Calciopoli, Moggi: Cassazione respinge ricorso radiazione, ora si va a Strasburgo | JMania

Calciopoli, Moggi: Cassazione respinge ricorso radiazione, ora si va a Strasburgo

Calciopoli, Moggi: Cassazione respinge ricorso radiazione, ora si va a Strasburgo

La Cassazione ha respinto nei giorni scorsi il ricorso di Luciano Moggi contro la radiazione inflittagli dalla giustizia sportiva italiana in merito ai fatti di Calciopoli. Ora, l’ex dg della Juventus, si rivolgerà alla Corte Europea dei diritti dell’uomo, suo obiettivo fin dall’inizio. Ovviamente, però, prima di arrivare a Strasburgo, Moggi doveva passare per tutti …

(FILES) Picture taken on May 7, 2006 ofLa Cassazione ha respinto nei giorni scorsi il ricorso di Luciano Moggi contro la radiazione inflittagli dalla giustizia sportiva italiana in merito ai fatti di Calciopoli. Ora, l’ex dg della Juventus, si rivolgerà alla Corte Europea dei diritti dell’uomo, suo obiettivo fin dall’inizio. Ovviamente, però, prima di arrivare a Strasburgo, Moggi doveva passare per tutti i gradi della giustizia italiana. Dopo il Tar, il Consiglio di Stato e la Cassazione, ora toccherà alla Corte di Strasburgo decidere se Moiggi aveva ragione o meno. Il professor Tedeschini, avvocato dell’ex dirigente bianconero è molto ottimista e attacca la Cassazione:

“Non si sono nemmeno presi la briga di leggere il fascicolo presentato insieme al ricorso, nel quale la vicenda era ampiamente ricostruita. Direi che è stata scelta la soluzione più comoda (che, casualmente, è anche la più gradita ai poteri forti dello Sport): quella di… non decidere sulla questione sollevata: quella della esistenza di una giurisdizione capace di tutelare i malcapitati dagli eccessi delle giurisdizioni domestiche. Per il resto, non voglio apparirle reticente, ma ho l’abitudine di esporre le mie critiche nelle sedi competenti e non attraverso interviste ai giornali: mi pare d’altronde che in questi giorni gli operatori di giustizia abbiano preso l’abitudine di parlar troppo fuori delle sedi istituzionali e io non posso, per un verso, censurare quelle abitudini e per altro verso accodarmi a chi preferisce usare i mezzi di comunicazione di massa, rispetto alle Corti di giustizia”.

Poi Tedeschini anticipa cosa scriverà nel ricorso alla Corte Europea dei diritti dell’uomo:

“Nel ricorso scriverò, innanzitutto, che le decisioni adottate nei confronti di Moggi – prima dal giudice sportivo e poi dal giudice amministrativo – sono viziate da numerose violazioni dell’articolo 6 della Convenzione: quello che riguarda il diritto ad un processo equo. Ma ricorderò pure che l’unica condizione paragonabile a quella in cui Moggi è stato posto rispetto agli appartenenti all’ordinamento sportivo consiste in quella del prete apostata che – secondo il Concordato fra Stato e Chiesa del 1929 – non poteva avere contatti con il pubblico. Quella norma fu superata, con l’accordo delle Parti, nel 1984 perché giudicata incostituzionale, oltreché contraria ai principi del Concilio Vaticano II. Moggi è invece tuttora in attesa di attenzione verso i propri diritti di libertà, almeno per poter tornare a parlare con chi pratica sport agonistici. Mi sembra però che quanto ora accaduto in Cassazione faccia bene il paio con la condanna a suo tempo irrogatagli, in sede penale, dal Tribunale di Napoli: lì – non riuscendo a condannare Moggi per una determinata fattispecie di reato – è stata… cambiata la fattispecie in corso di causa! È certo però che, se Strasburgo mi darà ragione, andrà a segnare non solo la sorte della giustizia sportiva, ma anche di un certo modo di fare giustizia”.

Foto © Getty Images – Tutti i diritti riservati

4 commenti

  1. farsopoli 2006 la presa in giro degli Italiani nell’anno 2006, vogliamo la verità

  2. Capitan Sparrow

    qualcuno sa dirmi perché il tribunale competente è quello di Napoli?

  3. …finalmente, almeno per la questione radiazione sportiva sono finite le perdite di tempo con i vari “muri di gomma” italioti e si potrà andare a quella che (si spera) dovrebbe essere una corte leggermente più seria.
    Chissà quanto altro tempo dovrà passare prima di poter fare lo stesso anche sul fronte penale (sono curioso di vedere a quali altre acrobazie giuridiche ricorreranno gli esimi giudici del secondo grado di napoli e poi quale altra perla vorrà “regalarci” la cassazione per confermare la condanna del Direttore e non scalfire il castello di carta delle balle megagalattiche della farsa del 2006).

  4. Pòro Direttore, Don Chisciotte ti fa una sega in quanto a battaglie coi mulini a vento!!!!! Farsopoli non è servita solo a distruggere, anzi rallentare, la Juve, ha anche impietosamente dimostrato quanto la giustizia sia schiava del potere. “….ahi serva Italia, di dolore ostello, non dama di provincia, ma bordello…….”

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi