Calciomercato Juventus: tutte le voci del 16 ottobre 2013 | JMania

Calciomercato Juventus: tutte le voci del 16 ottobre 2013

Calciomercato Juventus: tutte le voci del 16 ottobre 2013

Tutte le voci e le indiscrezioni sul calciomercato della Juventus di oggi, 16 ottobre 2013: i possibili colpi a gennaio e a giugno prossimo

FBL - WC2014-TUR-NEDIl mercato di riparazione si avvicina, ma la Juventus non ha intenzione di attendere i 30 giorni di vetrina ufficiale per andare a caccia degli elementi giusti per rafforzare la rosa di Antonio Conte. Il dg bianconero Giuseppe Marotta, sta lavorando sodo con il suo fido Fabio Paratici per portare a Torino gli esterni tanto agognati dal tecnico dei campioni d’Italia. Secondo quanto scrive oggi ‘Tuttosport’, il terzino del Feyonoord, Daryl Janmaat è passato dallo status di osservato speciale a quello di obiettivo dichiarato, visto che al 99% lascerà la Juventus il cileno Mauricio Isla. Di recente, emissari bianconeri sarebbero volati in Olanda per accelerare la trattativa, visto che Conte ha dato l’ok definitivo alla cessione del bocciato Isla.

Janmaat è ormai una certezza per il suo club e per la nazionale ‘Orange’, tanto che già la scorsa estate la Juve avrebbe trovato un’intesa di massima, poi saltata per via della mancata cessione di Isla all’Inter. Il discorso sarà ripreso in questi giorni, con la speranza di Marotta di chiudere intorno ai 7-8 milioni, ricavabili appunto dalla cessione della metà del centrocampista cileno.

Per il centrocampo, si farà un tentativo per convincere il Cagliari a lasciar partire a metà stagione Radja Nainggolan, per il quale servono però non meno di 15 milioni. In alternativa piace Jorginho del Verona, che nell’ultimo confronto allo Juventus Stadium ha annullato Andrea Pirlo. Per l’attacco, invece, gli obiettivi rimangono i soliti noti: Christian Benteke dell’Aston Villa, Lacina Traore (Anzhi), Romelu Lukaku (Everton) e Victor Ibarbo (Cagliari).

In prospettiva giugno, invece, Marotta sta lavorando su Thiago Motta, in scadenza di contratto a giugno 2015 con il PSG, e Andrea Ranocchia, che rimane un pallino di Conte, anche se la nuova Inter di Thohir non avendo necessità di incassare, tenterà di alzare la posta il più possibile prima di lasciar partire il centrale della nazionale.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi