Calcioscommesse: Bonucci e Pepe non patteggiano, Palazzi in grosse difficoltà | JMania

Calcioscommesse: Bonucci e Pepe non patteggiano, Palazzi in grosse difficoltà

Calcioscommesse: Bonucci e Pepe non patteggiano, Palazzi in grosse difficoltà

Giornata importantissima per il Processo Sportivo del Calcioscommesse. Presso l’ex Ostello dela Gioventù, il procuratore Stefano Palazzi è andato più volte in difficoltà di fronte alle incongruenze e alle falsità fatte notare dalle difese degli imputati, tanto da costringere lo stesso Pm sportivo a chiedere delle pause. La notizia più importante è che Simone Pepe …

Giornata importantissima per il Processo Sportivo del Calcioscommesse. Presso l’ex Ostello dela Gioventù, il procuratore Stefano Palazzi è andato più volte in difficoltà di fronte alle incongruenze e alle falsità fatte notare dalle difese degli imputati, tanto da costringere lo stesso Pm sportivo a chiedere delle pause. La notizia più importante è che Simone Pepe e Leonardo Bonucci lotteranno fino alla fine: rifiutato il patteggiamento proposto da Palazzi, i due calciatori della Juventus – tirati in ballo per vicende relative a quando vestivano rispettivamente le maglie di Udinese e Bari – andranno a sentenza presumibilmente l’8 agosto.

Ecco l’intervento in aula del legale di Bonucci, Gian Pietro Bianchi:

Le dichiarazioni di Masiello sarebbero per la procura federale progressive di arricchimento. Ma è un progressivo climax di illogicità. Di mano in mano che Masiello cerca di rendere utile la propria versione si contraddice. Tanto che non si capisce che ruolo avrebbe Bonucci in questa partita. Masiello ha parlato due volte a Cremona, una a Bari e non parla mai di Udinese-Bari, non c’è alcun’altra partita che io possa ricordare. In data 7 febbraio 2012, Iacovelli è il primo che parla di Udinese-Bari, coinvolge Masiello ma non Bonucci. Masiello a questo punto scopre dai giornali che Iacovelli ha parlato e lo scopre all’esito di un’attività di inquinamento probatorio e dopo che è stato ascoltato il signor De Tullio. Dopo che parla De Tullio, allora Masiello coinvolge Bonucci. Masiello dice di aver chiesto a Bonucci “la settimana prima di andare in ritiro.

L’avvocato Chiappero interviene in difesa di Pepe:

Non si può dire comprare e vendere sia la stessa cosa”. “Ma la Ferrari tu la vendi?” La Ferrari la vendi o la compri? La Ferrari la vendi non ha nessun senso. Queste omesse denunce, per carità, sono quelle che sono, ma Simone Pepe non si è mai comportato male, non c’è prova della telefonata. E Masiello non ha consentito agli inquirenti di raggiungere la prova. E dal punto di vista probatorio è solo affidata alle parole di Andrea Masiello. Secondo me, quella telefonata non c’è stata, perché prima di partire, per crecare una giustificazione per la combine di questa partita. La telefnata non c’è, Pepe dice di non averla mai ricevuta, non un tabulato, e la parola di Masiello smontata dal giudice. E pure se ci fosse la telefonata, dovrebbe esserci un contorno chiaro per prevedere i margini di una denuncia. Sfido io che ci sia qualcuno che dopo una chiamata del genere capisca di una combine. E non basta che Masiello dica: “secondo me si sono capiti”. È del tutto legittimo che dall’altra parte, Pepe possa dire di non aver capito. Ma la prova del 9 è una e ve la pongo sottoforma di domanda: “Ma se fosse il solo Masiello ad avere scommesso in quella partita?

Chiappero ha poi parlato ai giornalisti uscendo al termine dell’udienza:

Il patteggiamento diventa fisiologico quando si parla di un rischio di squalifica di tre anni e mezzo, ma sono considerazioni, si può trattare se si parla di tre mesi di squalifica, non oltre. Sarebbe ora di rivedere questo istituto giuridico, era un mezzo utile quando non c’erano le inchieste penali. Ma ora con tutto il materiale a disposizione diventa forse anche pericoloso.

 

19 commenti

  1. calma amici, qui stiamo parlando di fatti documentati. masiello cambia versione 3 volte fino alla comica finale ‘ dove improvvisamente si ricorda che in pullman, in mezzo a decine di testimoni,propone la combine a bonucci che risponde, secondo lui, si si dai ci sto’. ora posso capire questa furia giustizialista nei confronti della juve, ma non credo che la disciplinare, di fronte all’arringa dell’avv. BIANCHI, dopo aver proposto la derubricazione e con la procura di bari che ha gia’ chiuso il fascicolo citando bonucci solo come testimone,ripeto non credo voglia esporsi ad una figura barbina vedendosi magari smentiti clamorosamente in successivi ricorsi. detto questo, e’ chiaro che quando sei stato scottato hai paura anche dell’acqua fredda…..

  2. …non serve a nulla; artico, il compagno di merende di palazzi, condannerà ugualmente (magari darà qualche mese in meno). Purtroppo farsopoli insegna che loro sono un muro di gomma impermeabile a qualsiasi argomentazione difensiva ineccepibile e logica (se fossero stati un briciolo seri, non avrebbero radiato Moggi e Giraudo)

  3. Non mi fido della coomiissione disciplinare…..ok su bonucci e pepe non c’e’ uno straccio di prova, e nemmeno su conte…..le difese, soprattutto su bonucci, hanno portato prove a discolpa concrete ed inattaccabili……poi se quelli rivoltano tutto, come e’ probabile che facciano, allora finisce come a napoli….forza juve

  4. Juventino DOC

    Questa gente che sta lì a decidere, non capisce che stanno decidendo le sorti non tanto della Juve, ma di persone, calciatori, tecnici, professionisti, padri di famiglia, ma soprattutto uomini, che anche se questa vicenda dovesse finire bene, rimarranno sempre macchiati di un reato che non hanno commesso! Ma troveranno il modo anche questa volta di condannarli e condannarci, dove tutti saranno contenti tranne noi!

  5. Palazzi, sa benissimo che deve fare”risultato” altrimenti il pelato gli fa’ fare la fine del mitico Alciato….https://www.youtube.com/watch?v=2JZOuMuuvk0&feature=player_embedded#!
    grande gene gnok…..forza juve

  6. maurettogobbo

    Amico Bruno, purtroppo non debbono spiegare nulla, con la sentenza di condanna di calciopoli, dopo che le difese hanno ridicolizzato Narducci e Auricchio, è finita ogni mia speranza. Ad un certo ho anche pensato che il PM potesse chiedere il proscioglimento tanto erano ridicole “penalmente” le accuse e le non prove. Basta andare in TV e dire che è stato confermato tutto e non è necessario spiegare alcunchè …… Solo faccia tosta ………….. vedi Moratti ……….

  7. Una dedica a Palazzi e a chi come lui è fazioso!! Di gran cuore: vi auguro di subire ciò che state facendo subire alle persone che sapete innocenti o non perseguibili!!!!

  8. e’ vero amici juventini, la F.I.G.C. ,spalleggiata dal nano folle…tto e da denti gialli cartonato, hanno tentato l’ennesimo colpo di mano. ma questa volta, checche’ se ne dica, gli avvocati di conte bonucci e pepe non si sono messi a 90 gradi come fece zaccone, ma hanno inchiapettato per bene il buon PACAZZI che ne uscito frastornato. ora potranno anche decidere di condannare tutti ma dovranno spiegare, non agli antijuventini ai quali basta uno starnuto per sputtanare la juve, ma a NOI, 14 MILIONI DI JUVENTINI, perche’ prima accettano 3 mesi per conte, poi gli danno 15 mesi, ancora, prima danno 3 anni e mezzo a bonucci, poi gli propongono 3 mesi. Ma dovranno essere MOLTO MOLTO MOLTO MOLTO convincenti perche’ questa volta l’hanno capito anche i bambini dell’asilo, all’infuori di PALAZZI, che la messinscena non regge. eh credo proprio che stavolta l’abbiano fatta abbondantemente fuori dal vaso. persino MEDIASET parla di clamoroso capovolgimento di fronte e se lo dicono loro…..

  9. Sono anni che i PM fanno figure da cioccolatai in ogni dibattimento ma alla fine le condanne son sempre venute e ben pesanti.

  10. maurettogobbo

    Purtroppo Actarus ha pienamente ragione !!!!!!!

  11. zioken: In europa Ebete fa ridere………Ma in italia ,a noi JUVENTINI ,(DA ANNI) CI STA FACENDO PIANGERE!!!!!!!!!!!

  12. L’unica cosa che è sicura è che questa volta non ci ARRENDEREMO SUPINAMENTE COME NEL 2006. E’ certo che che lo scontro questa volta non farà “2 feriti meglio di un morto”, ma farà “IL MORTO” . cioè la procura FIGC sarà finalmente riformata e saranno spazzati via TUTTI i PARRUCCONI INTERISTI e antijuventini che risiedono li oramai da troppo e troppo tempo. Vi siete mai chiesti perchè la nostra federazione viene sbeffeggiata in Europa e come mai ABETE fa ridere come il miglior BERLUSCONI quando si riuniscono all’UEFA????

  13. Lo vedono anche i sassi che sono tutte cazzate solo palazzi a cui darei ad honorem la maglia numero 10 dell’Inter non vuole vedere dove si trova la veritá

  14. AMICI JUVENTINI, non illudiamoci perchè ormai è già tutto deciso , pensiamo a stare vicino a questi grandi uomini della JUVE e alla squadra non abbandonandoli MAI anche nei momenti difficili che purtroppo quest’anno ci saranno grazie ai soliti INFAMI e a quei burattini della figc agli ordini delle due milanesi,che prima o poi (spero il prima possibile) qualcuno faccia saltare in aria. FORZA JUVE PER SEMPRE

  15. Fratelli Juventini non cantiamo vittoria prima del tempo. Napoli non ci ha insegnato niente? I nostri nemici sono maestri nell’arte di inchiappetamento e purtroppo già una volta ce lo siamo ritrovati in quel posto. Aspettiamo! Io, credetemi, non ho alcuna, ripeto, alcuna fiducia in questa (in)giustizia italiana, sia sportiva che penale.

  16. Spero che chi dovrà decidere segua la logica del buon senso e della giustizia vera. E prenda le distanze, una volta tanto, dai calcoli dettati dall’opportunismo di carriera.

  17. Ma se uno usa la giustizia, sportiva o no, per fare interesse personale, che può essere anche solo carriera o affermazione di sé, non c’è proprio un risvolto di natura penale? O sono sempre legibus soluti?

  18. Proscioglimento!!!!!

  19. Stanno smontando tutto il castello di fango messo in piedi da palazzi…..se non li’ assolvono sara’ uno scandalo….palazzi e’ passibile di denuncia penale e si dovrebbe dimettere ……vergogna….forza juve

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi