Calciomercato Juventus: 60 milioni di tesoretto dalle cessioni

Calciomercato Juventus: 60 milioni di tesoretto dalle cessioni

Calciomercato Juventus: 60 milioni di tesoretto dalle cessioni

Calciomercato Juventus: la dirigenza bianconera lavora in diverse operazioni in entrata, ma anche in uscita, ecco quanto può incassare Madama

Calciomercato Juventus: la dirigenza bianconera lavora in diverse operazioni in entrata, ma anche in uscita. Come riportano oggi diversi organi di stampa, sono diverse le cessioni che la società bianconera opererà nel mercato estivo. Simone Padoin si è già accasato al Cagliari e nelle casse della Juve entreranno circa 500mila euro. Presto dovrebbe toccare anche a Mauricio Isla, che piace a Lazio e Siviglia, ma potrebbe tornare al Marsiglia nell’affare Batshuayi. Valore di mercato: 8 milioni circa.

In uscita anche Roberto Pereyra: l’argentino ha deluso nella seconda stagione in bianconero e piace molto a Zenit di San Pietroburgo e Watford. Il West Ham pare si sia defilato, ma l’ex Udinese non partirà per meno di 15 milioni. Altri 10 milioni il dg Marotta intende incassarli dalla cessione di Hernanes. Il brasiliano ha offerte da cinesi e arabi, ma non pare entusiasta di lasciare la Juventus per campionati esotici.

Calciomercato Juventus: Allegri ne blocca due

Norberto Murara Neto a sorpresa potrebbe restare: non ci sono ancora offerte ufficiali, anche se l’estremo difensore brasiliano vorrebbe giocare con continuità. Si valutano eventuali prestiti, ma non a squadra in competizione con la Signora. In caso di cessione a titolo definitivo, Madama chiede almeno 12 milioni. Massimiliano Allegri, infine, avrebbe posto il veto alle cessioni di Kwadwo Asamoah (valutato 18 milioni) e Mario Lemina (18-20 milioni). Il ghanese piace molto al Chelsea di Antonio Conte, mentre il gabonese ha richieste da Inghilterra e Germania.

In totale, dalle cessioni Marotta conta di recuperare circa 60 milioni, che si vanno ad aggiungere ai 30 che il Real Madrid versera per la ‘recompra’ di Alvaro Morata e ai 25 rimasti in cassa per il mancato arrivo di Domenico Berardi. Una cifra importante che al netto dell’acquisto di Miralem Pjanic potrà essere immessa sul mercato per operazioni in entrata.

2 commenti

  1. sanguebianconero

    tesoretto di 60 ml ???? !!!!!!!!
    e dove sta ????!!!!!!
    si pensa (o si spera ???) di incassare da eventuali cessioni ?????
    un proverbio dice : “tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare”
    Hernanes ??? c’è qualche squadra che lo vuole ???? se sì, quanto ci renderà ???
    Isla 8 ml ????
    non mi sembra che Marotta abbia dimostrato di essere molto abile nel vendere !!!!!!
    la recompra di Morata renderà 10 ml, non 30, in quanto la Juve lo comprò per 20 ml
    ad oggi incassati solo 2,5 ml per la cessione di Padoin
    mi piacerebbe un po’ più spregiudicatezza da parte della società a tirar fuori soldi per qualche campione già affermato (Cavani, Mascherano, Benatia) che offrono molte possibilità concrete di aumentare il livello qualitativo e di esperienza della squadra
    penso, modestamente, che questi tre farebbero al caso per la Juve

    • carissimo, ne capisci poco di compravendita. Morata costò 18 due anni fa. Grazie agli ammortamenti una buona parte di quei 18/20 li hai già recuperati (diritti di immagine, titoli conseguiti con relativi introiti ecc.) oltre all’ingaggio sostanzioso risparmiato da qui al 2019 che era già stato messo a bilancio. Ergo la plusvalenza è molto maggiore dei 10 milioni da te calcolati. Gli altri giocatori sono effettivamente piazzabili poichè provenienti da una stagione vincente, il loro “appeal” è dunque notevole. Continua a fare il tifoso ma lascia perdere il mercato.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi