Buffon: "Non scorderò mai la delusione di Manchester" | JMania

Buffon: “Non scorderò mai la delusione di Manchester”

Buffon: “Non scorderò mai la delusione di Manchester”

Gianluigi Buffon si proietta nel futuro rilasciando un’intervista surreale alla trasmissione di Italia 1 ‘Le Iene show’. Il numero uno bianconero viene invecchiato di 40 anni e dovrà fare un bilancio delle proprie esperienze passate: “Ricordi di Lippi? Marcello che allenatore è stato il massimo per me. Sinceramente è la persona che porto nel cuore”. …

Gianluigi Buffon si proietta nel futuro rilasciando un’intervista surreale alla trasmissione di Italia 1 ‘Le Iene show’. Il numero uno bianconero viene invecchiato di 40 anni e dovrà fare un bilancio delle proprie esperienze passate: “Ricordi di Lippi? Marcello che allenatore è stato il massimo per me. Sinceramente è la persona che porto nel cuore”. Passando dal calcio alla vita privata, Buffon non si sottrae ad alcuna risposta: “Cosa ho fatto con tutti i soldi che ho guadagnato? Abbiamo comprato degli stabilimenti balneari, abbiamo aumentato il parco di alberghi della nostra catena”.

Poi, ‘Supergigi’ fa il cineracconto della stagione 2012 e di alcune esperienze precedenti: “Ricordi del campionato 2012? Che finale avvincente. Era un testa a testa tra noi e il Milan e il Milan e noi. Conte porta ancora il parrucchino? Ma che parrucchino. Lui aveva i capelli trapiantati, ma trapiantati molto bene. Il ricordo più bello? Sicuramente il Mondiale 2006 con quella cavalcata pazzesca. Il ricordo più brutto? La finale di Manchester contro il Milan non me la scorderò mai”.

Infine, la carriera: “Dove ho finito di giocare? A livello proprio agonistico nella Juve, però insomma anche gli ultimi due anni in America e l’ultimo in Cina sono stati delle esperienze di vita molto importanti. Da quanto ho smesso di giocare? Ormai sono passati trentatre anni, avevo quarant’anni quando ho smesso”, lasciando presagire di voler giocare almeno fino a 40 non disdegnando due esperienze all’estero.

Un commento

  1. Gigi, sapessi che delusione anche per me ed un mio amico tornare a casa con il motorino con la bandiera arrotolata, dopo che eravamo stati a vedere la partita a casa di un milanista! E poi vedere la sfilata dei rossoneri, che tristezza!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi