Conte: "Sconfitta che fa riflettere" | JMania

Conte: “Sconfitta che fa riflettere”

Conte: “Sconfitta che fa riflettere”

“Chiaramente quando perdo non sono contento. Chi mi conosce sa che fatico a metabolizzare la sconfitta, fa parte del gioco”. Antonio Conte maschera bene la delusione presentandosi ai microfoni di ‘Sky Sport’ dopo la sconfitta casalinga della Juventus contro la Sampdoria. Di sicuro il tecnico bianconero si sarà fatto sentire negli spogliatoi, e alla ripresa …

Antonio-Conte-nuova“Chiaramente quando perdo non sono contento. Chi mi conosce sa che fatico a metabolizzare la sconfitta, fa parte del gioco”. Antonio Conte maschera bene la delusione presentandosi ai microfoni di ‘Sky Sport’ dopo la sconfitta casalinga della Juventus contro la Sampdoria. Di sicuro il tecnico bianconero si sarà fatto sentire negli spogliatoi, e alla ripresa degli allenamenti ci sarà per tutti una buona dose di urla.Sicuramente non è stata una prestazione che ricorderemo volentieri anzi, eravamo in vantaggio di un gol, eravamo 11 contro 10, una partita che ci deve far riflettere e aiutare a crescere, non dimentichiamo che noi portiamo sempre avanti un percorso di crescita – prosegue Conte – La prendiamo da questo punto di vista, dispiace perché da fastidio perdere questo tipo di partite e niente bisogna analizzare in maniera molto seria quello che abbiamo fatto bene e meno bene sapendo che avremo avanti due mesi molto delicati, anche per molti giocatori alle prese con acciacchi“.

Sull’uno a zero, i bianconeri hanno reclamato anche due calci di rigore, uno netto su Matri:

Penso che sia rigore ineccepibile, sono allenatore e faccio considerazioni ben più profonde, ma questo è rigore, è inutile raccontarsi chissà che cosa, non l’ha visto l’arbitro e non l’ha visto il quarto uomo.

Da domani si torna subito al lavoro: si archivia immediatamente la sconfitta e si pensa all’incontro di mercoledì di Coppa Italia contro il Milan

Oggi sono molto deluso perché queste sono partite che devi vincere e portare a casa, e ci deve far riflettere. Dobbiamo capire che quello che abbiamo fatto è sempre stato frutto di grande ferocia, determinazione. Le vittorie le abbiamo costruite tramite il lavoro e l’abnegazione da parte di tutti. Saranno mesi difficili per noi, perché un conto è fare a meno di due giocatori, quando cominciano a essere quattro o cinque è diverso.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=D8u6yy0T9aw[/youtube]

8 commenti

  1. capitan sparrow

    Ciao Laura
    è proprio vero che la notte porta i migliori pensieri. Condivido parola per parola, soprattutto se ripenso a una piovosa sera di maggio in uno stadio pieno a metà per via dei prezzi esagerati (grazie, Cellino!). All’improvviso calò un improvviso silenzio: rigore per l’Inter, e tutti attaccati alle radioline; dei 22 in campo nessuno si interessava più, finché la radiolina disse “gol” e lo stadio esplose. Mi ritrovai quattro file più in basso abbracciato a un ragazzo pugliese che urlava “campioni, campioni”. Eravamo lontani da casa, ma felici come mai avremmo creduto nel luglio 2006. Il calcio vive anche di emozioni, e questi ragazzi ce ne hanno regalate tante. Il calcio vive di vittorie, e i numeri sono quelli mostrati da Laura. Certo, un attaccante dal gol facile non sarebbe da buttare via, ma a me, che ho visto tante Juve dagli anni ’50, questa squadra piace da morire perché mi da la stessa sensazione di quella di Vycpálek e della prima di Lippi: il bello deve ancora venire…..

  2. Mi pare che si stia un pochino esagerando.. Stiamo parlando di una partita fiacca e persa giustamente, rigori o non rigori. Ma stiamo anche parlando di una squadra che e’ campione d’inverno con 3 giornate f’anticipo. Una squadra che ha vinto un girone di champions non semplice che forse neanche noi ci credevamo tanto. Una squadra che ha giocato senza allenatore per 4 mesi.
    Ora, sinceramente leggere “questi giocatori abbiamo”, cosi’, quasi con fastidio mi sembra un po’ irrispettoso. Poi vero, troppo turnover tutto insieme, questo ci sta. Pero’ stiamo parlando di ragazzi che nell’ultimo anno e mezzo hanno perso 4 partite su 70 e qualche lacrima di gioia ce l’hanno fatta versare no? Tutti ma proprio tutti. Peluso e’ arrivato da 5 minuti, non lo criminalizzerei. Notte a tutti

  3. Francesco riassume anche il mio pensiero.

    Su certi giocatori l’allenatore dovreppe porre il veto in entrata. Non ci sono soldi? ok abbiamo una bella primavera.

    poi scusatemi ma cosa vuol dire non ci son soldi da buttare? perchè per Peluso, Padoin e martinez son soldi ben spesi?

  4. Quoto totalmente Francesco!
    Però sull’arbitro soprassiedo, non mi sento di imputargli colpe sulla sconfitta (meritata per l’atteggiamento lezioso): queste cose le lascio fare a Strapiagnoni (cazzo, perdi 3-0, sbagli gol a porta vuota, e hai pure il coraggio di lamentarti dell’arbitro!) e De Lamentiis

  5. Caro Francesco quoto in pieno il tuo pensiero. Purtroppo questi giocatori abbiamo. Finora il gioco collettivo ci ha permesso di superare l’handicap della mancanza di fuoriclasse, in particolare in attacco. Ma se la Juve gioca anche solo al 95& ( oggi era a non più del 60/70 %…),anzichè al 100% delle sue potenzialità, questa squadra fatica a vincere e concede alle avversarie, non irresistibili, di fare loro la partita. Se è vero che anche in una grande squadra ci vogliono i gregari, adesso sarebbe l’ora di invertire la proporzione a favore di qualche fuoriclasse di livello superiore. Solo così potremo fare il salto di qualità anche a livello europeo ( attenzione non diamo per scontato il superamento del prossimo turno……)

  6. Francesco zebra del colosseo

    Il primo che deve riflettere è Conte.
    Oggi ha commesso tanti sbagli , più di quanti ne abbia fatti in un anno e mezzo.
    Troppo turnover tutto insieme, approccio alla gara sbagliato, cambi troppo affrettati (due punte insieme) col rischio di perdere poi un uomo (marchisio) che già stava male.
    Aggiungiamo Buffon , che anche oggi ho rivisto in tv ridere come uno scemo e in campo prendere due gol da pollo, specie il primo.
    Aggiungiamo Marotta che continua a prendere scarsi inutili come Peluso e continua a non fare di tutto per prendere un attaccante che risolva le partite.
    Aggingiamo un arbitro da codice penale (me li farei volentieri 3 mesi per dargli due destri in faccia) che non da due rigori (clamorosissimo il primo) con allegate espulsioni e poi non appena ,anch’esso incredulo della nostra sconfitta, vede realizzato il sogno della Juve in svantaggio si mette a fare il ducetto e fischia tutto contro con ammonizione ciliegina a Pirlo…

    Con i giocatori invece non ce l’ho piu’ di tanto: non e’ colpa di Padoin e di De Ceglie se giocano nella Juve, ne di Peluso se è comprato dalla Juve, non è colpa dei quattro scandalosi attaccanti se non segnano manco morti ma di chi si ostina a comprare mezze cartucce in difesa e a centrocampo e non riesce a fare meglio del prestito di Bendtner!

  7. Appunto, riflettiamo tutti…ma proprio tutti su quanto accaduto oggi: 11 vs 10, in casa, in vantaggio…siam riusciti a perdere!
    Gli errori son stati sistemici ed individuali per di più commessi da tutti, tecnico e giocatori.
    Pazienza…ma che non accada più, quindi, al lavoro, duro lavoro!
    E si faccia allenare Vucinic al tiro come fece Capello con Ibrahimovic perché il nostro miglior attaccante è quello che realizza meno di tutti…possibile?!
    Forza ragazzi!

  8. Che faccia riflettere tutti…ma proprio tutti.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi