Buffon: "Questa Juve mi fa sognare. I miei sorrisi non piacciono ai tifosi? Problemi loro" | JMania

Buffon: “Questa Juve mi fa sognare. I miei sorrisi non piacciono ai tifosi? Problemi loro”

Buffon: “Questa Juve mi fa sognare. I miei sorrisi non piacciono ai tifosi? Problemi loro”

Buffon dal Milan in poi. Il numero uno bianconero che si appresta ad affrontare con la Juventus i campioni d’Italia, esordì proprio contro i rossoneri esordì a soli 17 anni. Da lì in poi la storia del numero uni bianconero si è sempre intrecciata con quella del Milan, dalla finale di Champions League persa ai …

Buffon dal Milan in poi. Il numero uno bianconero che si appresta ad affrontare con la Juventus i campioni d’Italia, esordì proprio contro i rossoneri esordì a soli 17 anni. Da lì in poi la storia del numero uni bianconero si è sempre intrecciata con quella del Milan, dalla finale di Champions League persa ai rigori a Manchester, al grave infortunio alla spalla durante un trofeo Berlusconi, alle voci di mercato post-Calciopoli. Guardando al presente, domenica sera il big match cosa potrà sancire? “Poco o niente per il Milan, dirà di più per noi. Loro sono il punto di riferimento in questa stagione, sono i campioni d’Italia in carica. Portare a casa un risultato positivo ci servirebbe a livello di autostima, darebbe morale al gruppo. Insomma, ci permetterebbe di posare un mattoncino importante lungo il nostro percorso di crescita”, spiega Buffon in un’intervista alla ‘Gazzetta’. “Sono moderatamente fiducioso per il nostro futuro – prosegue l’estremo difensore della nazionale -. Questo inizio di stagione mi soddisfa, anche se non è ancora il momento di fare proclami, così come non ha ancora senso metterci sullo stesso piano di Milan e Inter. Pensiamo a noi, continuiamo a crescere, poi vedremo… Per il momento posso dirvi che con questa Juventus ho ritrovato il sogno”. Proprio contro il Milan, lo scorso anno, un sorrisetto di Buffon a Gattuso non piacque ai tifosi bianconeri… “E’ un problema loro, quella cosa non mi disturbò affatto. Io sono così, in partita do tutto me stesso e anche di più, ci ho lasciato pure una spalla in passato, ma a fine gara gli amici restano amici. Sono sempre lo stesso, sia quando perdo sia quando vinco”.
Una battuta su Ranieri all’Inter? “Un affare per l’Inter. E’ l’uomo migliore per loro in questo momento. Quando sentivo il nome di Ranieri accostato ai nerazzurri speravo non fosse vero. Con il mister alla guida, l’Inter torna ad essere pericolosissima nella corsa scudetto. Prima era una squadra che non credeva in quello che faceva, e allora anche i campioni più esperti sembravano bolliti. Sembravano, però. Chi capisce di calcio conosce certe dinamiche, e sa che il grande campione ha bisogno di sentire suo il progetto per dare il massimo, altrimenti paga soprattutto a livello mentale. E oggi l’Inter crede in ciò che sta facendo, crede in Ranieri. Ecco perché è tornata pericolosissima”.
Chiellini ha dichiarato tempo fa: “Se non arriviamo in Champions League è un fallimento”. Che ne pensa Buffon? Intanto pensiamo a migliorare la classifica degli ultimi due anni. Uno che gioca alla Juve deve sempre pensare che la Champions sia l’obiettivo minimo, ma la storia più recente ci ha insegnato che nulla ci è dovuto, nulla è scontato. Ora siamo alla ricerca di certezze, di autostima. Un passo alla volta, piedi per terra, sicuramente senza porci limiti, ma evitando di fare proclami, che tra l’altro non sono onesti nemmeno nei confronti della nostra gente”. Tra i giocatori con i quali avrebbe voluto giocare alla Juventus, poi, Buffon a sorpresa indica… “Senza dubbi Totti. Un amico, un giocatore fantastico. Ma mi sa che ormai questo desiderio non si potrà più avverare”. Infine la chiosa sul contratto: “Sì, questo è il progetto, vorrei restare a vita in bianconero. Devo meritarmelo sul campo, sia chiaro, ma credo proprio che saprò meritarmelo”.

27 commenti

  1. @ Karl

    Ti assicuro che gli stessi soldi che ha preso in Serie B, forse anche di più, li avrebbe tranquillamente presi altrove, vedi Manchester United o Milan che erano pronte a prenderlo.

    Ma noi parliamo tanto per parlare, giusto? 🙂

  2. “Sono sempre lo stesso, sia quando perdo sia quando vinco”.
    Noi no, caro tifoso del genoa, azionista di zucchi e carrarese, testimonial di merendine: noi quando perdiamo, abbiamo la carogna sulla spalla e i cocomeri che girano ad elica. Forse è anche per quello che non tolleriamo vedere un pirla che ride……

  3. Buffon in B era il portiere oiù pagato al mondo, altro che maglia…

  4. Storari in campo e tu a marcire in panca, così vediamo se ti passa il sorrisino…

  5. buffon ha ragione, non sono problemi suoi,l’importante è che dia tutto in campo.
    buffon è molto più juventino di tanti tifosi che lo criticano, quando la juve è andata in b avrebbe potuto andare in qualsiasi squadra al mondo e invece è rimasto alla juve, non è certo un sorriso che cambia le cose
    troppa gente dice quotidianamente delle cavolate

  6. Speriamo che no ti faccia addormentare, altrimenti rischi di commettere errori da pivello, con dribbling azzardati.

  7. Il mio era un discorso sulla lingua italiana. Ci rinuncio anche io 😉

  8. Dai ci rinuncio,non vale la pena continuare questo discorso su Buffon.

  9. Potrebbe significare: “Ho lo stesso umore, sia quando vinco sia quando perdo” 😉 Ma, ripeto, rileggendo tutta l’intervista e soprattutto il quotidiano a cui l’ha rilasciata…. non credo volesse dire quello

  10. Ah,numero7:“Sono sempre lo stesso, sia quando perdo sia quando vinco”può anche voler dire che una persona non cambia il suo carattere a seconda dei risultati,o dev’essere per forza qualcosa di brutto?

  11. The Alpha Dog,condivido alla grande:ormai questo da fastidio a prescindere…..e vabbè,io continuo a non seguire le mode…

  12. Non avete capito nulla, Buffon ride sempre perchè consapevole di aver trovato dei babbei che lo pagano 6 mil l’anno a prescindere dalle sue (ormai molte) cappellate………

  13. per Luke-Sun_Tzu:forse non mi sono spiegato, secondo me Pazienza non merita tutta questa indifferenza da parte dei media…. che cosa ha fatto in piu’ per esempio Giaccherini lo scorso campionato per essere sempre al centro delle attenzioni di tutti, e per aver trovato subito spazio nell’undici titolare? mi sembra che il Cesena si sia salvato a malapena mentre il Napoli e’ andato in champions!

  14. io gioco a calcetto e quando perdo altro che sorrisini.. sono ink@@@@to come una bestia!

    SOLO JUVE!!

  15. @Stefano: sbaglierò, ma se non volete rinnovare il contratto ad un giocatore è difficile che resti, no?

  16. Questa mattina in un Bar ho letto questa intervista integrale sulla gazzetta, ed ancora una volta mi accorgo che uno dei nuovi acquisti di quest’anno non viene proprio preso in considerazione. Sto parlando di Pazienza,passi per i giornali ed i siti tipo questo che per me sono sponsorizzati dai vari procuratori! ma addirittura un compagno di squadra questo non lo doveva fare…(mia personale opinione), io sono tifoso del Napoli e vorrei ricordare che lo scorso anno Pazienza e’ stato uno dei protagonisti della cavalcata trionfale verso la champions.
    Che tristezza!! Michele torna da noi!!!!!!!!!!!

  17. Mi trovi d’accordo per carità. Secondo me, si è espresso male, voleva dire magari che con gli altri è sempre amico sia che perda sia che vinca. Per come lo ha detto però, sembra che non gliene freghi nulal che vinca o che perda 😉

  18. @Redazione JM

    Dipende come la si vuole interpretare.
    “Sono lo stesso sia quando vinco sia quando perdo”.
    E’ un tipo sorridente per natura.

    Ma il sorriso non significa che non ci tenga, che non si applichi, che non si concentri e che anche lui non abbia voglia di rivalsa come tutto il mondo Juventino… per me le due cose non sono strettamente correlate.

    Il mondo è vario, non tutti reagiscono allo stesso modo.
    Ed è così nella vita, non solo nel calcio.

    C’è gente che viene tradito/a dal partner e si suicida, c’è gente che invece va a sbronzarsi ed il giorno successivo non ci pensa più.

    Detto ciò, sia chiaro che ognuno ha le sue opinioni per carità, ma ormai Buffon non può nemmeno dire “A” che già si trova il lato negativo.

    Se abbiamo avuto una squadra PENOSA negli ultimi anni, con gente come Felipe Melo, Almiron, Tiago, Boumsong, Amauri, Grosso, Fabio Cannavaro (quando è tornato), Martinez, Diego, Iaquinta e se ancora oggi abbiamo un pacchetto di difensori centrali di dubbio livello (Barzagli è okay, Bonucci lo conosciamo tutti e Chiellini commette un’ingenuità a partita) oltre a non avere terzini sinistri degni del ruolo… beh, direi che non è solo colpa di Buffon. Così come non lo è di Del Piero.

  19. ..problemi loro? ..uhm.. *sempre più antipatico*

  20. non è il sorriso in se a disturbare, quanto l’impressione che quel sorriso nasca da una mancanza di concentrazione che non è accettabile a certi livelli. Poi se lo stesso giocatore si lascia andare a dribbling o uscite che minacciano di farti venire un infarto, ecco che quell’impressione trova una conferma…

    Detto questo, caro Gigi, spero naturalmente di sbagliarmi 😉

  21. buffon, abbassati lo stipendio senza sorridere. storari in porta buffon altrove….poi vogliamo i fuoriclasse, basta con i mediocri o con le promesse tipo elia, bocciato dopo 45 minuti e contro le cosiddette piccole dobbiamo giocare con tre punte senza paura come la Juve di Lippi. svegliamoci, perche’ anche quest’anno sara’ un’altra delusione…spero di sbagliarmi ovviamente perche’ nn sono nessuno. foprza Juve.

  22. Veramente è il secondo anno di questa gestione….non capisco perchè ogni anno debba essere sempre il primo di un ciclo che rinasce continuamente….mah……
    per quanto riguarda buffon, che dire?Buon per lui che abbia voglia di ridere sempre….io personalmente se avessi subito un gol da Gattuso, e ripeto Gattuso, avrei pianto per una settimana intera.Personalmente preferisco chi come Nedved dispensava pochi sorrisi e sputava l’anima sempre…….ma che vogliamo farci ha ragione Luke-Sun_Tzu :tutta questione di DNA.

  23. @Alpha Dog: cosa vuoi, io ho in mente le incazzature di Davids, di Trezeguet, di Del Piero, di Montero, di mister Conte…
    …se per te son cagate…

  24. Se posso dire la mia, non mi piace questa parte qui… “Sono sempre lo stesso, sia quando perdo sia quando vinco”.

  25. Ma finitela di attaccarvi alle ca**ate…

    Ci sono fior fior di calciatori che hanno vinto tantissimo, da Roberto Carlos a Ronaldo a Ronaldinho (quasi tutti i brasiliani) che hanno sempre giocato col sorriso sulle labbra.

    Se sorride non significa che non sia concentrato, ma che ragionamento è?

    Quoto tutte le parole di Buffon.
    Ovvio che la Juventus ed i suoi tifosi pensino sempre in alto ma viste le ultime due annate pessime va fatto un passo alla volta.

    Bisogna riconquistare fiducia, consapevolezza nei nostri mezzi, consapevolezza di essere la Juve e che quindi si deve lottare per vincere.

    Quest’anno va bene anche un piazzamento in Champions, sia chiaro.
    Le grandi squadre non si costruiscono in un anno.

  26. …oltretutto volere il lama calpestatore irridente Totti alla Juve…mmmmah…

    p.s. notare che il pezzo relativo ai sorrisi in campo non è presente nell’articolo di TuttoJuve.com

  27. Cosa vuoi farci, questione di DNA.
    C’è chi si incazza se perde la partitella di allenamento e chi se la ride dopo aver perso, per una papera propria, una partita di cartello…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi