Calcioscommesse

Calcioscommesse: Conte oggi da Palazzi che punta su un nuovo testimone

Scritto da Redazione JM

conte-agghiaccianteSecondo quanto scrive oggi la ‘Gazzetta dello Sport’, sarebbero nei guai Antonio Conte, Andrea Ranocchia e Marco Esposito, che nelle prossime ore verranno sentiti dalla procura federale di Stefano Palazzi, che però si riserva per ora di fare qualsiasi valutazione. In merito al secondo filone barese del calcioscommesse, lunedì 4 marzo c’è stata l’audizione di Simone Bonomi (oggi al Sorrento, ma all’epoca dei fatti al Bari). Secondo quanto riporta la ‘Gazzetta’, sempre bene informata di quanto accade in federazione, il pool di Palazzi sarebbe stato sorpreso da quanto rivelato dal calciatore. Secondo l’articolo scritto da Maurizio Galdi, Bonomi sarebbe una voce fuori dal coro, ossia l’unico a dire che Conte sapeva tutto delle combine del Bari, a differenza di tutti gli altri tesserati che hanno fin qui scagionato il tecnico della Juventus, che sarà sentito oggi.

Nonostante Antonio Conte non sia mai stato indagato, dunque, Palazzi avrebbe pronta un’altra omessa denuncia basandosi sulle parole di Bonomi e su quelle di Vitali Kutuzov che ai magistrati baresi aveva dichiarato: “L'allenatore Conte ci disse che lui era con noi se anche non avessimo giocato con il massimo impegno con la Salernitana, dal momento che avevamo già vinto il campionato. Conte disse questa cosa, a tutta la squadra, perché credo avesse sentito qualche voce che circolava negli spogliatoi sul non giocare al massimo contro la Salernitana”. Parole che, però, lo stesso Kutuzov ha ritrattato in più occasioni. Insomma, il ritornello è sempre lo stesso: la parola di uno (al quale viene promesso magari sconto di pena) vale contro quella di tutti gli altri testimoni.

Da valutare anche la posizione di Marco Esposito, che ha fatto pesanti accuse nei confronti dei suoi ex compagni. Dopo le audizioni di Perinetti e Tarantino, sentiti venerdì scorso, l’Inter attende di conoscere il destino di Ranocchia: dopo l’archiviazione di Bari, il difensore spera in un risultato analogo a Roma.

11 Commenti

  • gli interessa solo Conte equindi a chiunque sia :”dimmi qualcosa su Conte”…la pazienza dei tifosi juventini volge al termine…

  • Dai va bene squalificate Conte. Avete visto l’ultima volta com’è andata. Juve prima. Palazziiiiiiiiiiiiii, saluta la capolista.

  • Ci vuole una bella lezione a sto tipo … ma non come quando questa estate si trovò nel bar con degli amici e … speriamo che la IMPARI LA LEZIONE stavolta!!!

  • Abbattete Palazzi chi lo vede in giro mettetelo sotto con la macchina sto coglione/corrotto comne tutta l’italia.

  • Ormai non sappiamo piu’ cosa scrivere pur di “attirare” un po’ di attenzione….questo sito sta diventando come il corsport….su dai un po’ di rispetto per antonio e soprattutto se volete parlare di calciopoli fate informazione vera e scrivete sull’incredibile quanto irregolare scalata del milan da novembre a questa parte….questi si’ che sono fatti veri, ma purtroppo nessuno ne’ parla, juvemania compreso…..forza juve

  • Cosa avrebbe fatto Palazzi e tutta la sua combriccola,se non fossero esistiti Moggi,la Juve,Conte.\r\nNon potevano certe fare altre indagini.\r\nVeramente siamo al ridicolo.

  • Sono mesi che cerca di trovare un nuovo carobbio per corromperlo con lo sconto di pena se dice la parola magica (conte sapeva)ora è riuscito nel suo obbiettivo RIMETTERE CONTE NEL CALDERONE…palazzi senza conte non avrebbe avuto tutte quelle prime pagine e quella notorietà ed è questo che gli manca,non gli interessa niente di fare giustizia ma ambisce solo alle PRIME PAGINE..bisogna che qualcuno lo fermi perchè questo qui è veramente PERICOLOSO!!!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi