Clamorosa rivelazione | “Conte aveva l’accordo con il Milan”

Clamorosa rivelazione: “Conte aveva l’accordo con il Milan”

Clamorosa rivelazione: “Conte aveva l’accordo con il Milan”

Antonio Conte è stato vicino a firmare con il Milan: lo rivela il giornalista televisivo Massimo Giletti

conte-conferenza-stampa-juventus-sassuoloMassimiliano Allegri è il nuovo allenatore della Juventus al posto di Antonio Conte: un addio clamoroso quello del salentino, che ha preso la sua decisione al secondo giorno di ritiro. Conte aveva un altro anno di contratto ma non voleva prolungare: a giugno la decisione di andare a scadenza, ma “dopo le sensazioni” delle prime ore di ritorno al lavoro, ha deciso di lasciare.

Marotta oggi ha parlato di “decisione personale” di Conte, ma probabilmente tutta la verità non la sapremo mai. Sta di fatto che Massimo Giletti, presentatore televisivo e grande tifoso della Juve, oggi ha fatto delle dichiarazioni clamorose. Chi lo conosce, avrà avuto modo di intercettare Giletti spesso nello spogliatoio bianconero, soprattutto durante i festeggiamenti dei trofei. Grande amico di dello stesso Conte e di Gigi Buffon, Giletti ha dichiarato ciò che sa sul clamoroso divorzio Conte-Juventus:

Non penso di svelare niente di segreto, ma Conte aveva in mano un accordo col Milan e questo in casa Juve non è piaciuto e credo abbia portato a una situazione più complessa – dice il conduttore a ‘RTL’. Non dico una roba estremamente riservata, ma ho le mie fonti, lo sanno in pochi. Credo che uno dei tanti motivi sia stato anche questo.

Poi, Giletti rivela altri dettagli in merito a questa trattativa Conte-Milan:

Ho appreso la notizia prima degli altri perché ero con Buffon e l’ho appresa con lui. La reazione è stata di un grande dispiacere, di amarezza. Qualcosa si era incrinato se non era stato firmato il rinnovo. La tensione dopo tre anni di successi, la voglia di andar via, di provare un’altra esperienza, di considerare difficile rivincere ancora con la stessa squadra aveva probabilmente spinto Conte ad essere trattato da altri personaggi importanti.

Poi il Milan ha scelto Inzaghi e Conte ha probabilmente preferito prendersi un anno sabbatico, a meno di un ingaggio da parte della nazionale italiana. Ovviamente, molti di voi penseranno si tratti di una bufala, di una sparata di Giletti. Noi riportiamo la notizia lasciando a ciascuno farsi la propria idea, consapevoli che trattandosi di un personaggio pubblico molto esposto oltre che amico di Conte, difficilmente il giornalista si sarebbe inventato di sana pianta una storia così. Che poi Berlusconi fosse affascinato da Conte, lo si sa da maggio, quando il presidente del Milan lo ammise davanti ad un gruppo di amici.

43 commenti

  1. Cuorebianconero

    Sono passati appena 2 giorni dal terremoto venutosi a creare in casa Juve ed ancora gli effetti non sono sopiti.
    E’ evidente che ognuno di noi abbia il suo modo di pensare e quindi manifesta le proprie idee ma di tutto ciò che è accaduto in casa Juventus dobbiamo, purtroppo, farcene una ragione.
    Il sig. conte (il minuscolo è voluto) ha tradito una tifoseria intera e ciò che mi stupisce è la reazione di coloro che ancora oggi continuano a difenderlo e andare contro la Società. conte si è comportato come quel fidanzato che si professa innamorato della propria donna ma al momento di salire sull’altare, con tutti i pro ed i contro, si tira indientro senza esternare alcuna spiegazione.
    Se avesse avuto veramente le palle allora avrebbe dovuto dire chiaramente i motivi che lo hanno spinto a tale gesto, ma invece si è trincerato dietro delle frasi di circostanza.
    Marotta è stato chiaro: la Società Juventus si è trovata completamente spiazzata dalla decisione del tecnico, quindi di cosa parliamo? Che se ne vada nella nazionale, tanto io non la vedevo prima men che meno adesso.
    Per quel che riguarda la Società sono pienamente daccordo con coloro che non volevano Allegri e l’ho sempre detto ma ormai è stato scelto lui e quindi dobbiamo accettarlo, consapevoli che ci aspetta un anno pieno di incognite.
    Per quel che riguarda i suoi input non mi pare abbia generato grandi vantaggi, es: Elia, Padoin, Peluso, Isla mentre la Società gli ha dato: Pirlo, Pogba, Llorente, Vidal.

    • Capitan Sparrow

      Ciao amico bianconero
      sai una cosa? A me invecesembra strano che ci sia gente che condanni Antonio Conte a prescindere, perché la società è la società, gli allenatori passano ma la squadra rimane. Ecco, a forza di pensarla così ci troviamo Allegri, che mi pare non piaccia neanche a te. Bene, la Società non sbaglia mai: non ha sbagliato nel 2006 quando ha deciso di non difendersi, non ha sbagliato quando ha assunto uno dopo l’altro degli allenatori che l’hanno portata al settimo posto. Adesso dire che il suo input non ha portato grandi vantaggi, dai….Un’impresa, perché questo è la Juve, ha il dovere di ottimizzare il lavoro e di far rendere al meglio le sue risorse; la principale risorsa di una società di calcio sono i suoi giocatori, la principale fonte di introiti è legato alle vittorie. Antonio Conte li ha fatti rendere al meglio e con continuità per tre anni; quando ha chiesto che si procedesse a una politica di crescita, la società ha preferito non investire, o meglio investire le risorse ricavate dal lavoro di Antonio Conte in altre imprese (ad es. la Continassa). Ma davvero qualcuno crede senza Conte si possano vincere 3 scudetti di fila? Che con questa politica si faccia crescere la società? Io no, ma nonostante ciò sarò allo stadio a tifare per la Juve di Allegri: se l’ho seguita in B (sai che è l’anno in cui ho visto più partite di campionato?) lo farò anche adesso, pronto a ricredermi e a cospargermi il capo di cenere quando Allegri avrà vinto il terzo scudetto o la Champions (perché è questo che gli si chiede, vero?)

      • Cuorebianconero

        Ciao anche a te
        io non sono qui a rinnegare ciò che ha fatto, ha dato e ricevuto Conte, ma io non apprezzo il suo modo di fare, ovvero le dimissioni a stagione appena iniziata.
        Dire che la Società deve investire è molto facile, ma noi tifosi sappiamo veramente la realtà economica della Juventus? credo di no, infatti anche io vorrei che la Juve comprasse C.Ronaldo ma ciò non è possibile.
        Per quel che riguarda il lavoro svolto da conte mi posso solo alzare in piedi e levarmi il cappello, ma delle bufale le ha prese anche lui e bisogna ammetterlo.
        Per quanto riguarda la Società Juventus dovresti leggere tutti i miei post che scrivevo su “LA STAMPA” forum Juve – prima di frequentare il sito su cui noi adesso stiamo discutendo e vedresti che io non ho mai appoggiato l’operato della dirigenza juventina dal 2006, anzi li ho odiati i vari Montezemolo, Blanc, Secco e Cobolli Gigli.
        Da quando si è insediato A.Agnelli le cose sono migliorate ma il suo entourage ha dovuto riparare tutte le nefandezze fatte da questi pseudo dirigenti, e tutto ciò lo conosciamo benissimo.
        Infine volevo dirti che io le gare di serie B le ho seguite tutte, anche le ultime dopo Arezzo quando la promozione era ormai matematica e ti dirò anche che le sconfitte di quelle ultime 2 partite mi fecero incazzare.
        Io vivo in Sicilia e quindi devo accontentarmi della tv, pertanto 10 anni fa mi sono abbonato a sky sai perchè? lo immagini vero? Comunque sono venuto 2 volte allo Juventus Stadium ed ho gioito come un bambino.

  2. Capitan Sparrow

    Querelare Giletti? E per fare cosa? In questo mondo becero tutti dicono tutto di tutti e non ho mai visto querele. Penso che Conte in questo momento voglia starsene un pò in pace, al di la di tutte le cose che si dicono di lui.

    • Cmq ormai conte non c’è più se lui è andato via avrà anche i suoi motivi ma è dal secondo anno che mugugna ora xhe faccia quello che vuole io sosterro sempre la juve. D altra parte ne sono finite ere di fuoriclasse alla juve ma non è successa mai una catastrofe. È sbagliato dargli tanta imporranza anche perché se è diventato quello che è lo deve alla juve ( sia da calciatore che da allenatore) ricordiamoci che lui che vuole i fuoriclasse (ammesso che sia così) da giocatore era un gregario che grazie agli allenatori che ha avuto è cresciuto nel tempo. Io sosterro sempre la juve. Facendo così piangendo su chi non c’è più non solo non si va avanti ma si dà un vantaggio psicologico enorme alle altre squadre e uno svantaggio ai nostri giocatori ed al tecnico. Non certo alla società che se ne sta ampiamente sbattendo di quello che ci stiamo dicendo

  3. E’ normale che il tifoso abbia una visione “esterna ” alla societa’ e discuta sui comportamenti dei dirigenti,dei calciatori e del proprio allenatore.Appare piuttosto evidente che al momento la forza economica della juventus non e’ paragonabile a gran parte delle societa’ estere,ed e’ anche abbastanza evidente l’atteggiamento di Conte
    che pensava di pretendere calciatori come fosse al supermercato.Non mi risulta che Conte abbia creato o scoperto talenti fatta salva la sua capacita’ di utilizzare al meglio cio’ che la societa’ ha messo a sua disposizione.Hanno ragione coloro che sostengono che il primo anno la squadra mostrava piu’ cuore, e che gli acquisti consigliati dall’allenatore non hanno migliorato il gioco,ma solo approfittato della insussistenza di avversari veri (tranne la Roma ).E’ necessario pero’ mettere i piedi per terra e rendersi conto che al momento nessuna societa’ Italiana puo’ permettersi di spendere cio’ che Conte pretendeva e stando cosi le cose a Maggio doveva salutare e andarsene.(non certo al Milan)

  4. Se Conte aveva un impegno con il Milan, Agnelli ha fatto benissimo a licenziarlo, non solo, ma ha fatto benissimo a farlo dopo che il Milan ha preso un impegno pluriennale con Inzaghi. Da juventino non posso che considerare un tradimento quanto fatto da Conte. Resta un fatto incontrovertibile, gli uomini passano la Juve resta, nei miei ricordi un solo Uomo è stato e sarà sempre un vero juventino, questo Signore è Boniperti, grande come Giocatore e grandissimo Presidente.

  5. @Cuorebianconero sottoscrivo quello che dici.

    Allegri: la toppa peggio del buco! Spalletti cento volte meglio.

    Marotta & AA: presi a pesci in faccia come due ” quaquaraquà ” qualsiasi da una persona piena di sé. Questa vicenda conferma quello che penso da sempre: dirigenza mediocre. Dovevano mandarlo via a Giugno, non Moggi, ma una persona di medio carisma e buon senso l’avrebbe fatto. Allenatori e calciatori passano, la Juve resta. Giusto?!

    • Per Spalletti c’era da pagare una penale di 9 milioni di euro (ha ancora un anno mezzo di contratto con lo Zenit) e lui avrebbe chiesto 6 milioni di ingaggio. Cifre che al momento non possiamo permetterci. Siamo realisti

    • c e tanto di vero in quello che scrivi…..ma io sono convinto che ci sono fatti da noi conosciuti solo in parte……si sa che Conte ambiva e diventare il FERGUSON della JUVE….voleva dire praticamente esautorare Marotta che non sara un aquilissima ..ma aquila si leggendo i nomi che sono giunti alla JUVE……chi comanda non e molto propenso a cedere su certi principi…..vedi Agnelli e per restare nel calcio De laurentis Lotito Della Valle…….quindi Conte si e impuntato con richieste non soddisfabili..oltre che per 4 giocatori che voleva o rifiutava sempre perche IO IO IO……ossia prendere in mano la baracca…….non ha esitato a sacrificare anche la juve…e tutti quelli che credevano in lui….invece moralmente,,,,,,, e stato uno dei tanti..,,,,,…..un saluto

    • Se Conte fosse andato via a giugno, la campagna abbonamenti …………….. avrebbe subito una brusca frenata.
      Invece, così facendo (per volontà di Conte o della dirigenza), oggi gli abbonamenti sono tutti rinnovati.
      Coincidenza??????????

  6. Piergiorgio Menghini

    Ma che bravi!
    Dopo aver già accettato l’arrivo di Allegri, succubi della proprietà, avete anche importato l’arte del denigrare tipica
    del Milan.
    Dopo aver allontanato Seedorf, tutti dall’attuale allenatore Inzaghi a gran parte dei giocatori, hanno incominciato ad esprimere pessimi apprezzamenti su Seedorf.
    Quando mai si era vista la Juve giocare così bene come sotto la guida di Conte?
    Ditemelo un po’ voi, io non me lo ricordo.
    Già a dicembre, sono sicuro, faremo altri commenti.

    • Ecco, aspettiamo dicembre allora. Che senso ha parlare adesso? Siamo tutti indovini? p.s. La Juve di Lippi (la prima soprattutto) giocava molto meglio di quella di Conte, siamo seri.

    • Cuorebianconero

      Speriamo di no.
      ma ricordiamoci che è conte che è andato via e non la Juve ad averlo licenziato.

      • Piergiorgio Menghini

        Da quello che ho appreso io è stato Agnelli a licenziarlo per le troppe divergenze.
        Neppure la Juve di Lippi ha mai giocato così bene e con l’ardore che aveva quella di
        Conte.
        Quanto costava, poi, in proporzione quella di Lippi rispetto a quella di Conte?

        • Fonte? Finché non ci sono altre versioni ufficiali, quella ufficiale rimane la versione di Conte.
          Quanto al gioco, forse il primo anno la Juve di Conte aveva ardore, negli anni successivi è diventata una macchina più razionale. Ti devo ricordare che la Juve di Lippi andava in giro per l’Europa a massacrare chiunque in casa propria e proponendo un calcio spettacolare?
          La prima Juve di Lippi non è costata molto di più di quella di Conte, se pensi che era formata da cente costata poco o nulla: da Torricelli a Carrera, da Porrini a Tacchinardi…

          • Piergiorgio Menghini

            In giro per l’Europa, purtroppo, ci sono attualmente una quantità di squadre
            molto più “attrezzate” della Juve di quando giocava la squadra di Lippi.
            E’ questo è già un paragone molto difficile da fare.
            Per quanto riguarda i giocatori vorrei fare degli altri esempi:
            Pogba, regalatoci dal suo procuratore, non era nessuno prima dell’addestramento di Conte
            Bonucci, precedentemente una nullità, così come Chiellini.
            Barbagli, in fase di declino fisico e tecnico, rigenerato da Conte.
            E potrei proseguire.
            A dicembre, come dicevo, tireremo le somme.

          • quoto la redazione, il primo anno di conte mi sono molto divertito allo stadio, anche quando pareggiavamo era comunque uno spettacolo, molto meno il secondo e il terzo anno; aggiungo solo che la prima di lippi si era trovata l’attacco già fatto con un pallone d’oro (baggio, poi venduto) e tre signori come vialli ravanelli e del piero

          • Altri tempi ripeto altri tempi

        • Cuorebianconero

          La prima Juve di Lippi aveva giocatori in squadra tipo Porrini, Torricelli, Padovano, Pessotto, Fusi, Jarni, Marocchi, Tacchinardi, Di Livio che non erano dei fuoriclasse ma che potevano essere paragonati ad Asamoah, Pepe, Bonucci ed altri, ma certamente giocava meglio e ricordati che in Champions se andava male arrivava ai quarti e non usciva mai al primo turno.
          Lippi inoltre comunicò alla dirigenza già a gennaio che sarebbe andato via e non dopo 2 giorni di ritiro e quest’azione che ha fatto Conte a creare la mia riluttanza nei suoi confronti e non nel fatto che la Juve abbia giocato bene e mi abbia fatto divertire vincendo alla grandissima.
          Ripeto a dire che io personalmente mai e poi mai avrei preso Allegri ok? ma se la società ha deciso così che si fa? cambiamo squadra ed aspettiamo che il sig. conte trovi dove gli grada di allenare e tifiamo x lui?
          Noi siamo innamorati della Juve e questo è ciò che conta.

          • No no no caro Piergiorgio. Le squadre attrezzatissime in Europa c’erano anche allora. C’erano l’Ajax che stradominava, c’era il Real, c’era il Barcellona… come sempre squadre stellari e imbottite di campioni. Le abbiamo sventrate tutte, nessuna esclusa, soprattutto con il gioco, perché quanto ad individualità ne avevano sicuro più di noi.

          • Piergiorgio Menghini

            Vedi a me piace il gioco del calcio.
            Non mi interessa vedere vincere come vinceva Mourigno: era la negazione del gioco.
            Guardare le partite solo con la fissazione di vincere ad ogni costo a me non garba.
            Ho iniziato a seguire la Juve ai tempi di Charleston, Boniperti, Sivori.
            Si giocava con animo sportivo e non con l’accanimento del risultato a tutti i costi.
            Allegri, che ha sempre disprezzato la Juve, non l’avrei mai accettato.

  7. Cuorebianconero

    Se fosse vero, allora questo sarebbe un vero juventino? Mah….
    Io vorrei dire alcune cose: premesso che ancora sono tanto arrabbiato (eufemismo) per quanto successo sino ad ora, comunque dobbiamo pirtroppo accettare la realtà delle cose, mettere un punto, tirare una bella linea in orizzontale, andare a capo e ripartire, perchè NOI SIAMO LA JUVENTUS! Conte o non Conte.
    Io sono il primo che mai e poi mai avrei scelto Allegri ma dobbiamo farcerne una ragione ed accettarla, sperando di poter ottenere dei benefici da questo cambio.
    Vero è che Conte ci ha fatto vincere 3 campionati consecutivi ma è anche vero che in Europa abbiamo fatto ridere e lui sempre a piagnucolare; inoltre non scordiamoci che in campo ci vanno i calciatori e la Juve ha una vera squadra a differenza di tanti altri che si stanno sfregando le mani, tanto alla fine il campo sarà il giudice supremo.
    Conte si è comportato da bambino viziato e visto che non gli hanno comprato il lecca lecca ha fatto i dispetti e se ne andato; bene la porta è aperta, ciao. Una persona che ha la juve nel cuore mai e poi mai lascerebbe la sua squadra, ma lui è un professionista così come lo è stato quando la Juve lo ha difeso durante il periodo della sua squalifica e pagandogli profumatamente lo stipendio; da ciò lui ha ricambiato pan per focaccia e mi stupisco che ancora c’è gente che lo difende e critica la Società.
    La mia unica critica è la dovuta alla scelta di Allegri, ma poco fa pensavo che il milan dopo sacchi era dato per finito, arrivò Capello e vinse più di Sacchi, quindi io non mi fascerei la testa prima di averla sbattuta.

    • capitan Sparrow

      Personalmente la testa l’ho già sbattuta, ma non me la fascio. Allegri non è Capello. La richiesta di rinforzi per rendere più competitiva la squadra in Europa è un lecca lecca? Se anche fosse questa la causa delle dimissioni, Conte è un professionista che ha chiesto (da due anni) di essere messo nelle condizioni di svolgere al meglio il suo lavoro; vistosele negare, aveva due possibilità: comportarsi da uomo e andarsene o accettare di fare lo yes man e fare buon viso a cattiva sorte. In quest’ottica concordo con te sulla scelta di allegri: negli ultimi due anni al Milan ha dimostrato diessere un perfetto yYes man. L’uomo giusto nella società .

      • Tanto non è che con Capello abbiamo fatto chissà che… vinti due scudetti con una squadra stellare che avrebbe vinto anche Del Neri. In Europa, nonostante 10 giocatori in finale di Coppa del Mondo, ci hanno riso dietro, esattamente come l’anno scorso. Portiamo pazienza

      • Cuorebianconero

        Che Allegri non fosse Capello lo sapevo già, visto che ho detto che mai avrei voluto Allegri.
        Ma Conte non era al corrente del fatto che a livello economico non si può competere con le altre big d’europa e quindi i calciatori da 40/50 mln che tutti vorrebbero in squadra e non solo lui, la Juve non può permetterseli?
        Inoltre si sarebbe comportato da uomo se avesse lasciato la Juve a maggio e non dopo 2 giorni di ritiro.
        Infine vorrei dirti che è stato sempre messo nelle condizioni migliori di svolgere il suo lavoro e non può certo lamentarsi, vedi periodo squalifica e calciatori che la Juve ha preso nell’ultimo triennio es. PIRLO, POGBA, TEVEZ, LLORENTE, VIDAL e non Peluso, Padoin, Elia, Isla.
        Il Borussia Dotmund e l’Atletico Madrid negli ultimi 2 anni sono arrivati in finale di Champions con squadre, adetta di tutti, inferiori alla Juventus, la quale quest’anno non è riuscita nemmeno ad arrivare in finale di Europa League da giocare in casa.
        Ricordati amico che io sono Juventino sino al midollo e soffro quando la Juve ha qualche problema, ma per me la JUVENTUS viene prima di tutto anche di Conte il quale secondo me non si è comportato bene per niente, perchè il signore leccese ha sconquassato la stagione che ci apprestiamo ad iniziare e quindi non mi sento di giustificarlo x niente.
        Poi ognuno è libero di pensarla come vuole.
        Ad Allegri comunque dobbiamo riconoscergli il coraggio di aver accettato l’incarico visto che alle primissime difficoltà chiunque farà paragoni con la Juve di conte mentre quest’ultimo non ha avuto il medesimo coraggio per timore di non poter ripetere le stagioni passate.

        • quoto quello che ha detto Zuliani oggi su FB…A Klopp ogni anno gli vendono il campione di turno, eppure non sbatte i piedi e ricatta la società o chiede le stelle…vendete Lewandoski? Ok…cerchiamo un altro giovane. Esplode Goetze e lo vendono? Ok cerchiamone un altro…
          Se Conte fosse stato almeno un po’ come Klopp, se gli vendevano Vidal, con sommo dispiacere ovviamente, e gli compravano il Morata, l’Iturbe e l’Evra di turno doveva dire grazie e proviamo a fare meglio…
          la Cosa che non ho digerito è stata sempre il piagnucolare in CL dove non si è mai preso le sue responsabilità…ha tutti i meriti per gli scudetti, ma continuo a dire che ha cacato fuori dal vaso negli ultimi 3 giorni…

          • Cuorebianconero

            Concordo con te su quanto espresso.
            Io credo di essermi già spiegato su questo in qualche altro post.
            Anche il grandissimo Ferguson ha subito negli anni delle perdite di giocatori ma mai e poi mai ha ricattato la società ma ha continuato a lavorare; per non parlare di Wenger che oltretutto non è neanche inglese ma se parte un campione devi essere bravo a provare a far diventare tale un’altra promessa, mentre invece Conte cosa ha fatto? ha lasciato la baracca dopo 2 giorni di ritiro, e questo è sinonimo di grandissima serietà.
            Ricordiamoci che Pirlo e Pogba li ha presi la società mentre lui volle Elia, Padoin e Peluso.

        • Capitan Sparrow

          Primo punto: si tratta solo di visioni diverse fra tifosi della stessa squadra; io rispetto le tue idee, ma non mi piace l’aria di colpevolizzazione che si respira in giro nei confronti di Conte. Va bè che la riconoscenza non è di questo mondo, ma a me sembra che non si ricordi più che grazie alla politica del sorriso eravamo diventati lo zimbello di tutta l’Italia. Simpatici, ci dicevano. Antonio ci ha restituito la dignità che gli eventi del 2006 ci avevano tolto.
          Secondo punto: i giocatori che hai nominato: Pogba è arrivato da giocatore di belle (anzi, bellissime) speranze e Conte ne ha guidato passo passo la crescita dandogli fiducia, spronandolo ad avere grinta, a togliere gli eccessi che la gioventù gli portava, a migliorare le già grandi doti tecniche (spronandolo a tirare, ad esempio); Vidal arrivò come un buon incontrista e grazie a Conte è diventato un incursore pericolosissimo, uno dei migliori al mondo; Tevez arrivò con la nomea di piantagrane: quante grane ha piantato in uno spogliatoio fatto di gente con gli attributi e guidati da un allenatore che non ammetteva deroghe?
          Terzo punto: il Borussia inferiore alla Juve a detta di tutti. Non so chi siano questi tutti; quando la Juve fu eliminata dal Bayern (c’ero: ti assicuro che i tedeschi hanno dato l’impressione di essere nettamente superiori) e il Borussia arrivò in finale, chi era superiore fra Lewandoski, Reus, Goetze e i vari Vucinic, Quagliarella e Giovinco? E fra Bonucci e Hummels? E’ vero, noi avevamo Pirlo, ma anche Gundogan non era affatto male.
          Quarto punto: tutti noi che ci incontriamo in questo blog siamo juventini al midollo e per tutti noi la Juve viene prima di tutto. Sarò contento di ricredermi su Allegri, ma attenzione: se dovesse fallire non addossare le colpe ad Antonio, lui quel che poteva fare l’ha fatto in questi tre anni. Non creiamo alibi precostituiti ad Allegri e alla società: se vinceranno sarà per merito loro; se perderanno dovranno assumersene tutte le colpe.
          Quinto punto: Conte ha fatto esattamente la stessa cosa che fece Deschamps: ha chiesto di migliorare la squadra per il solo bene della Juve, e si è trovato di fronte a un muro di gomma. Stufi di rimbalzare, si sono dimessi entrambi, ma entrambi volevano solo il bene della Juve. Riflettici un po’ su: secondo te la Juve sta loro a cuore meno che a te e a me? Noi possiamo solo tifare, loro hanno avuto l’opportunità di indirizzare la campagna acquisti per migliorare la squadra. Noi possiamo solo fischiare allo stadio; loro si sono dimessi.
          Sesto e ultimo punto: la prima di campionato saremo entrambi allo stadio a tifare Juve e ad esultare per i suoi gol, quali che siano gli autori e chiunque sia l’allenatore. Io ero a Rimini la prima di B ed ero a Trieste la sera del primo scudetto: di questo ringrazierò sempre Antonio.
          Ciao, amico bianconero

      • Capitan Sparrow,

        un allenatore come Conte che si accorda con una squadra conciata peggio di noi a livello economico e societario non deve essere una gran volpe..
        non è che Conte necessiti di essere sempre incensato come il migliore??
        Poi cosa fa, si accorda con la società che più di tutte necessita di yesman vista la figura parecchio ingombrante del presidente che si ritrova..
        Per favore…

        • Capitan Sparrow

          Appunto; nella tua frase finale c’è la risposta: questa notizia puzza tanto di bufala…….

          • Non pensate che se fosse stata una bufala Conte avrebbe già querelato Giletti?

          • Caro compagno bianconero, tralasciando Giletti che personalmente non so chi sia, anche io la penso come la redazione, credo fermamente che Conte si fosse accordato con Fester e il nano a maggio.
            Questa notizia già a suo tempo non è mai stata smentita dal diretto interessato.
            La società per me doveva cacciarlo un minuto dopo che il milan aveva raggiunto l’accordo con Inzaghi.
            Conte ha i suo meriti, non lo discuto, nell’averci fatto risorgere da un periodo buio, ma se oggi tutti parlano di lui lo deve solo ed esclusivamente alla Juve. Senza se e senza ma.
            L’arroganza e la presunzione finiscono, alla lunga, per essere controproducenti.

          • Capitan Sparrow

            Per lippiforever (tra l’altro, sarei pienamente d’accordo se quello che scrivi nel tuo nick si verificasse….)
            Non ti sembra di essere un po’ ingeneroso con un uomo che ha giocato tredici stagioni con la maglia della Juventus (di cui è stato anche capitano) con 418 presenze e 43 gol e, da allenatore, ha vinto tre campionati in tre anni (di cui uno da imbattuti e uno con 102 punti). Sicuramente la Juve ha dato molto a Conte, ma altrettanto sicuramente Conte ha dato tanto alla Juve; nella somma algebrica non so chi abbia dato di più e chi abbia ricevuto: io un’idea ce l’ho. Detto questo, sei sicuro che un altro allenatore avrebbe ottenuto questi risultati? Non rinneghiamo il passato, dai…..

  8. triade_forever

    …balle…

  9. Ora uscirà fuori di tutto ma la verità la sapranno solo loro. Sento parlare di mercato di rapporti difficili con marotta (e chi non li avrebbe). Sicuramente le sensazioni e le percezioni di conte sono rappresentate dalla sicurezza che quest anno sarebbe stato difficile rivincere in campionato (in italia l unico record che lo scorso anno non è stato toccato è il numero di vittorie consecutive) impossibile vincere i champions (ma questo lo capiscono pure i lattanti) e lui non vuole e non sa perdere (secondo me con tutto il rispetto è una forma ossessivo compulsiva). Non ha avuto il coraggio di provare a creare una squadra competitiva anche in champions con quello che aveva e con quel poco che poteva arrivare dal mercato. Dopodiché sarebbe stato più onesto a lasciare a Maggio perché sapeva cosa gli sarebbe aspettato come lo sappiamo noi. Sono passati i tempi in cui si era ai vertici in europa e nel mondo e nessuno in Italia se lo può permettere e se lo permetterà per diversi anni. Se si pensa che per Iturbe (il ripiego di sanchez) ci vogliono 25 milioni I fuoriclasse reali (quelli che ti fanno compiere il salto di qualita internazionale) costano il doppio e di più impossibile prenderli. Ma lo sappiamo noi e lo sapeva anche Conte. Cmq forza juve e in bocca al lupo a Conte

  10. se e vero Giletti è un bell amico…..ma Conte che delusione..ci ha lasciato nel guano ..perche non gli davano il giocattolino come lo voleva lui…….anzi pare che nei colloqui finali abbia ancora una volta tentato di ottenere un titolo e un indipendenza che lo avrebbe praticamente messo in contrasto assoluto con la posizione di Marotta….quindi per poi inchiappettarselo……Marotta potra anche non piacere…….ma Conte se il tutto e vero ne esce come un personaggio mellifluo che i meriti sportivi non riabilitano…..la Juve e una…….. il PRES e uno …….anche perche alla fine i soldi li amministra e mette lui e la sua famiglia…..noi facciamo solo gazzarra….ed oggi ci vogliono palle grosse per stare sul mercato….Conte buona fortuna……ripeto che delusione Dell umidita come la famosa barzelletta ( Allegri ) avremo modo di parlare……. spero solo gli abbiano detto cosa ci si aspetta e come ci si comporta a casa Juve….

  11. Conte è un professinista e come tale ha il diritto delle sue scelte professionali. Quello di cui non aveva il diritto è di lasciare un progetto di squadra un paio di mesi dopo aver firmato il rinnovo, sia pure con una certa riluttanza. Riluttanza che pur avendo già esternato al momento del rinnovo non gli ha impedito di firmare il nuovo contratto.
    E adesso? Allegri è un tecnico decisamente mediocre e la costruzione della squadra è praticamente da rifare.
    Caro Antonio, almeno potevi rimanere fermo sulla tua decisione inizile. La società avrebbe avuto il tempo ed il modo di organizzarsi al meglio, invece così non si è potuto programmare nulla con gravi rischi per quanto riguarda i risultati da conseguire.
    Eh si, una scelta la tua da professionista libero, ma gli Uomini sono un’ altra cosa!
    Buona fortuna allora, senza rimpianti da ambo le parti.

    • Guarda che Conte non aveva rinnovato un bel niente a maggio: sarebbe andato in scadenza alla fine della stagione 2014-15, e ha scelto di lasciare perchè sapeva che essendo in scadenza la sua autorità verso una squadra ormai spremuta era ormai irrimediabilmente delegittimata.
      A maggio ha spiegato a chiare lettere che alla fine di un ciclo si doveva rifondare la squadra, e si sentiva anche disposto a partire da dei giovani italiani, a patto che non si pretendessero vittorie o risultati sportivi nei primi 3 anni

  12. bell’amico…a svelare tutto…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi