Causio: "Tra Juve e Inter la guerra infinita" | JMania

Causio: “Tra Juve e Inter la guerra infinita”

Il conto alla rovescia è partito con ampio anticipo. O meglio: in realtà non si è mai fermato, progredisce a ciclo continuo. Mancano ventidue giorni al big match dell’O­limpico, ma la febbre per il derby d’Italia è già altissima. Sul binario Milano-Torino sono iniziate le prime scher­maglie, frutto di antipatie e sgarbi che hanno accompa­gnato …

causioIl conto alla rovescia è partito con ampio anticipo. O meglio: in realtà non si è mai fermato, progredisce a ciclo continuo. Mancano ventidue giorni al big match dell’O­limpico, ma la febbre per il derby d’Italia è già altissima. Sul binario Milano-Torino sono iniziate le prime scher­maglie, frutto di antipatie e sgarbi che hanno accompa­gnato passo a passo la storia dei due club. In campo, nei tribunali, nelle sedi del cal­ciomercato. Juventus e Inter non si sono mai fatte manca­re nulla. Quest’anno i primi bollori sono arrivati in anti­cipo. Nulla di strano. «Juven­tus- Inter è Juventus-Inter, la madre di tutte le partite. È stato così in passato e sarà sempre così». Parola di Fran­co Causio, storica bandiera juventina degli anni ’70 e ’80. Il Barone di derby d’Italia ne ha vissuti tanti, i ricordi non mancano. Fresche sono pure le memorie delle grandi bat­taglie. «Con l’Inter erano sempre partite accese».

Sono già iniziati i primi scontri verbali: l’ultimo in ordine di tempo, quello di Materazzi. Tutto normale?
«Direi proprio di sì. Tra Ju­ventus e Inter la rivalità sportiva esiste da sempre. Parliamo di due dei maggio­ri club del nostro Paese. E il duello proseguirà».

Qualcuno, però, sostiene che negli ultimi anni la ri­valità abbia toccato il picco più alto.
«Sicuramente Calciopoli e la storia degli scudetti tolti ai bianconeri e girati all’Inter ha acuito i rapporti. Ma non dimenticatevi il passato».

L’arrivo di Mourinho ha vi­vacizzato ulteriormente la rivalità.
«Su questo non c’è dubbio. Il portoghese è un bravo tecni­co e un ottimo comunica­tore. I giocatori strave­dono per lui e questo è un segnale importan­te. Di qui al 5 dicem­bre mi aspetto una sua nuova uscita. E’ imprevedibile, qual­cosa si inventerà».

Ferrara ha le carte in regola per zittire lo Special One?
«Mi auguro di sì».

Leggi l’intervista completa sull’edizione odiena di Tuttosport

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi