Conte: "Non accetto lezioni di stile da nessuno" | JMania

Conte: “Non accetto lezioni di stile da nessuno”

Conte: “Non accetto lezioni di stile da nessuno”

“Penso che quello che ho detto non deve trarre in inganno sulla mia serenità. Ho espresso una mia opinione al Tardini, l’ho fatto senza essere arrabbiato e senza contestare gli episodi, ho parlato solamente di un tipo di aria che si respirava, in maniera molto serena e tranquilla. Detto questo, mi scuso perché ho parlato …

“Penso che quello che ho detto non deve trarre in inganno sulla mia serenità. Ho espresso una mia opinione al Tardini, l’ho fatto senza essere arrabbiato e senza contestare gli episodi, ho parlato solamente di un tipo di aria che si respirava, in maniera molto serena e tranquilla. Detto questo, mi scuso perché ho parlato di un giocatore che non è nella mia rosa, di Giovinco, gli porgo le mie scuse perché sono caduto in errore e mi dispiace molto. Forse perché lo conosco mi sono permesso di dire qualcosa in più, ma non dovevo permettermi”. Antonio Conte esordisce così nella conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Catania: dopo una settimana di furenti polemiche il tecnico bianconero vuole però tornare a parlare di calcio:

“Stiamo riuscendo a giocare con lo stesso atteggiamento in casa e fuori, poi vedo i dati e mi accorgo che dobbiamo cercare di fare qualche gol in più. Parlo di crescita, di casa in costruzione dall’inizio dell’anno, di mettere delle fondamenta. Questa casa è cresciuta molto in fretta, visto che si parla di noi come antagonisti del Milan dopo pochissimi mesi, questo ci riempie di orgoglio e soddisfazione. Molti dei miei giocatori per la prima volta in carriera si confrontano con questo obiettivo. Chi ha vinto sa bene che bisogna percorrere una strada, più vai in vetta e più sono forti le folate di vento, dobbiamo dimostrare di riuscire a mantenere determinati livelli di competitività”.

Poi i giornalisti lo costringono a tornare sulle dichiarazioni dei colleghi, che nei giorni scorsi hanno stigmatizzato le lamentele di Conte:

“Dichiarazioni che mi hanno dato fastidio? Penso che a livello di eleganza e di stile non mi aspetto nessuna indicazione da nessun tecnico. Ognuno ha un proprio modo di fare e di essere, se sono stato definito poco elegante cercherò di andare a lezione di bon ton. Ranieri? Dice un qualcosa che protrae la discussioni: “mi auguro che chi ha alzato la voce non condizioni i designatori”. Una dichiarazione che mi lascia perplesso, perché allora c’è insito in tutti il pensiero che possa esserci condizionamento. Io ho sempre parlato di parità di trattamento, non vogliamo nulla a favore. Ripeto, chiedo parità di trattamento. Se c’è un rigore al 90′ per il Catania, è giusto che venga dato, così come è giusto che venga dato alla Juventus. Massima stima per Ranieri, Lo Monaco che stimo molto come dirigente, ma non può pensare che voglia aizzare le folle. Ero un calciatore indomito ma leale, non ho mai aizzato nessuno, meno che mai il tifoso juventino che ha sempre partecipato con sportività ed entusiasmo, accettando sempre il verdetto del campo. E penso che questi tifosi hanno subito forse troppo in questo ultimo periodo. E tolgo il forse. Se devo aizzare il tifoso, lo faccio solo in un modo, dicendogli di comprare il biglietto. Voi la vedete come una lamentela, io invece denuncio un’aria poco tranquilla e poco rassicurante, il mio è un proclama. E dico questo dopo che 7-8 volte mi hanno pestato il piede e ho dato lezioni di bon-ton. Non ultimo lo scontro diretto Inter-Juve, con Marchisio estirpato. Ve lo ricordate? Si dimentica troppo presto. Mi è piaciuto molto sentire Braschi che in settimana ha detto che il rigore c’era, anche questo serve a stemperare. E’ iniziato il girone di ritorno, ovvio che l’aria sia più calda, ma da parte mia continua ad esserci massima serenità. Ai miei dico: riportiamo la domenica quello che facciamo in settimana. È il campo quello che parla e da sportivo l’unica mia preoccupazione è trasferire questo pensiero ai calciatori. A Parma prima di parlare con voi mi sono arrabbiato nello spogliatoio: “Perché abbiamo dominato e non abbiamo vinto?”. Questo deve deve essere il nostro pensiero”..

Dal punto di vista tecnico-tattico, comunque il tecnico non è preoccupato dai suoi:

“Siamo la squadra che tira di più, e insieme a Milan e Roma facciamo più possesso palla nella metà campo avversaria, a livello di incisività e pericolosità siamo la prima squadra in Italia: sono dati che ci dicono che la squadra funziona, certo stiamo faticando a centrare la porta ma sono momenti. Pensate a Milito, il suo periodo no e ora è tornato il cannoniere stratosferico che conoscevamo. Basta davvero poco per sbloccarci e finalizzare di più, nutro la massima fiducia nei confronti dei miei calciatori che stanno facendo cose straordinarie. Fermo restando che possiamo e dobbiamo migliorare, me per primo”.

18 commenti

  1. Loro ci hanno sbeffegiato nel 2006 è vero , ma loro non sono affatto uomini e non hanno emozioni , io non ho scritto di avere compassione per L’ inter ma dico che mi è dispiacuto vedere un portiere piangere , tutto qui . Come ho detto , l’ inter è la nostra rivale e mi va vomitare pensando di sostenerla e come dice qualcuno godo anche io

  2. Zeman all’Inter

  3. Dykos,non è solo il fatto che siamo andati in b che ci ha messo questo veleno in corpo:è soprattutto il resto,ciò che si è saputo dopo,il sapere che era una cosa creata a tavolino.E lo stiamo vedendo oggi:la festa,per queste m…e è finita,non ci sono guido rossi o tronchetti provera che tengano.Compassione per questi esseri ignobili?MAI!!!!!!!!!!!

  4. io vorrei che l’aereo dell’inter cadesse giù e si schiantasse sulla madonnina……. un’altra superga! *_*

  5. “..ma provo compassione a vedere Julio Cesar piangere”….quando siamo andati in B io ho pianto e i miei amici interisti mi sfottevano…per fortuna le cose stanno cambiando!!!!!

  6. Provare compassione per l’Inter?!
    PUAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHHAHAHAHAHHAHAHHAHAHA….io sto godendo come un riccio,finalmente gli ONESTONI tornano al posto che gli compete:L’ANONIMATO!!!!

  7. Juventino24,io mi auguro che tu stia scherzando….secondo te,loro nel 2006 hanno provato compassione per noi?A perte il fatto che gli eventi stanno prendendo di nuovo il loro corso naturale,per me questo è solo uno zuccherino…..voglio il loro totale fallimento e distruzione,altro che compassione!!!!!!!!!!Ranieri?in effetti è un aggiustatore….sono tornato stanco dal lavoro,ma lui la giornata me l’ha effettivamente AGGIUSTATA!

  8. L’ inter ha perso 3 0 col Bologna . Da una parte sarei felice perchè l’ inter ha perso ma provo compassione a vedere Julio Cesar piangere e dico : L’ inter è la nostra storixca rivale ma non provare compassione per queste cose è veramente da bruti

  9. Ho sentito le dichiarazioni Rai e Mediaset dopo i discorsi di Conte e Marotta prima.
    Sono ovviamente VERGOGNOSE.
    Poco male perchè in fondo sia con siena che con parma avremmo potuto vincere anche senza quello che ci spettava.
    I primi a doversi rimboccare le maniche siamo noi tifosi per supportare una vero miracolo sportivo, poi i calciatori e poi Conte unico vero artefice del miracolo.

    Antonio siamo tutti con te.

    Continua per la strada che hai intrapreso e riporterai alla tua e nostra Juve il blasone che essa merita!

  10. Stimo Antonio Conte ancor di piu’ perche’ non ha paura di esprimere i propri pensieri ed esporli in maniera educata, senza soffrire del tipico servilismo italiano degli ultimi decenni.

  11. Inutile infierire su quel pover uomo di Ranieri. E’ un allenatore fallito, che per nostra fortuna sta riportando l’Inter nelle chiaviche dell’anonimato. Speriamo lo riconfermino, ma credo che non sarà così. Zeman, leggasi Ranieri, il nulla, e gli abbiamo dato pure Immobile. Spero di vedere anche lui un giorno all’Inter. Detto questo bisogna tenere alto il livello dello scontro. Un tempo c’era Luciano a difenderci dalle televisioni, dai giornali e dagli amici di Meani (che sono ancora in circolazione…Copelli, Brighi, Pieri)ora la nostra corazza è meno potente – purtroppo grazie al francese e al cugino fesso non contiamo una mazza – ma stiamo ricostruendo anche quella, e se iniziano a sfavorirci e insultarci e commentare in maniera vergognosa tutto ciò che ci riguarda, vuol dire che stiamo tornando la vera Juve.

  12. bravo Conte!
    chissà perché quando parli e agisci rassicuri tutti

    chissà perché quando parla Marotta nel suo solito politichese crediamo di stare ancora nell’inferno sportivo degli ultimi anni

    caro Marotta sei l’anello debole del nuovo corso juventino.
    se non prepari dei colpi seri per la prossima champions è meglio che ti dimetti entro il prossimo giugno… il grande mister Conte non può salvarti sempre il OO

  13. Antonio Conte un grande…questo è stile altro che Ranieri che tempo fa ha perfino detto di andare d’accordo con Mourihno quando tutti sanno che non potevano neanche vedersi…
    Comunque vada la stagione Conte ha fatto un miracolo ritornando a far appassionare milioni di tifosi che vedono finalmente una squadra vera che gioca un bellissimo calcio di attacco sia in casa che in trasferta.
    Neanche con Capello la Juve giocava così bene, solo Lippi è riuscito a farmi entusiasmare come ora sta facendo Conte.
    FORZA JUVE!!!

  14. Antonio Conte…finalmente qualcuno che non tifa Juventus,ma ama la Juventus e che la mette al di sopra di tutto,perfino di sè stesso.Sarà anche un pò testardo ma non gli mancano di certo anche l’umiltà e il coraggio di riconoscere quando sbaglia.Porgendo le scuse a Giovinco e indirettamente a Leonardi ha dimostrato,lui sì,grande stile.Un uomo straordinario e veramente raro nel calcio,non un mercenario qualsiasi al soldo di chi paga di più,ma animato da una pura e viscerale passione per i colori bianconeri.Sono convinto che allenerebbe la Juventus anche gratis!SEMPRE UNO DI NOI!!!

  15. Juventino_Da_Malta

    Grande Conte!!!!!!!!! Forza Juve fino alla fine non si molla mai

  16. Antonio Conte….un tecnico con una personalita’ e carattere da vero leader….per me e’ la piu’ bella sorpresa della juve di quest’anno…..grande grande e ancora grande antonio……forza juve

  17. Un grande applauso a quest uomo. Era dai tempi di Capello che alla nostra panchina mancava un uomo con le @@ quadratte….

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi