Champions League 2016-2017: Juve più ricca se la Roma esce

Champions League 2016-2017: Juve più ricca se la Roma esce col Porto

Champions League 2016-2017: Juve più ricca se la Roma esce col Porto

Champions League 2016-2017: alla Juventus converrebbe tifare Porto questa sera contro la Roma, ai bianconeri (e al Napoli) andrebbe la fetta di market pool

Champions League 2016-2017: alla Juventus converrebbe tifare Porto questa sera contro la Roma. Che la “coppa dalle grandi orecchie” sia una miniera d’oro è ormai un dato di fatto. Soprattutto per chi come la Juve vi partecipa con continuità. Nelle ultime due stagioni, il club bianconero ha incassato dalla Champions circa 160 milioni di euro. Una cifra mostruosa che consente di permettersi acquisti di un certo livello e l’aumento del monte ingaggi.

Dall’edizione 2016-2017, la Juventus si aspetta tanto. L’obiettivo è quello di arrivare possibilmente fino in fondo. Intanto, il primo step è quello di superare il girone eliminatorio. Al termine della prima fase, infatti, i campioni d’Italia incasseranno dai 43,2 ai 61,7 milioni. Vi spieghiamo in dettaglio come funziona.

Il market pool, la quota di diritti televisivi destinata al nostro Paese, è quest’anno di 110 milioni. La cifra andrà suddivisa tra Juventus, Napoli ed eventualmente la Roma. Se i giallorossi superassero i preliminari contro il Porto, il market pool sarà così suddiviso: Juventus 50%, Napoli 35% e Roma 15%. A Juve e Napoli, però, converrebbe che i giallorossi fossero eliminati dai portoghesi, in modo da spartirsi la torta rispettivamente al 55% e al 45%.

Champions League 2016-2017: massimo guadagno Juve

La Juventus, ovviamente, otterrebbe il massimo guadagno con questa ipotesi: Roma fuori ai preliminari e Napoli a casa ai gironi. In questo caso, nelle casse bianconere entrerebbero subito 61,7 milioni. Ai quali si dovranno sommare i premi relativi alle singole partite, con le vittorie e i pareggi che pagano ovviamente di più rispetto alle sconfitte.

2 commenti

  1. Il fatto che tutto, alla fine, si riconduca comunque al denaro un po’di tristezza lo dà

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi