Calciomercato: tra Ogbonna e la Juve ci si mette Preziosi | JMania

Calciomercato: tra Ogbonna e la Juve ci si mette Preziosi

Calciomercato: tra Ogbonna e la Juve ci si mette Preziosi

La Juve avrebbe trovato l’intesa con il Torino per il trasferimento di Angelo Ogbonna in bianconero: 8 milioni di euro più la metà del cartellino di Ciro Immobile. Operazione che così orchestrata non può essere fatta. Lo dice chiaramente Enrico Preziosi, presidente del Genoa, che detiene l’altra metà del cartellino del bomber campano: “La Juve …

Genoa Cfc Unveils New Coach Davide BallardiniLa Juve avrebbe trovato l’intesa con il Torino per il trasferimento di Angelo Ogbonna in bianconero: 8 milioni di euro più la metà del cartellino di Ciro Immobile. Operazione che così orchestrata non può essere fatta. Lo dice chiaramente Enrico Preziosi, presidente del Genoa, che detiene l’altra metà del cartellino del bomber campano: “La Juve vuole riscattare Immobile? Iniziamo da Cairo che non ha mai fatto offerte. I diritti sportivi di Immobile sono nostri, se la Juventus vorrà Ciro dovrà sborsare oltre 4 milioni di euro”, ha detto il numero uno del grifone alla ‘Gazzetta dello Sport’. Ora la patata bollente passa nelle mani di Giuseppe Marotta che, lungi dal voler riscattare Immobile, vuole cedere la propria metà al Toro garantendo che il giocatore giochi il prossimo anno in prestito con i granata.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

14 commenti

  1. @madmax a chi ti riferisci?

  2. questo è un altro che finirà in galera a breve.

  3. Basta con queste comproprietà e soprattutto con squadre legate a certi personaggi. Perchè solo in Italia è permessa questa assurdità di comprare metà di un giocatore… Alla fine ci perdiamo sempre come nel caso più eclatante di Giovinco che nessuno valuterà mai la cifra spesa per piportarlo a casa… Marotta in questo aspetto secondo me mostra i limiti di chi è stato costretto ad imparare ad arrabattarsi in squadre piccole e senza soldi con questi trucchetti di mercato che alla fine sono contriproducenti e non è certo un fenomeno quando deve vendere…

  4. Marotta, la devi smettere di fare affari con “l’appendice” dei “bauscia”, il giocattolaio non è persona affidabile.

  5. se boakye fosse stato in mano a mezzaroma o a marino non ci saremmo trovati a dover contrattare con preziosi, ma con il siena o l’atalanta; la comproprietà di immobile ci ha permesso di controllare boakye, pur in comproprietà, ma i diritti sportivi dal ghanese sono nostri, tanto è vero che va a giocare dove vogliamo noi, mentre per immobile i diritti sportivi sono del genoa, anche perchè conte non lo “vede”. credo comunque che la nostra metà la possiamo vendere, sarà poi il toro a contrattare con il genoa

  6. ARTHUR AVENUE

    la triste storia di Immobile…inizia a Siena ove era stato dato in PRESTITO per una possibile valorizzazione con l aiuto di un Signore che si era anche annunziato allenatore della Juve prima del tempo…..infatti la cosa arrivò l anno dopo. Di utilizzazione del ragazzo nisba poiche stava sulle palle a Conte ( diciamo le cose come stanno ) quindi carne di cannone e comproprieta con il drittone di Saronno……….Immobile non ha fatto sfracelli ma sempre meglio di un Jaquinta pagato e lasciato a casa, di un Benntner e Anelka e per amor di patria non cito titolari con apparizioni da frequente sostituzione. Immobile la quale auguro successo ovunque approderà da noi non tornera piu e un giovane promettente ( e juventino ) andra a rinfoltire la categoria dei non pervenuti per volonta di qualcuno….saluti a tutti

  7. Un fatto positivo c’è: almeno non arriva Ogbonna, che a quelle cifre è peggio di una rapina in banca!

  8. @frano fiumicino:
    forse il mio italiano è diverso dal tuo, ma quali insulti hai letto?

    Son due anni che abbiamo questa comproprietà che ci ha portato solo disagi finora. Non possiamo valorizzare il giocatore e non possiamo manco venderlo.

    Appurato il fatto che è masochistico fare affari con Prezioni, che è culo e camicia con Galliani e Moratti, dovremmo cercare di risolvere tutte le comproprietà che abbiamo con quell’essere, poi vediamo se riesce a fare affari dovendo comprare interi cartellini e non più solo metà (godendo però delle prestazioni del giocatore), i soldi mica glieli prestano Galliani e Moratti.

  9. frano fiumicino

    leggo un’infinità di consigli a MAROTTA, il quale non è capace di fare il suo mestiere, non tenendo conto che spesso le circostanze di mercato ti portano a dialogare e fare affari anche con chi non vorresti.
    il giocattolaio è amico e sodale sia di DENTIMARCI che di ZIO FESTER ed ultimamente anche di LOTIRCHIO i quali (gli ultimi due) controllano la LEGA ed il calcio mercato.
    si deve prendere atto di questo prima di scrivere insulti verso MAROTTA.

  10. maiellabianconera

    l’unica soluzione è quella di non avere mai più a che fare con “il giocattolaio”.Ora si rischia che l’affare Ogbonna vada in fumo.
    Preziosi è un ottimo “burrattino”nelle mani di galliani e il prescritto.A pensare male si fa peccato ma spesso si indovina…….spero di sbagliarmi..

  11. Antonio Pompeo Medaglia

    ….non dimenticate che Preziosi è un “compare” del prescritto con il quale ha sempre fatto affari anche illecitamente ( quando era fuori per condanna della lega)….quindi…..Marotta sappia con chi ha a che fare……

  12. che il giocattolaio si goda immobile ….
    dispiace per ciro che sicuramente non merita di essere finito in quelle grinfie

  13. E’ vero e purtroppo noi comuni mortali non riusciamo a capire il masochismo di certi personaggi come Marotta nel voler continuare a fare affari con altri “personaggini” del calibro del giocattolaio Preziosi. La Juve nonm merita di essere trattata come l’ultima squadretta di prima divisione !!!

  14. ARTHUR AVENUE

    Marotta …..la cosa si puo risolvere facendo un altro paio di comproprieta con Preziosi…..

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi