Cannavaro: "Contestazioni? Male per la squadra!" | JMania

Cannavaro: “Contestazioni? Male per la squadra!”

Conferenza stampa di Fabio Cannavaro a Pinzolo: “Ritorno dopo 3 anni dalla serie b, è un gruppo che conoscevo, ci sono nuovi giovani, però è rimasta la cultura del lavoro, la voglia di vincere e lo spirito che deve avere la prima società in Italia. La contestazione? “Mi aspettavo le contestazioni di una parte di …

Conferenza stampa di Fabio Cannavaro a Pinzolo:

“Ritorno dopo 3 anni dalla serie b, è un gruppo che conoscevo, ci sono nuovi giovani, però è rimasta la cultura del lavoro, la voglia di vincere e lo spirito che deve avere la prima società in Italia.


La contestazione?
“Mi aspettavo le contestazioni di una parte di tifoseria, mi dispiace, sono molto amareggiato, le motivazioni che mi hanno portato a lasciare la juve 3 anni fa già le ho dette, non voglio mancare di rispetto a nessuno, sono venuto per lavorare e vincere. C’è la massima disponibilità da parte mia. 3 anni fa per me è stata una grande amarezza, io stavo benissimo alla Juventus, ora guardiamo avanti… credo che la contestazione di questi giorni sia dovuta alle dichiarazioni su De Laurentiis di qualche tempo fa.

Raccontaci i retroscena del ritorno alla Juventus.
“Non c’è stato alcun problema per l’accordo, abbiamo avuto contatti anche negli utlimi 3 anni ma poi non se ne è fatto mai nulla… la Juventus non è un ripiego rispetto al Napoli. Con il Napoli non ci sono stati nemmeno contatti. Mi fa piacere che molti tifosi non hanno contestato, ho avuto dimostrazioni di affetto da molte parti, sono soprattutto i tifosi organizzati che mi contestano, anche per strada ho parlato con qualcuno e sono convinto di essere stato interpretato male. Con la Juve ci siamo lasciati bene 3 anni fa, di comune accordo, io ho avuto la possibilità di giocare all’estero, la Juve ha ricavato molti soldi dalla cessione che facevano comodo. Ora guadiamo al futuro. Non sono più quello del 2006, è chiaro, in quell’anno ero a livelli altissimi, ma posso dare ancora tanto. Ora fisicamente sto bene, ho qualche problema al polpaccio, ma sto lavorando per risolverlo. Sono stati comprati ottimi rinforzi: Diego e Melo, dobbiamo però lavorare e cercare la mentalità vincente. Speriamo di migliorare il secondo posto… Il centrocampo è forte, ma da solo non basta, bisogna essere competitivi in tutti i reparti, soprattutto coprire bene a livello di squadra.”

Cosa pensi di Ferrara allenatore?
“Ferrara è prima di tutto un amico, ma ora è il mio allenatore, è una sensazione strana ma è cosi…”

Sugli scudetti cosa ci dici?
“Ce li siamo meritati sul campo, dispiace che ce li abbiano tolti ufficialmente. Cercheremo di rivincere e giocarsela con tutti. I scudetti sono 29, ho ancora la medaglia dello scudetto a casa… Io voglio ancora fare il calciatore per 2 anni, poi si vedrà.”

Sulle avversarie?
“Per noi è un bene che Ibra e Kakà se ne siano andati. Anche Eto’o per l’Inter sarà un grosso giocatore, al Barça ha fatto 30 gol, ma giocava in una squadra fortissima, Ibra ha fatto grandissime cose all’Inter”.

E’ un bene che la Juve ha la difesa della nazionale italiana?
“E’ importante giocare in vista del mondiale con Chiellini e Legrottaglie per trovare i meccanismi giusti”.


Percentuali sulla vincita dello scudetto?

“Non faccio percentuali. Voglio vincere e basta.”                                                                                                   

Felipe Melo assomiglia  a Emerson?
Emerson alla Roma e alla Juve era un grandissimo giocatore, speriamo melo sia a quei livelli”.

Cosa vorresti vincere subito?
“Scambierei volentieri la Champions con lo scudetto. Mi manca questo trofeo, sappiamo che lo scudetto è l’obiettivo principale, ma dobbiamo lottare anche per una competizione importante come la Champions.”

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi