Buffon "Conte l'artefice dello scudetto" | JMania

Buffon “Conte l’artefice dello scudetto”

Buffon “Conte l’artefice dello scudetto”

“Io ho vinto 5 scudetti ma me ne hanno assegnati 3, quest’anno il nostro allenatore ha inciso moltissimo sulla vittoria dello scudetto. La papera di Lecce? Se n’è parlato tantissimo e significa che sono ancora il più forte”. Gigi Buffon risponde ai microfoni di Sky dal ritiro della nazionale italiana: il numero uno della Juventus …

“Io ho vinto 5 scudetti ma me ne hanno assegnati 3, quest’anno il nostro allenatore ha inciso moltissimo sulla vittoria dello scudetto. La papera di Lecce? Se n’è parlato tantissimo e significa che sono ancora il più forte”. Gigi Buffon risponde ai microfoni di Sky dal ritiro della nazionale italiana: il numero uno della Juventus ha spaziato un po su diversi argomenti, partendo dai prossimi Europei passando per le vicende del calcioscommesse. “Ho detto che sarei contento se l’Italia facesse un buon Europeo, che significa arrivare almeno in semifinale e da lì giocarcela”, ha proseguito Buffon, che su Conte e le parole di Carobbio si dice tranquillissimo. “Non c’è nessuna paura perché conosco la persona, perché molti giocatori del Siena hanno dato versioni differenti da quelle accusatorie”. Poi senza peli sulla lingua, il portierone della nazionale parla dei pareggi di fine stagione, a volte un po’ troppo prevedibili: “Sono affari loro. Alcune volte, se qualcuno ci pensa bene, cosa devi fare? In alcuni casi si dice: meglio due feriti che un morto. E’ chiaro che le squadre le partite se le giocano e sarà sempre così. Penso che ogni tanto anche qualche conto è giustificato farlo”.

3 commenti

  1. Con pazienza riscrivo per la terza volta il messaggio non capendo il perchè non viene pubblicato.
    Allora caro numero 7 è la seconda volta che rispondi in modo poco ortodosso e cortese.Potrai pure non essere d’accordo con il mio pensiero, ma un pochino di elasticità mentale sarebbe cosa gradita.Se poi pensi di essere l’unico qui a comprendere “lessicalmente e sintatticamente ” l’italiano, dimostri di essere oltre che un pochino presuntuoso anche un tantinello saccente.Comunque tutto ciò sarà un problema tuo, e a me non è che interessi nulla.
    Se per te il “….non andiamo oltre” di Del Piero, faceva riferimento alle “parole” come cerchi di giustificarlo tu, mi preme ricordarti che qui oltre al sotttoscritto, anche altri utenti oltre al Direttore, hanno inteso che lui si riferisse a non proseguire nelle azioni legali intentate dalla società.Pensiero sicuramente nobile ed alto, ma facile da fare quando non si è tirato fuori di tasca propria nemmeno un euro.Che poi tu sia d’accordo con lui, bene, ma cerchiamo di non cambiare le carte in tavola.Capisco che un pochino di acredine e livore nei confronti di chi ti ha liquidato dopo 19 anni c’è, è naturale, ma andare contro le posizioni della SOCIETA’ JUVENTUS, mi sembra irrispettoso e ingrato.

    Continui a ripetere il caso Buffon.Bene se oltre a farti prendere dalla foga nel voler rispondere a chi, secondo te attacca il tuo ex capitano, prestassi attenzione anche a quello che scrivono, la risposta l’avresti gia trovata.

    Su Andrea Agnelli c’è poco da dire.Se pensiamo anche di attaccare chi sta cercando di ristabilire la verità intentando tutte le azioni legali possibili, stiamo parlando del nulla.D’altronde le sue dichiarazioni sono esemplificative del tutto:”….“……E’ una storia complicata, difficile da riassumere in poche parole. Ma penso che molti degli aspetti legali debbano ancora essere chiariti. E’ non c’è un giudizio definitivo……”
    Naturalmente tutti questi aspetti legali a cui fa riferimento il presidente, sono stati intentati contro la FIGC con buona pace di chi avrebbe auspicato che non si andasse oltre, e di chi accodandosi alle dichiarazioni del suo idolo, fa il moralizzatore del pensiero altrui, pur non avendo cacciato un cent dalla propria tasca.

    p.s. la scuola del kun??????

  2. Io onestamente la penso come Buffon.
    Se non ci sono di mezzo scommesse o altre porcherie, non ci vedo niente di male se due squadre si accordano TACITAMENTE sul non farsi del male. Nel momento in cui si trovano degli interessi comuni penso sia lecito tutelarli da ambo le parti.
    Cerchiamo di non essere troppo idealisti.

  3. Come nella dichiarazione sul gol di Muntari,anche stavolta poteva tranquillamente esimersi dal darci le sue “perle di saggezza”…

    ps:caro Gigi te la ricordi Danimerca-Svezia di Euro 2004? Se risuccede non venire a lamentarti poi!Comunque lealtà sportiva pari a zero,ma in Italia che vuoi fare,l’onestà ormai non conta un fico secco.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi