Conte: "Non mi fido del Milan senza Ibrahimovic" | JMania

Conte: “Non mi fido del Milan senza Ibrahimovic”

Conte: “Non mi fido del Milan senza Ibrahimovic”

Mancano poco più di 24 ore alla sfida dell’anno: Milan e Juventus si contenderanno tre punti fondamentali che potrebbero decidere chi potrà tirare la volata scudetto. “E’ la partita più attesa dell’anno – dichiara il tecnico bianconero Antonio Conte nella conferenza stampa della vigilia – e la cosa più bella è sapere di essere riusciti …

Mancano poco più di 24 ore alla sfida dell’anno: Milan e Juventus si contenderanno tre punti fondamentali che potrebbero decidere chi potrà tirare la volata scudetto. “E’ la partita più attesa dell’anno – dichiara il tecnico bianconero Antonio Conte nella conferenza stampa della vigilia – e la cosa più bella è sapere di essere riusciti a far rivivere una vigilia importante ai nostri tifosi. E sarà lo stesso per la semifinale di ritorno di Coppa Italia. Sei mesi fa poteva essere solo un sogno, ma grazie alla bravura dei giocatori e della società siamo riusciti a realizzarlo. Questo ci deve dare forza ed entusiasmo. Siamo tornati competitivi, raggiungendo un primo, importante step, ma ora dobbiamo dimostrare di saper mantenere questa competitività, senza mai smarrire la nostra strada, che è fatta di sacrificio, corsa, umiltà e determinazione”.
Il Milan si presenterà al cospetto della Signora senza Ibrahimovic, Maxi Lopez e Boateng: “Il Milan non è solo Ibra – continua Conte – e l’ha dimostrato ad Udine ad esempio, quando hanno vinto senza di lui, su un campo dove tutte avevano perso e noi avevamo pareggiato. I rossoneri hanno lo scudetto cucito sulla maglia, sono davanti a noi in classifica, sono i favoriti numero uno e statisticamente giocano meglio senza lo svedese. Certo, Ibrahimovic sposta gli equilibri a favore della squadra per la quale gioca, ma se per noi sia meglio affrontare il Milan senza di lui, ve lo dirò dopo la partita. Quel che è certo è che il nostro atteggiamento non dovrà cambiare, al di là che si giochi contro il Milan a un’altra squadra, con o senza Ibrahimovic, in casa o fuori. Vogliamo vincere, questo è il nostro obbligo da inizio anno. Dal punto di vista tattico, forse Ibra dà più punti di riferimento rispetto ad altri, però questa vale sia per noi che per il Milan. Per noi non cambia nulla, tanto che ho preparato la partita per tutta la settimana con la coppia d’attacco Ibrahimovic-Robinho…”.
Molti avrebbero voluto vedere Ibrahimovic contro Pirlo, colui il quale ha fatto sin qui la differenza per la Juventus: “E’ un grandissimo e siamo felici di averlo. E’ stata una grande sorpresa dal punto di vista umano, perché è un punto di riferimento per quanto fa quotidianamente. Insieme a Del Piero e a Buffon è il cuore pulsante della nostra squadra ed è bello vedere la stima e l’affetto che hanno i compagni nei confronti di questi tre campioni”.
Contro i rossoneri, a meno di sorprese, il tecnico leccese riproporrà ancora una volta il modulo 3-5-2: “La squadra ha lavorato per due mesi sul sistema di gioco più difficile in assoluto e questo ci ha permesso di passare agevolmente prima al 4-3-3 e poi al 3-5-2. E sono questi i moduli che si addicono alla perfezione di questa squadra, anche se con il primo siamo molto legati allo stato di forma di alcuni giocatori”. Pensare che Conte era stato tacciato di integralismo: “Da quando ho iniziato a fare l’allenatore dormo pochissimo. In questi anni ho vissuto momenti in cui c’è bisogno di tirare fuori tutto e spesso mi sveglio presto, ma quando accade, mi vengono le idee migliori. Dalle 6 alle 9 soprattutto, rimugino parecchio e faccio le scelte più importanti”, prosegue l’allenatore della Juventus, che infine sulla corsa scudetto sentenzia: “Se ormai è una corsa a due? Sarebbe bello scavare un solco tra noi e la terza, ma non so se avverrà. Il campionato italiano è molto competitivo, l’Udinese anche ieri, in Coppa, ha dimostrato di essere una signora squadra ed un orgoglio per il calcio italiano. E poi ci sono Lazio, Roma, Inter… Noi limitiamoci a guardare in casa nostra e cerchiamo di ottenere il massimo, iniziando da domani sera”.

7 commenti

  1. Mauro The Original

    Complimenti per la nuova grafica.

    Per me Lichtsteiner prima o dopo entra, come Borriello e Giaccherini.

    Saranno scintille stasera.

    Grazie Conte di farci rivivere questi momenti a cui non ci ero abituato da tanto.

    Inter tornata nel suo posto naturale, godo come un riccio……

  2. Zeman ha perso ……………….. il fine settimana comincia bene —————————

  3. …a conferma che quando dico che il 4-3-3 non è oggi applicabile non dico una fesseria.
    Se a metà non ritornano i vecchi Vidal e Marchisio, e sugli esterni non avremo il vecchio Licht e un ottimo corrispettivo a sinistra, ci faranno tanto tanto male.

    Spero che il genio di Allegri preferisca Antonini a Mesbah, già c’è Abate dall’altro lato che sarà una brutta bega.

    Forza ragazzi, stringere i denti oggi per godere domani!

    @Reda: manca la finestrella degli ultimi commenti, utile per capire quale notizia è più dibattuta al momento (ho visto che avete inserito il contatore dei commenti in ogni preview di notizia ma non è la stessa cosa). Se non vi costa nulla reinserirla, penso farebbe piacere a molti.

  4. A grande richiesta siamo tornati ad uno stile più vicino a quello vecchio. La grafica con le categorie non piaceva e noi siamo molto attenti alle vostre osservazioni. grazie

  5. @redazione….bella la nuova grafica del sito….complimenti……forza juve

  6. Antonio, al di là di come andranno le cose domenica, ed in generale il campionato, noi non possiamo che ringraziarti, perché siamo tornati ad essere la Juve, consapevoli che a Milano si può perdere certamente, ma ancor più certo è che possiamo anche vincere. La consapevolezza di essere una squadra che se la può giocare alla pari con tutti è già una grande cosa. Forza ragazzi, proviamoci. Ci vuole una grande prestazione, io sarò lì ad incitarvi fino all’ultimo minuto.
    Noi siamo la Juve, loro, tutti miracolati dalla farsa del 2006.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi