Calciomercato Juventus: tutti i nomi per giugno c'è anche Tevez | JMania

Calciomercato Juventus: tutti i nomi per giugno c’è anche Tevez

Calciomercato Juventus: tutti i nomi per giugno c’è anche Tevez

Per circa un’ora la Juventus ieri sera ha giocato alla pari con il Bayern Monaco, ma non è bastato per avere la meglio dei vice Campioni d’Europa, alla fine superiori in tutto ai bianconeri nei 180 minuti. E non sono una giustificazione le pur pesanti assenze di Stephan Lichtsteiner e Arturo Vidal. Per essere grande …

carlos-tevez-videoPer circa un’ora la Juventus ieri sera ha giocato alla pari con il Bayern Monaco, ma non è bastato per avere la meglio dei vice Campioni d’Europa, alla fine superiori in tutto ai bianconeri nei 180 minuti. E non sono una giustificazione le pur pesanti assenze di Stephan Lichtsteiner e Arturo Vidal. Per essere grande in Europa alla Juve manca ancora qualcosa. O forse più di qualcosa, come detto nell’immediato post-partita da Antonio Conte. Il solo innesto di Fernando Llorente in attacco non basterà: il reparto avanzato è da rifondare, ragion per cui andrà assolutamente preso uno tra Higuain, Benzema, Suarez, Tevez o Ibrahimovic. Sì, proprio Tevez: secondo l’edizione odierna della ‘Gazzetta dello Sport’, anche l’argentino sarebbe tornato nel mirino di Giuseppe Marotta, che a giugno dovrà superare un vero e proprio esame da dg.

Inoltre, servirà un vice Pirlo: piace Verratti su tutti, ma sarà un’impresa arrivare al centrocampista del PSG. Se Pepe non dovesse riprendersi, inoltre, servirà uno con le sue caratteristiche che consenta di giocare con il tridente. Nei prossimi giorni ci sarà un summit societario al quale parteciperà tutto l’establishment bianconero: ci sarà il tecnico Antonio Conte, il presidente Andrea Agnelli, Beppe Marotta e Fabio Paratici, infine Pavel Nedved. In Italia la Juventus riesce a dominare, in Europa la musica cambia: questione di ritmi e di qualità. L’adattato Asamoah a sinistra non basta, servirebbe un Bale della situazione. I sogni ora vanno tramutati in realtà, altrimenti si dovrà ancora una volta tirare a campare.

15 commenti

  1. @Enrico:
    non per forza devono esser formati nelle loro giovanili, basta prenderli giovani quando non costano una fortuna.

    Man United: Nani, CR7, Chicharito sono stati presi per la prima squadra che avevano 18-20 anni, Beckham, Giggs, Scholes, Neville erano tutti delle giovanili.

    Bayern: Kroos, Alaba, Boateng sono stati presi giovanissimi anche loro, Muller e Schweinsteiger provengono dalle giovanili.

    Porto: Hulk e Falcao presi quando valevano meno di 10 milioni e rivenduti a 40 ciascuno…

    Milan: Balotelli, Niang e El Sharaawy sono in prima squadra pur avendo l’età dei nostri giovani che abbiamo mandato in giro a farsi le ossa!

    Ma l’abbiamo visto cosa è diventato Giovinco fuori dalla Juve? Un buon giocatore per una piccola squadra, ma totalmente inadatto ad una grande come la Juve… cosa che già si pensava nel 2010 quando fu dato in prestito.

    Pogba invece, che è un campione, si è adattato immediatamente, Del Piero e Trezeguet si sono adattati immediatamente.

  2. non possiamo dare Marotta all’inter?
    Sarebbe il colpo di grazia per mandarli in B

  3. Mi pare che la Juventus abbia puntato sui giovani come nel caso di Pogba! Bisogna solamente capire che esistono giovani già pronti a 20 anni ed altri che han bisogno di giocare per maturare, specie in Italia.
    Leggendo, poi, le formazioni più blasonate d’Europa NON mi pare che siano zeppe di giovani formati nelle proprie giovanili, eccezion fatta per Borussia e Barça, gli altri clubs i giovani li han pagati carissimo, vedi Modric (45 mln!), Nastasic (18 mln!), etc etc.
    Occore programmazione e continuità gestionale ed alla Juventus, ora, ci sono, siam tranquilli.

  4. Quoto Edo in toto: se “gregari” devono essere, almeno siano già nostri, e giovani, quindi con grandi margini di miglioramento…almeno non regalare soldi in giro e poi lagnarsi in pubblico che non ci sono soldi per il “top player”…

  5. Ma riportare alla base qualcuno dei nostri giovani no? Perchè Bayern, Borussia, Barça, Real, United, Milan schierano titolari i giocatori del 90-92-93, mentre noi li mandiamo in Serie B a fare calcio moviolato? Perchè da noi, per far parte della rosa, devi avere almeno 25 anni? Gabbiadini, Masi, Leali sono nostri: perchè non farli allenare coi nostri campioni affinchè imparino dai campioni? Io preferirei di gran lunga avere loro in panca piuttosto che i vari Peluso e Padoin (entrambi ventinovenni), che di certo non prendi gratis.

  6. A tutti coloro che affermano che occorrano budget imponenti per costruire squadre vincenti dico di studiare il caso del Borussia Dortmund che ha saputo risollervarsi da debiti spaventosi ed allestire una squadra talentuosa, giovane e di alto livello! Occorre la programmazione e la continuità di gestione, fortunatamente, componenti che ORA abbiamo anche noi alla FC Juventus, dopo anni di smarrimento.
    Occorrono pero’ anche capacità di scouting e tecniche e, fortunatamente, ORA le abbiamo anche alla FC Juventus dopo anni di desolante pochezza (Castagnini e Secco docent…).
    Occorre pero’ anche la capacità di operare rapidamente ed efficacemente come Moggi e Bettega…ed ecco la ultima lacuna da colmare, vero Marotta? Dimentichiamo, per favore, i falsi fuoriclasse come Benzema (in Nazionale francese NON segna da oltre 1000 minuti!) e Jovetic il cui costo e fragilità fisica mi inquietano…occorrono fuoriclasse veri, arroganti in campo, che incutono timore agli avversari, ossia giocatori come Tevez, Suarez, Ibrahimovic altroché! L’ultimo decisivo passo per scalare la vetta è un fuoriclasse vero che completi la già buonissima batteria di attaccanti a disposizione di Conte.

  7. Io ai nomi che si fanno e che si faranno da qui al 31 agosto ormai ci credo poco: Drogba, Ibrahimovic, Van Persie, Higuain ecc… grandi nomi che alla fine non sono arrivati. Il calciomercato a questo punto dell’anno è solo una messa in scena per vendere giornali ma l’unica cosa che spero veramente è che i vari Marotta e C. abbiano già in mente chi acquistare e come fare per rendere competitiva anche in Europa una squadra quasi perfetta ma che ha dimostrato che contro le Grandi in questo momento non c’è niente da fare.

  8. fatto sta che gioca nel Milan.
    Trovino un’altra banca!
    Trovino uno sponsor…ah già non parliamo di questo visto che abbiamo svenduto la maglia alla FIAT ai prezzi di 3 anni fa….
    per favore…tutti a casa!

  9. balotelli la preso unicredit per il milan

  10. non scherziamo sparando nomi a vanvera .
    la coppia Maretta&Paratici é da nomi di media levatura non di più, del resto il budget non sarà poi tanto esteso x cui rassegnamoci a nomi più consoni alle loro possibilita’ come Denis e compagnia bella da pagare tra i 15 ed i 20 mln visto che sono anche generosi.
    mi chiedo come facciano al milan ad acquistare balotelli per poco più di quanto i nostri hanno pagato Isla …mah !

  11. Sì sì prendiamo uno di questi attaccanti, Verratti e Bale e …. ok ok si vendono la Fiat? se prendiamo un pezzo tra questi tre reparti andiamo bene

  12. poi dai Inutile girarci intorno, loro sono più forti ed hanno vinto giustamente. Ma la doppia sonora sconfitta al cospetto dei giganti bavaresi ha radiici lontane, nasce da questa estate. Lo sapevano anche i sassi che se c’era un reparto da rinforzare era quello dell’attacco. Dopo aver inseguito per mesi Van Persie e Suarez ci siamo ritrovati con mezzo Giovinco (pagato non a prezzo di saldo) e l’ultimo giorno di mercato abbiamo piazzato il colpaccio Bendtner dopo aver fatto la grossissima figura di merda con la querelle Berbatov.

    E’ chiaro che se ti presenti a combattere contro i giganti armati di cannoni, con la cavalleria leggera munita di palle di carta non puoi che soccombere.

    Non paghi, nel mercato di riparazione abbiamo acquistato un giocatore da dopolavoro ferroviario,Anelkà, con problemi ti sciatica. Il pilota Conte ha gia ottenuto fin troppo dalla macchina che gli è stata messa a disposizione, di certo non si può pretendere che vinca il gran premio a bordo di una panda. Come fare per colmare il gap che ci separa dalle prime cinque squadre europee?

    Ci vuole il giusto mix di competenze ed investimenti economici. Perchè si vinca le cose devono andare di pari passo, se hai i soldi e non hai le competenze non vinci (esempio lampante il Manchester City) ma è anche vero che se hai le competenze ma non hai le sufficienti risorse economiche non vinci lo stesso. La domanda per il futuro dovrebbe essere, la Juventus come sta messa in fatto di competenze e risorse economiche?

    Per quanto riguarda le competenze abbiamo il miglior allenatore che ci sia sulla piazza, dei dirigenti non so se possiamo dire la stessa cosa. Per quanto riguarda le risorse economiche, la situazione è migliorata ma non possiamo permetterci spese folli a meno che il padrone del vapore non decida di buttare un pò di soldi in un giocattolo che sembra interessargli poco.

    Cosa fare dunque, aggrapparci alla competenza di Conte e sperare che in futuro non si sperperino quelle poche risorse che abbiamo per ingrassare società come Udinese,Parma o Fiorentina per acquistare a peso d’oro mezzi giocatori.

  13. Mauro The Original

    Ibra spero non sia preso in considerazioni in quanto inadatto e ormai vecchio. Spariamo le nostre cartucce su Suarez Cavani o Aguero. Chiaro che sarà solo un sogno poichè Marotta compra a chili e non a qualità. Avremo una panchina lunga 2 kilometri con i vari Padoin Peluso Marrone Giovinco ecc… chiaramente con stipendi bassi per motivi di bilancio….

  14. Finalmente, erano 3 sessioni di mercato che non si faceva il nome di Tevez… temevo l’avessimo ACQUISTATO troppe volte ormai 🙂 🙂

    “…andrà assolutamente preso uno tra Higuain, Benzema, Suarez, Tevez o Ibrahimovic…” : l’offerta di Marotta partirà da 10 milioni pagabili in 10 rate, ma si potrebbe arrivare anche a 12 (rate, non milioni ahah)

  15. Marotta…. per noi è impossibile.

    Skip e vai oltre.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi