Buffon: "Morata presto tra i più forti al mondo"

Buffon: “Morata presto tra i più forti al mondo”

Buffon: “Morata presto tra i più forti al mondo”

Gianluigi Buffon, capitano della Juventus, è stato intervistato dal quotidiano spagnolo ‘Marca’ alla vigilia della sfida di Champions League contro il Siviglia. Inevitabili le domande sui calciatori iberici e la prima è manco a dirlo su Alvaro Morata, attaccante della Juve che il Real Madrid potrebbe riprendersi in estate esercitando il diritto di ‘recompra’: “Penso …

Gianluigi Buffon, capitano della Juventus, è stato intervistato dal quotidiano spagnolo ‘Marca’ alla vigilia della sfida di Champions League contro il Siviglia. Inevitabili le domande sui calciatori iberici e la prima è manco a dirlo su Alvaro Morata, attaccante della Juve che il Real Madrid potrebbe riprendersi in estate esercitando il diritto di ‘recompra’: “Penso che sia potenzialmente uno dei prossimi 2-3 giocatori più forti del mondo – dice senza timore Buffon – , perché ha delle qualità incredibili alle quali abbina forza fisica, la voglia di sacrificarsi per la squadra e sa giocare in tutti i ruoli d’attacco. E’ un giocatore universale, il suo futuro dipenderà da lui. Visto che la differenza tra il diventare un campionissimo o l’essere un ottimo giocare la fa la testa…”.

Dopo aver allontanato ancora una volta il giorno del ritiro dal calcio giocato (“Mi ritirerò quando non sentirò più la paura nel pre-partita”), Buffon racconta cosa prova prima di ogni sfida:

C’è talmente tanta tensione e adrenalina che la paura sparisce quando entro in campo – prosegue – Un minuto prima che inizi la gara sei nervoso e ti dici: ‘speriamo non tirino, che non concedano rigori. Ma quando l’arbitro fischia entri in uno stato che dimentichi tutto questo. E’ meraviglioso.

Amico e rivale per tanti anni di Iker Casillas, il numero uno della Juventus ribadisce quel che pensa dell’attuale numero uno del Porto:

Lo ammiro per la sua splendida carriera in cui ha vinto tutto. Io non sono mai stato fischiato dai miei tifosi, sarebbe una mancanza di rispetto e di poca sportività. Possono esserci anni più o meno buoni, ma giocatori come Iker, che hanno fatto la storia di un club, non si dovrebbe mai fischiarli – conclude – , nemmeno se facessero un autogol. E’ vergognoso.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi