARE SU NESSUN FRONTE, MA CERCANO A TUTTI I COSTI IL COMPROMESSO…INSOMMA CI STANNO PRENDENDO ANCORA UNA VOLTA PER I FONDELLI.

  24. Il patteggiamento di 3 mesi di squalifica era chiaramente dovuto ad una questione di opportunità. Il rifiuto da parte della commissione mi sa tanto di dichiarazione di guerra e pertanto penso che sia giunto il momento di andare “alla guerra” con le armi pesanti contro questi vertici calcistici senza mezze misure…o muore sansone con tutti i filistei o si va a giocare altrove. Che questo sporco campionato rimanga alle sempre tutelate milanesi e romane!

  25. capitan sparrow

    Vorrei invitare Carobbio a un torneo di calcetto nella mia città: saremmo fieri di giocare contro di lui. E sarà un incontro corretto e leale. C’è da scommetterci…..

  26. capitan sparrow

    Juventino49
    grande idea!

  27. capitan sparrow

    Non si tratta di patteggiare con un tribunale, ma con la rappresentanza di una controparte cui è stata mossa un’azione legale per risarcimento danni di 440 milioni di Euro. L’iter in caso di condanna (sicura: il giudicante è parte in causa in un contenzioso con i datori di lavoro del giudicato) sarebbe lunghissimo, richiedendo l’espletamento di tutte le forme previste dal Codice di Giustizia Sportiva (pena l’accusa di non osservanza della clausola compromissoria) prima di ricorrere a quella ordinaria, che ha, come sappiamo bene, i suoi tempi. Questo è il quadro; a questo punto, vogliono 500000 Euro? Diamoglieli, tanto prima o poi i 440 milioni torneranno nelle casse della società. Ovviamente con la consapevolezza di essere ancora una volta vittime di una Federazione che si vanta del secondo posto agli Europei, e intanto cerca di eliminarci in tutti i modi. Aspettiamoci però altre ritorsioni per ogni soffiata di naso.
    Perché non considerare quanto proponeva Luke ieri? Un bel pacchetto viaggio per l’Inghilterra con linea aerea e hotel convenzionati, sia in Inghilterra che a Torino, per i tifosi ospiti. E la serie A potrebbe liberamente contrattare i suoi diritti televisivi senza la “zavorra” Juventus!

  28. *prenderebbe. Maledetta tastiera “intelligente”.

  29. Io la sparo grossa ma è un pensiero che mi è sorto subito dopo il rifiuto del patteggiamento: Conte dimissionario per portare avanti la propria causa senza dover sottostare agli interessi di Agnelli che per forza di cose, non avendo le palle, ritiene opportuno scendere a compromessi con le ormai note merde.
    Chi avrebbe il coraggio di accusare il mister di essere un traditore? Nessuno, credo, e anzi, la stragrande maggioranza dei tifosi prenderebbero le parti di chi, convinto della propria onestà, ritiene senza prezzo la dignità di uomo.
    Se Agnelli insiste per il patteggiamento significa che non ha capito ancora nulla di come funziona e di quanto sia controproducente continuare a dare segnali di debolezza. Il presidente avrà una passione bianconera immensa ma gli farebbe bene assorbire, per osmosi, un po’ di quella tenacia ed incazzatura che il nostro amato mister sprizza da tutti i pori.

  30. a questo punto la juve deve assecondare antonio, glielo deve. lascino che si difenda, non merita una seconda umiliazione. nel frattempo diamo la panca al MITICO DINO ZOFF, se allena quel cadavere di zeman….

  31. Ininzialmente ero a “favore” del patteggiamento. Realisticamente,anche se bisognava mandare giù un boccone amaro anzi amarissimo, 3 mesi (rispetto ai potenziali 10-12) sarebbero passati in fretta. Ma ora pensare di dover patteggiare 5/6 mesi comincia a sembrare assurdo se si è relamente innocenti…tutta questa situazione sembra molto kafkiana…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi