Carrera mette in guardia la Juve: il Genoa l'anno scorso ci costò 4 punti | JMania

Carrera mette in guardia la Juve: il Genoa l’anno scorso ci costò 4 punti

Carrera mette in guardia la Juve: il Genoa l’anno scorso ci costò 4 punti

“Non abbiamo né titolari né riserve. Metteremo in campo la formazione migliore”. Massimo Carrera, che da inizio anno sostituisce Conte sulla panchina della Juventus durante le gare ufficiali, tiene alta la tensione in vista della doppia sfida contro Genoa e Chelsea. Carrera si è presentato in conferenza stampa stamane disteso e fiducioso: “Domani c’è il …

Non abbiamo né titolari né riserve. Metteremo in campo la formazione migliore”. Massimo Carrera, che da inizio anno sostituisce Conte sulla panchina della Juventus durante le gare ufficiali, tiene alta la tensione in vista della doppia sfida contro Genoa e Chelsea. Carrera si è presentato in conferenza stampa stamane disteso e fiducioso: “Domani c’è il Genoa, è una partita fondamentale contro una squadra difficile. Turnover? Giocheremo con la formazione migliore: che sia campionato o Champions non ci deve essere differenza per i miei giocatori. Marassi sarà una bolgia, poi quando affrontano la Juve le squadre danno sempre il massimo. Dovremo stare attenti perché l’anno scorso contro di loro pareggiammo sia all’andata che al ritorno”.

Dopo la sosta per le nazionali, il gruppo bianconero è tornato al completo e lo stato di salute dei giocatori è tutto sommato buono: “Fortunatamente sono tornati tutti sani. Pirlo è un grande campione che sa gestire le sue forze. Isla ha giocato 70 minuti con la Nazionale ed è recuperato. Anche Lucio ha lavorato con la squadra ed è recuperato. Pepe? Sta lavorando a parte e sarà a breve disponibile”, prosegue ancora Carrera, che poi ha detto la sua sul rinnovo imminente di Giovinco. “Sebastian è un grande giocatore, come tanti altri giocatori può diventare il simbolo della Juve”.
Infine, Carrera risponde così a chi gli chiede delle ultime uscite di Zeman: “Preferisco parlare della partita. Non so quello che successo e quindi non mi esprimo”.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi