Conte difende i suoi: "Nessun rimpianto, Vucinic il nostro genio" | JMania

Conte difende i suoi: “Nessun rimpianto, Vucinic il nostro genio”

Conte difende i suoi: “Nessun rimpianto, Vucinic il nostro genio”

Difende i suoi uomini come un padre farebbe con la sua famiglia Antonio Conte nel corso della conferenza stampa alla vigilia di Bologna-Juventus. Il tecnico bianconero, dopo i fischi ricevuti dallo Juventus Stadium al termine dell’ennesimo pareggio casalingo, non ha di certo intenzione di gettare la spugna: “Ai ragazzi ho ripetuto quello che dico sempre. Continuare …

Difende i suoi uomini come un padre farebbe con la sua famiglia Antonio Conte nel corso della conferenza stampa alla vigilia di Bologna-Juventus. Il tecnico bianconero, dopo i fischi ricevuti dallo Juventus Stadium al termine dell’ennesimo pareggio casalingo, non ha di certo intenzione di gettare la spugna: “Ai ragazzi ho ripetuto quello che dico sempre. Continuare a dare il massimo così come abbiamo fatto con Chievo, Cagliari, Genoa, Siena, tutte le partite in cui abbiamo pareggiato. Alla fine di ognuna di queste partite sono tutti usciti avendo dato anche più del massimo. Alla fine del campionato non dobbiamo avere rimpianti, vedremo dove saremo arrivati a fine stagione. Pensiamo a dare tutto di noi stessi, altro che depressione per il sorpasso. Per ora questo massimo ci ha fatto tornare competitivi, ha fatto tornare la paura della Juve: dobbiamo essere orgogliosi di quello che abbiamo fatto finora. Se vinciamo siamo in testa alla classifica”, le parole di Conte riportate da ‘Tuttosport’.
Da quando il Milan è tornato in testa, sembra però che qualcosa, sia a livello fisico sia mentale, sia cambiato nella Juventus. Ragion per cui la sfida di Bologna avrà un significato ancora superiore:

“Bologna è la prossima partita, quindi la più importante, quella della vita. E’ un momento in cui c’è emergenza, in difesa abbiamo perso due elementi di assoluto valore come Chiellini e Barzagli, cerchiamo di prenderla come un’opportunità, un motivo e un momento per crescere in compattezza e cuore per sopperire a un’emergenza. Sicuramente è una prova di forza da parte della squadra, che dovrà fare probabilmente anche più di quanto ha fatto finora”.

Barzagli e Chiellini sono K.O, per cui la difesa sarà assolutamente inedita:

“Vorrei scegliere io, non essere costretto a farne per colpa degli infortuni. In difesa abbiamo sei giocatori, solo quattro disponibili: Lichtsteiner, Caceres, Bonucci e De Ceglie. Sono convinto faranno una grande partita, reparto e squadra. L’attacco? L’importante è che qualcuno faccia gol, le scelte che faccio sono sempre in virtù del momento di forma, dell’avversario, di quello che vedo in campo, non avendo un giocatore che si stacca in maniera impressionante rispetto agli altri”.

Tra i calciatori più criticati negli ultimi tempi c’è di sicuro Mirko Vucinic, preso ormai di mira dai tifosi bianconeri che lo fischiano prevalentemente per la sua indisponenza e scarso impegno:

Vucinic è l’elemento più talentuoso che abbiamo in squadra. Da un momento all’altro può essere determinante in fase offensiva, con una giocata, un colpo di genio. E quindi me lo tengo ben stretto. Poi ci sono dei momenti un po’ no, che capitano, una prestazione non convincente può capitare ma ho grande fiducia in Mirko come in tutti i componenti della rosa e sono convinto ancora che può essere fondamentale. Non ci possiamo permettere di discutere un giocatore come Vucinic. Ho fatto il calciatore e so che la differenza la fanno i calciatori. Cerco di mettere la squadra nelle migliori condizioni per fare bene attraverso gli interpreti che scelgo per poter vincere la partita. Borriello titolare col Milan e poi in tribuna? Magari domani gioca titolare, dipende da quello che vedo in settimana, da quello che gli leggo negli occhi, da quello che mi trasmette. Ogni mio atto ha sempre un perché”.

Molti si chiedono che fine abbia fatto Elia, l’olandese in cui molti vedevano un possibile top player per questa stagione.

“Elia è un esterno offensivo che preferisce molto giocare a sinistra, è cresciuto molto rispetto a quando è arrivato in Italia da noi. Quando vengono in panchina sono tutti pronti per entrare. E’ una freccia del mio arco, vedremo quando deciderò. A quattro dietro è più semplice schierare sia lui che Krasic”, replica ancora Conte. 

Infine una nota proprio sui fischi ricevuti al termine della gara contro il Chievo:

“Durante un’annata ci sono picchi e anche giornate normali, ma comunque importanti. Calciatori come Marchisio, come Vidal, quando non fanno gol, dispiace dirlo, inficia sul voto in pagella che viene dato loro. Abitui a segnare, poi non segni più e allora spuntano le insufficienze, dispiace perché non si valuta il rendimento vero del giocatore. Fischi? Mi hanno detto che ci sono stati, io non li ho sentiti: questo mi fa molto male, penso che siano frutto della delusione per la mancata vittoria, li giustifico così, mi auguro però che i tifosi ci siano sempre molto vicini perché non bisogna mai dimenticare quanto di straordinario stanno facendo i miei ragazzi. E se qualcuno vuole infilare la testa nella sabbia, gliela prendo e gliela tiro fuori io”. 

11 commenti

  1. grandejuve83 vucinic è stato preso per fare l’esterno perché Conte ha bene in mente le sue carenze realizzative e cerca di sfruttare il suo estro e la sua visione di gioco da esterno… su questo credo che dovremmo essere tutti abbastanza d’accordo.

  2. Su questo mi trovi abbastanza d’accordo

  3. grandejuve83

    io credo che vucinic debba giocare piu vicino alla porta come prima punta es quaglia vucinic pepe

  4. Il problema di Vucinic è che gioca 2-3 partite l’anno. nulla più

  5. Elia cosa ha fatto per meritare questo ? Comunque vorrei sapere quali partite saltano Chiellini e Barzagli ( Non oso immaginare la coppia Caceres Bonucci contro Milito e Cavani e Lavezzi )

  6. @Kurtz
    Roma-Chelsea 3-0, doppietta di Vucinic con esterno destro da fuori area(primo gol) e discesa di 50 metri palla a piede con Obi Mikel che cerca in tutti modi di buttarlo giù senza riuscirci. Ci sarebbero anche gol al Manchester United oppure al Real Madrid, ma lasciamo perdere, gli altri erano forti, lui era una schiappa….

  7. Alessio
    Beh, Totti, De Rossi, Mancini dei bei tempi, Pizzarro idem, Aquilani nel suo anno migliore. Insomma io di giocatoroni me ne ricordo un bel po’, ma non riesco proprio a ricordare una partita in cui Vucinic sia stato così decisivo.

  8. Luke-Sun_Tzu

    Aia. Elia solo come esterno d’attacco? Seconda puntaaaaaaaaaa, Conteeeee!

    Vucinic è genio e sregolatezza. Se continua così resterà l’ennesimo eterno talento incompiuto. Se guadagnerà in incisività (e non parlo solo di gol) e continuità diventerà un asso indiscusso. Ma non si può attenderlo in eterno. Non ha mica 22 anni!

  9. In effetti Vucinic con la Roma è arrivato anche un paio di volte ai quarti di champions con suoi gol e giocate davvero fenomenali e non mi sembra che in quella squadra a parte lui ci fossero tanti top-players….hai ragione ci ridono dietro….

  10. Con tutto il rispetto per Vucinic, se ti presenti in Champions con lui come top player ti ridono dietro

  11. Lo avevo capito da un po’ che Vucinic è la sua fissazione. In questo Antonio è uguale a Lippi. Ci sono due tre giocatori che anche se giocassero con un piede solo, lui non toglierebbe mai. Io, come ho già scritto in un’altra occasione, inizio a pensare che ci troviamo di fronte all’ennesimo, costoso bidone di Marmotta. L’ho visto giocare in più occasioni dal vivo, è in alcuni frangenti dà veramente l’impressione di essere un fuori classe. Qualcuno lo paragona a Boksic, dimenticando però che il croato, per quanto, come il montenegrino, fosse un pessimo goleador, aveva una potenza e una velocità superba. E sinceramente non lesinava quasi mai impegno. L’impressione che dà Vucinic, ma questo lo sapevamo già, è di totale anarchia. Diciamolo, questo non è un giocatore che per quanto lo abbiamo pagato e per quanto gli diamo di stipendi, sarà mai decisivo ai fini della vittoria finale di un torneo. Io penserei seriamente ad inserirlo in qualche trattativa per arrivare ad un’attaccante veramente risolutivo.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi