Conte: "Mercato? Potevamo fare meglio ma anche peggio" | JMania

Conte: “Mercato? Potevamo fare meglio ma anche peggio”

Conte: “Mercato? Potevamo fare meglio ma anche peggio”

“Periodo difficile? Se guardo la classifica dico di no”. Antonio Conte non vuole sentire parlare di crisi alla vigilia di Chievo-Juventus. Il tecnico bianconero si è presentato alla conferenza stampa dopo averla disertata diverse volte negli ultimi tempi. La squadra sta bene, non concretizza ma il gioco c’è, per questo Conte non è preoccupato: “Se …

conte-conferenza-stampa-2013Periodo difficile? Se guardo la classifica dico di no”. Antonio Conte non vuole sentire parlare di crisi alla vigilia di Chievo-Juventus. Il tecnico bianconero si è presentato alla conferenza stampa dopo averla disertata diverse volte negli ultimi tempi. La squadra sta bene, non concretizza ma il gioco c’è, per questo Conte non è preoccupato: “Se guardo il turno di qualificazione di Champions o alla Coppa Italia dico di no, per la seconda volta consecutiva abbiamo sfiorato la finale. Con la Lazio meritavamo di più tra andata e ritorno, nonostante la Coppa l’abbiamo utilizzata, come l’anno scorso,  per fare esperienza e utilizzare giocatori che giocano di meno. Un allenatore non può guardare soltanto il risultato. Ci può stare un periodo in cui cerchi di fare tutto al massimo, poi magari prendi due gol su due tiri. Sono molto sereno. Tranne contro la Samp, la squadra non mi è mai dispiaciuta. Non ci gira benissimo”. Domani alle 12.30, Conte sarà sostituito in panchina dal suo secondo, Angelo Alessio, vista la squalifica di due giornate, nei confronti della quale non è stato presentato neanche ricorso: “Ci sono dei regolamenti, che devono essere rispettati. Posso contestare le regole ed è mio diritto. Però i regolamenti li rispetto”.

Chiuso il mercato di gennaio, i tifosi della Vecchia Signora sono rimasti delusi per il mancato arrivo del tanto agognato attaccante: “Abbiamo cercato di fare quello che potevamo e quello che ci hanno permesso di fare – prosegue Conte -. Sono sempre stato chiaro fin dai primi giorni: non c’erano grandi risorse economiche. Si poteva fare meglio, si poteva fare peggio. Non mi consideravo favorito prima e non mi considero favorito ora. Questo scudetto lo vincerà la squadra migliore, come l’anno scorso. Il campionato è difficile, il Napoli è la nostra antagonista diretta. Ha agito in maniera forte sul mercato, ha tutti i mezzi per vincere lo scudetto. Il Milan? Ha preso giocatori giovani, ma importanti: si è rinforzato. I rossoneri però hanno anche incassato. Noi magari non abbiamo trovato un obiettivo che valesse una cifra come quella per Balotelli. A parte Mario, i top player tipo Suarez, Jovetic, Cavani non si sono spostati. Tifosi delusi? Non si può avere tutto e subito, anche noi come altre squadre stiamo portando avanti un progetto di crescita. Non siamo una squadra già fatta, come sento dire. Abbiamo bruciato le tappe: stiamo lavorando insieme soltanto da un anno e mezzo. È da pazzi parlare di triplete, cominciamo a rivincere in Italia per prepararci a farlo anche in Europa”.

Secondo alcuni quotidiani di oggi, Anelka avrebbe la possibilità di scendere in campo dal primo minuto, ipotesi esclusa da Conte: “Si è presentato in condizioni fisiche discrete, calcolando che l’ultima partita l’ha giocata ad ottobre, ma si è dimostrato un professionista. Stiamo cercando di fare con lui una full immersion. E’ importante che lui capisca ed entri dentro i nostri meccanismi. Partirà dalla panchina contro il Chievo”.

7 commenti

  1. E tra il fare e il fare peggio si è fatto male… a sto punto meglio non fare…

    Ma Antonio…. ci rimetti tu in prima persona in salute e in risultati.

  2. Potevamo far peggio: tipo…. non prendere Peluso? Uno che finora ha fatto più il bene delle nostre avversarie che della Juve

  3. ma quale tesoretto?!
    guardati l’ultimo bilancio!

  4. Circa 25 milioni incassati per aver superato il turno di champions, aggiunti a quelli che già erano in cassa e considerato che non abbiamo fatto grossi acquisti, potremmo supporre che qualche tesoretto dovremmo averlo.
    Perchè diciamo sempre che non abbiamo soldi per comprare un “top-player”???
    Ma siamo proprio ridotti così male???
    Credo che il non acquistare, non dipenda dalla disponibilità economica della Società, ma sia una scelta della dirigenza e/o della proprietà.
    Vogliamo e dobbiamo vincere e per vincere si devono fare i gol; per fare i gol ci vuole un bomber!!!!

  5. Stefano - Uliveto Terme Pisa

    L’anno passato in questi tempi avevamo avuto trattamenti particolari (rigori non dati) per far avvicinare il Milan, oggi stiamo vivendo un periodo gemello per farci riprendere dal Napoli; SIAMO LA JUVE, e questa JUVE dopo CALCIOPOLI è diventata FORTE DENTRO e questa forza ci porterà a nuove vittorie ed invidie varie…..

  6. Faccio una previsione (e mi conservo il post): il 31 agosto non avremo nessun bomber in attacco. Arriverà Llorente e forse ci sarà qualche cambio tra giocatori di pari livello (Quagliarella per Osvaldo, Matri per Pazzini, robe così), ma nessun txx plxxxx (odio quel termine) 🙂

  7. D’accordissimo col mister sul periodo un pò meno brillante e sulla situazione attuale.

    Un pò meno sul mercato: se è vero che a Gennaio nessun top Player, a parte Balotelli, si è mosso, è anche vero che noi avevamo bisogno di una punta che SEGNASSE già lo scorso anno, quindi nel mercato estivo si poteva lavorare meglio in tal senso, invece è stato preso il solo Giovinco che non è un bomber.

    Ma la squadra è questa ora e va sostenuta.

    Basta pessimismo.
    Non siamo il Barcellona per il momento, mettetevelo in testa.

    Fino a 1 anno fa sarebbe stato impensabile PER CHIUNQUE vincere 2 scudetti di fila, adesso abbiamo le carte in regola per farcela e per me sarebbe già un trionfo.

    Chi non lo capisce è perchè guarda al di la delle logiche del calcio, punto.

    Questo NON E’ FIFA e non è nemmeno PES, mettetevelo in testa.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi