Come sono tutti prudenti… Beretta su Scommessopoli: “Basta con i… si dice” | JMania

Come sono tutti prudenti… Beretta su Scommessopoli: “Basta con i… si dice”

Come sono tutti prudenti… Beretta su Scommessopoli: “Basta con i… si dice”

“Siamo i primi a chiedere un’indagine approfondita: se vengono accertate responsabilità, si proceda con il massimo del rigore e della fermezza. Ma non possiamo consentire che il calcio di Serie A venga attaccato con meccanismi generici. Bisogna essere coerenti con un indirizzo generale che ritengo indispensabile. Noi, come calcio di Serie A, rischiamo di essere …

“Siamo i primi a chiedere un’indagine approfondita: se vengono accertate responsabilità, si proceda con il massimo del rigore e della fermezza. Ma non possiamo consentire che il calcio di Serie A venga attaccato con meccanismi generici. Bisogna essere coerenti con un indirizzo generale che ritengo indispensabile. Noi, come calcio di Serie A, rischiamo di essere attaccati da un rumore di fondo che è diverso molto rispetto a fatti e responsabilità. Siamo i primi a chiedere un’indagine approfondita: se vengono accertate responsabilità, si proceda con il massimo del rigore e della fermezza”. Dopo Abete è toccato al Presidente della Lega di Serie A, Maurizio Beretta, a predicare cautela sui continui accostamenti tra la massima categoria calcistica e le ormai note vicende legate al giro di scommesse illecite. Intervenendo a Gr Parlamento, Beretta ha poi aggiunto: “In ambito federale abbiamo spinto affinché si arrivasse all’inasprimento delle sanzioni, ci siamo detti disponibili a dare un contributo ad iniziative come quella della task force varata dal ministero dell’Interno. La nostra posizione è molto chiara, ma non possiamo consentire che il calcio di Serie A venga attaccato con meccanismi generici. Senza i fatti, bisogna evitare di sporcare un fenomeno che ha molti elementi di positività. La Serie A è un grande patrimonio economico, sportivo e di passione. Vanno accertate eventuali responsabilità, non dobbiamo prestarci al gioco al massacro dei ‘si dice’ e dei ‘relata refero’”.
Oggi sono tutti prudenti, dunque: basta sbattere mostri in prima pagina senza avere alcuna prova. Non è così che si fa pulizia nel calcio e nella società civile. Eppure 5 anni fa, in modo non analogo, ma identico, sui “c’era la percezione che” di Nucini, “si diceva tra colleghi che” di Monti, si è montato un sentimento popolare in combutta con un paio di giornalacci, che nel giro di 20 giorni mandò la Juventus in B e rovinò la vita a Luciano Moggi ed ad altre decine di persone. Senza prove.

7 commenti

  1. saverio la mia non è un’affermazione di rassergnazione. Quello che penso è che difficilmente si resetterà tutto con questo processo. L’unico modo è quello di far venire a galla tutta la verità scovando i veri colpevoli. Ma non credo che si arriverà a questo. Le intercettazioni che ha portato Moggi in aula sono state prese in considerazione? In questo processo, come è normale, intanto è importante difendersi dalle accuse infamanti e dalle richieste dei pm poi si vedrà. Magari con un altro processo che dovrà essere impostato sia contro la FIGC che contro la vera cupola in base alle intercettazioni, in possesso di Moggi e non solo, magari con la partecipazione diretta di noi tifosi che siamo parte lesa esattamente come la Juve, Moggi e Giraudo.

  2. frano fiumicino

    Bastava a suo tempo (2006) che la JUVENTUS (ELKHANE) fosse dalla parte della TRIADE perchè tutto ciò non accadesse:
    Erano loro i primi a cacciare la troppo brava,per loro, TRIADE.
    I vari Gobbetti, MONNEZZEMOLO e soci volevano solo liberarsi di MOGGI e GIRAUDO, gli unici ad opporsi alle loro MANOVRE.

  3. Quello che e’ stato e’ stato? Nemmeno per sogno! La Juve e’stata stuprata senza una prova. Cio’ e’ statompossibile solo perche’ la proprietà della Juve lo ha consentito. La Juve deve riprendersi la dignità perduta. Da questo non si può prescindere.

  4. Ragazzi è inutile parlare ormai quel che fatto è fatto. Speriamo di non essere ulteriormente danneggiati da questo processo, anche se non credo perchè qui si tratta di giudici seri e non di pagliacci. Sul fatto dell’accordo perverso non sono più tanto convinto di ciò e poi non uscirà mai fuori è normale come tutte le grandi bufale politiche della storia nate per volere dei potenti (vedi guerra in Vietnam). Io penso che noi come tutti i veramente onesti siamo stati truffati da un manipolo di disonesti. E’ come quando ti rubano in casa, sai che può succedere ma non te lo aspetti e molto spesso non si prendono precauzioni o non sono bastevoli perchè si sottovaluta il problema. Ed una volta accaduto vai a recuperarlo il bottino. E poi i ladri aspettano un momento di debolezza (una vacanza) per colpire. magari si appostano per giorni, settimane, e studiano le tue abitudini e poi colpiscono. E’ un pò quello che è successo alla nostra juve. Ci hanno studiato ed invidiato per anni, ci hanno gettato fango e merda addosso e poi, una volta morti i veri agnelli, ci hanno affossati.
    Purtroppo i nuovi agnelli sono dei principianti in confronto ai “chi per Moratti” perchè lui è notoriamente un imbecille, ai galliani ed ai berlusconi.
    Ma finiranno anche loro anche presto. E a quel punto largo ai giovani che saranno inesperti ma non certamente imbecilli. Ma soprattutto speriamo che siano veramente juventini.

  5. guarda juveEver, come te io ho sofferto da morire nel 2006 dinanzi alla distruzione della nostra juve. siccome “quelli” si incaz.zno solo se gli tocchi il portafoglio, dico che ad una eventuale condanna al pagamento di tutti quei soldi mi consolerebbe il pensiero che la proprietà della juve se la prenderà in quel posto.
    ma tanto non accadrà nulla.
    quel processo è una farsa, nel senso di accuse basate sul nulla.

  6. anche io penso che gli elkann abbiamo avuto “un certo peso” sulla vicenda.
    mi chiedo a questo punto: ora la richiesta danni vs. la juve ammonta a circa 250 milioni di euro. come si muoveranno?
    saranno disposti a pagare così tanto il proprio masochismo o prenderanno finalmente posizione?

    una volta arrivate sia le decisioni di palazzi sulla richiesta revoca dello scudetto, sia la sentenza della casoria, in caso di esiti favorevoli io farei causa alla FIGC per altrettanti milioni.

  7. parliamoci chiaro. se Elkann lo avesse voluto, lo scandalo di Farsopoli non sarebbe mai esploso ed alla juve non sarebbe mai stato torto un capello. la distruzione della juve fu il risultato di un accordo perverso. la distruzione della juve fu un effetto collaterale assolutamente accettabile dalla banda di torino. passata quella esperienza anomala, in cui un prorpietario è d’accordo nel rovinare un suo bene, il sistema si è richiuso a riccio a difesa di se stesso.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi