Calciopoli, Ronaldo: “Quegli scudetti li sento miei” | JMania

Calciopoli, Ronaldo: “Quegli scudetti li sento miei”

Calciopoli, Ronaldo: “Quegli scudetti li sento miei”

Calciopoli: Ronaldo riapre la ferita, rivendicando scudetti nel periodo compreso tra il 1997 e il 2002, quando vestì la maglia dell’Inter

Calciopoli: Ronaldo riapre la ferita, rivendicando scudetti nel periodo compreso tra il 1997 e il 2002, quando vestì la maglia dell’Inter. Luis Nazario da Lima, conosciuto dai più come Ronaldo, è tornato in Italia per assistere a Inter-Sampdoria, in programma questa sera a San Siro. L’ex centravanti brasiliano, oggi 40enne, ha approfittato dell’occasione per rilasciare interviste a diversi media.

Ghiotta l’opportunità per tornare a parlare di Calciopoli e di scudetti che Ronaldo non hanno mai vinto, ma dei quali si sente “vincitore morale”. Nonostante non ci sia stata alcuna inchiesta e i campionati compresi tra il 1997 e il 2002 non siano stati oggetto di alcuna indagine, Ronaldo li rivendica accusando indirettamente la Juventus:

“In quel periodo – racconta alla Rai – non potevo immaginare che ci fosse un controllo illegale di partite e risultati, ma si poteva intuire che qualcuno potesse controllare in modo così grosso il calcio italiano. Quando è stato scoperto mi ha dato tanta soddisfazione, è come se avessi vinto io quegli scudetti”.

Calciopoli: scudetti morali, sì ma quali?

Il riferimento è chiaramente “al rigore di Iuliano”, anche se c’è da sottolineate che in solo due occasioni in 5 anni, l’Inter di Ronaldo si trovò a lottare per lo scudetto con la Juventus.

3 commenti

  1. Si riferisce al periodo che l’inter faceva giocare Recoba con passaporto falso? Nella sua ignoranza, il “fenomeno” lo sa che meritavano la retrocessione?

  2. E’ l’effetto delle droghe…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi