Calciopoli: Corte dei Conti condanna arbitri ma la sentenza di Napoli... | JMania

Calciopoli: Corte dei Conti condanna arbitri ma la sentenza di Napoli…

Calciopoli: Corte dei Conti condanna arbitri ma la sentenza di Napoli…

Nonostante la sentenza di primo gradi del processo di Napoli abbia confermato che “non sono state alterate partite”, che la storia dei colpi di tosse per truccare il sorteggio fosse “quantomeno ridicola” e che gli arbitri erano illecitamente pedinati e spiati da una squadra di serie A in competizione con le altre, la Corte dei …

Nonostante la sentenza di primo gradi del processo di Napoli abbia confermato che “non sono state alterate partite”, che la storia dei colpi di tosse per truccare il sorteggio fosse “quantomeno ridicola” e che gli arbitri erano illecitamente pedinati e spiati da una squadra di serie A in competizione con le altre, la Corte dei Conti ha condannato gli arbitri coinvolti nella farsa di Calciopoli del 2006 con l’accusa di “danno all’immagine”. Ora, la Figc – sulla quale pende una richiesta di commissariamento da parte della Juventus –  dovrà avere un risarcimento per un totale di quasi 4 milioni. La condanna al risarcimento riguarderebbe 14 persone per un importo complessivo di 3,970 milioni di euro e la richiesta più pesante (un milione di euro) sarebbe per Paolo Bergamo, ex arbitro e designatore. Secondo quanto riporta l’Ansa, pende una condanna per 800.000 euro su Pierluigi Pairetto, per 700.000 euro su Innocenzo Mazzini. Mezzo milione per Tullio Lanese e Massimo De Sanctis, 100.000 euro per Salvatore Racalbuto, per citarne alcuni. Assolta la presunta collaboratrice di Moggi, Maria Grazia Fazi.

4 commenti

  1. Ammettiamo pure vi sia un danno d’immagine, ma Carraro? Lo stesso Carraro che è stato assolto solo perché ha le spalle parate da un imprenditore brianzolo ex-primo ministro italiano?

  2. La FIGC deve avere grane anche da questa sentenza e pure il Presidente che lavora in FIGC….e non si astiene per evidente conflitto di interessi!!!
    È ABETE che si deve decidere se..per le richieste di Agnelli è un ente privato…mentre se si deve fare risarcire la FICC diventa un ente PUBBLCO. . Ne vedremo delle belle…non tutto il male vien per nuocere…infatti gli arbitri sono tranquilli.

  3. @Juventino92: ti giuro, vorrei qualcuno facesse un excursus giuridico, spiegato in termini comprensibili, della marea di frescate che sono state fatte fin qui.
    La terra dei cachi riserva sempre grandi “soddisfazioni”…

  4. iosonojuventino92

    Fratelli,
    Il bello è che la ficciccì è un ente PRIVATO;
    Il bello è che per questo motivo, la stessa cdc (volutamente minuscolo) ha respinto la nostra richiesta di danno erariale che avevamo fatto contro la stessa ficciccì;
    Il bello è che qui, nonostante si parli di un ente PRIVATO, si considerano funzionari PUBBLICI gli arbitri!
    Secondo me, la cdc si è avvalsa della semplice superca..ola giuridica del fatto che nella sentenza c’è scritto CONDANNATO.
    Si, ma il problema è che GABRIELE, ASSOLTO IN SEDE ORDINARIA, è stato CONDANNATO dalla cdc a risarcire la ficciccì!!! Che condannate a fare, un ASSOLTO a risarcire?? Risarcire che???

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi