Calciomercato Juventus: le decisioni sui giovani in comproprietà

Calciomercato Juventus: ecco le decisioni sui giovani in comproprietà

Calciomercato Juventus: ecco le decisioni sui giovani in comproprietà

Calciomercato Juventus, le decisioni sui giovani in comproprietà: dove giocheranno l’anno prossimo Berardi, Gabbiadini, Zaza e Rugani

rugani-daniele-juventusCalciomercato Juventus: si decide il destino dei giovani in comproprietà, tutte le novità. Beppe Marotta e Fabio Paratici stanno valutando attentamente la posizione di alcuni giovani che la Juve detiene in comproprietà. Pare sempre più probabile il riscatto di Domenico Berardi: ieri ha parlato Beppe Galli, uno degli agenti vicini all’attaccante Calabrese. “La Juventus sembra volerlo riportare a casa mentre il Sassuolo vorrebbe tenerlo come da accordi presi all’inizio della scorsa stagione. Dipenderà anche dalla volontà del ragazzo”, ha dichiarato. Insomma, la Juventus si era impegnata a lasciare Berardi ancora un anno a Sassuolo, ma ora si vorrebbe puntare su di lui sin da subito.

Se torna a Torino l’attaccante del Sassuolo, rimane alla Sampdoria l’altro bomber Manolo Gabbiadini. Edoardo Garrone ha detto che la permanenza a Genova dell’attaccante “sarebbe la cosa migliore per tutti” e pare se ne sia convinta anche la Juve. Rimane in bilico Simone Zaza: il ragazzo pare voglia restare ancora un anno a Sassuolo, ma l’Udinese lo chiede nell’affare Roberto Pereyra. Zaza vorrebbe avere rassicurazioni dai friulani in merito al suo impiego.

Daniele Rugani, difensore a metà con l’Empoli, piace sempre all’Udinese e ad alcuni club di Bundesliga: di recente, Totò Di Natale lo ha incoronato come uno dei migliori giovani difensori in circolazione, e stando alle ultime indiscrezioni, potrebbe rimanere un altro anno ad Empoli per fare esperienza in Serie A.

Un commento

  1. mi domando, perchè, avendo a disposizione quello che è considerato il miglior talento in circolazione (Berardi), si debba partecipare ad aste per acquistare giocatori sicuri, che sicuri non saranno mai considerando anche che
    nelle ventilate intenzioni di conte di ritornare al 433 avrebbero un giocatore già abituato a tale schema.
    un plauso alla scomparsa delle comproprietà; genereranno anche solide plusvalenze, ma nel caso di giocatori valorizzati enormemente obbligano a sborsare amari quattrini per avere l’altra metà (vedi Immobile).
    non vedo l’ora inizi il ritiro, non se ne può più di sobirsi le cazzate che circolano!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi