Cobolli Gigli: "Ricomprerei Felipe Melo a 25 milioni" | JMania

Cobolli Gigli: “Ricomprerei Felipe Melo a 25 milioni”

Giovanni Cobolli Gigli intervistato dal Corriere Fiorentino, ha anticipato alcuni dei temi caldi del prossimo match di campionato tra Fiorentina e Juventus che si terrà sabato al Franchi di Firenze. Pensa che domani sarebbe ancora possibile viste le recenti polemiche? «Assolutamente. La forte rivalità che ci può essere tra due squadre non preclude di seguire …

cobolli-gigliGiovanni Cobolli Gigli intervistato dal Corriere Fiorentino, ha anticipato alcuni dei temi caldi del prossimo match di campionato tra Fiorentina e Juventus che si terrà sabato al Franchi di Firenze.
Pensa che domani sarebbe ancora possibile viste le recenti polemiche?
«Assolutamente. La forte rivalità che ci può essere tra due squadre non preclude di seguire la partita assieme, nella massima amicizia. Avevamo la stessa abitudine anche con il Milan: io e Galliani seguivamo la partita accanto, quindi andavamo a cena insieme. Certo, se durante la settimana si definiscono ‘‘nemici’’ i prossimi avversari, come usa fare qualcuno (Mourinho, ndr), tutto ciò non è possibile».
A proposito di Palazzo, alla famiglia Della Valle si imputa una scarsa presenza nelle stanze del potere…
«Se posso permettermi di dare un consiglio a Diego ed Andrea, li inviterei a partecipare alle assemblee della Lega. I rappresentanti della Fiorentina, l’ad Mencucci e l’avvocato Montagna, hanno fatto un ottimo lavoro in questi anni, ma è solo partecipando direttamente che ci si può fare un’idea chiara di quello che è il mondo del calcio».
Veniamo alla partita: È una sfida tra deluse?
«Preferirei dire che si affrontano due squadre che stanno vivendo una situazione complicata. Hanno entrambe bisogno di vincere, anche se i viola potrebbero essere condizionati dall’imminente sfida contro il Bayern. Certo, se così fosse, sarebbe un bel vantaggio per la Juventus. Anche perché per i bianconeri quella di sabato è davvero una partita vitale: fallire la qualificazione alla Champions League sarebbe un problema serio per la gestione del prossimo anno».
Con il senno di poi spenderebbe ancora 25 milioni per Felipe Melo?
«Senza indugi: sono ancora convinto della bontà di quell’operazione. Anche per Felipe la situazione psicologica è stata determinante in senso negativo: ha cominciato a perdere qualche pallone di troppo a centrocampo e si è fatto condizionare dall’incertezza. Certo, devo ammettere che la Fiorentina ha avuto molta abilità nel venderlo a quella cifra…».

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi