Calciomercato estivo Juventus 2013: il day after | JMania

Calciomercato estivo Juventus 2013: il day after

Calciomercato estivo Juventus 2013: il day after

Quello di oggi è da molti considerato il “day after” la fine del calciomercato estivo 2013. Il giorno in cui si tirano le somme, si valutano gli acquisti e si controllano le spese. Durante questa sessione estiva molti giocatori hanno cambiato casacca, e tante sono state le squadre che si sono rinforzate. Andiamo allora a …

Ogbonna-Trofeo-Tim-2013Quello di oggi è da molti considerato il “day after” la fine del calciomercato estivo 2013. Il giorno in cui si tirano le somme, si valutano gli acquisti e si controllano le spese. Durante questa sessione estiva molti giocatori hanno cambiato casacca, e tante sono state le squadre che si sono rinforzate. Andiamo allora a vedere come si è mossa la Juventus durante questi 3 mesi, e cosa poteva fare in più per rinforzare una rosa già comunque competitiva.

Tralasciando dunque il reparto centrale di centrocampo, dove non c’è stato bisogno di innesti aggiuntivi, le zone del campo a cui sono stati aggiunti giocatori sono stati la difesa e l’attacco. Per quanto riguarda il reparto arretrato, è arrivato Angelo Ogbonna, giocatore esperto, nonostante la giovane età, e già nel giro della nazionale. Con il suo acquisto, Marotta è andato a completare un pacchetto difensivo già solidissimo che con Ogbonna può soltanto migliorare. Il costo complessivo dell’operazione è stato di 13 milioni di euro più 2 di bonus, con il giocatore che percepirà uno stipendio di 1,8 milioni per quattro anni. Per il costo del cartellino ed il valore del giocatore, è un’operazione da considerarsi comunque ottima, anche perchè la Juventus necessitava di un forte difensore centrale, che potesse sostituire, in caso di evenienza, uno dei tre tenori del pacchetto difensivo.

Per quanto riguarda l’attacco, invece, sono arrivati due giocatori di livello assoluto, fisicamente, tecnicamente e tatticamente diversi, ma per vicende personali molto simili. Entrambi, infatti, hanno fatto la fortuna dei rispettivi club, ma hanno concluso la propria esperienza nel peggior modo possibile: fuori rosa. Uno (Tevez) per questioni comportamentali e per varie vicissitudini con l’allenatore, l’altro (Llorente) perchè volenteroso di cercarsi un’altra squadra e costretto dalla propria dirigenza a rimanere legato fino a fine contratto con il proprio club. Entrambi sono arrivati con grande entusiasmo da parte dei tifosi, e per i costi delle due operazioni si può dire che Marotta abbia fatto il colpaccio: l’Apache, infatti, si è accasato alla Juventus per una cifra intorno ai 9 milioni, mentre Llorente addirittura a parametro zero.

Sul giocatore spagnolo però, c’è qualche dubbio riguardo l’adattamento al calcio italiano e soprattutto al modulo di Conte. Tuttavia se “El rey leon” saprà adattarsi all’una e all’altra cosa, la Vecchia Signora si ritroverà in casa un attacante di valore assoluto. I dubbi riguardo Tevez, invece, li ha sciolti tranquillamente il campo: 3 presenze ufficiali, 3 gol e 3 ottime prestazioni. Per i giocatori che sono arrivati in questa sessione di mercato, si può dire che la dirigenza bianconera abbia fatto comunque un ottimo lavoro, anche se non è riuscita a consegnare all’allenatore quell’esterno veloce e tecnico che tanto desiderava (Zuniga). Ovviamente le somme si tireranno a fine campionato, ma per quelli che sono i giudizi da “Day after”, possiamo benissimo dare un 8 al mercato della Juventus.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

5 commenti

  1. sanguebianconero

    ci voleva un altro attaccante
    IBRAHIMOVIC
    che coppia sarebbe stata
    Tevez-Ibrahimovic

  2. il problema non è Zuniga si o Zuniga no,
    il problema è che Asamoah è attualmente il titolare della fascia sinistra, poi se non si vende Deceglie o Peluso è abbastanza inutile avere un quarto laterale sinistro anche se più forte degli attuali in rosa

  3. Ma possibile che un tecnico come Conte si sia incartato su Zuniga??E’ mai possibile che non ci sia un esterno alto in uruguay, cile, serbia o francia che possa andare bene e che non sia del Napoli??Potevano sempre chiedere una consulenza all’Udinese che non ne sbaglia una!! E poi non c’è un ragazzo nelle nostre giovanili in grado di proporsi per quel ruolo??

  4. Oggi ho sentito la notizia che il nostro ex giocatore Momo Sissoko si è svincolato dal Paris Saint Germain. Visto che sembra che Conte volesse un altro centrocampista in modo da tenere fisso Asamoah sulla fascia sinistra, perchè non riprenderlo visto che è un parametro zero?
    Non lo so, ma se sta bene fisicamente è un gran bel giocatore specialmente in interdizione e ha 28 anni quindi non è così vecchio.

  5. l’ultima stagione col City l’ha fatta in campo, non fuori rosa (era quella precedente)

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi